Bandi e Opportunità

Riapertura del FONDO ENERGIA

dal 10 settembre dalle ore 10.00 fino alle ore 16.00 del 12 novembre 2018 (salvo esaurimento fondi)

FINANZIAMENTI PER INTERVENTI DI GREEN ECONOMY (Risorse POR-Fesr Regione Emilia Romagna - gestore Unifidi)

AGEVOLAZIONE: Tasso zero + fondo perduto

 

Rivolgersi a  CNA Servizi Finanziari Ferrara srl 0532/749111 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Si tratta di un fondo rotativo di finanza agevolata riservato alle imprese   in cui si realizza un  progetto d’investimento  finalizzato all’efficienza energetica ed all’uso di energia rinnovabile, le stesse devono avere  sede o unità locale in Emilia Romagna. Il finanziamento  di importo fino a ad € 750.000 e con durata fino a 96 mesi  è  a tasso zero sul  70% del progetto ammesso, mentre il  restante  30%  ad un tasso   convenzionato con gli Istituti di Credito.

Il Fondo concede inoltre un CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO che copre le spese tecniche sostenute per la diagnosi energetica, e/o lo studio di fattibilità, e/o la preparazione del progetto di investimento.

L’importo massimo del contributo non potrà superare i 12,5% della quota pubblica di finanziamento ammesso e verrà erogato dopo la rendicontazione finale del progetto.

Servizio civile nazionale: la ricerca di 165 volontari tra i 18 e i 28 anni. Candidature entro il 28/09

Educazione e promozione culturale: sono questi i due ambiti nei quali saranno impiegati i 165 volontari del Servizio Civile Nazionale. I progetti presentati da “CNA Impresasensibile ONLUS” sono stati approvati e il bando è pronto. Unico requisito per aderire: avere tra i 18 e i 28 anni

I volontari avranno l’opportunità di fare un’esperienza di grande valore sotto il profilo umano e formativo che permetterà loro di dare un prezioso contributo per aiutare le fasce più deboli della società attraverso la cittadinanza attiva.

In Emilia-Romagna siamo alla ricerca di 12 volontari da impiegare nel progetto di Servizio Civile Nazionale OVER, approvato e finanziato nel settore dell’educazione e promozione culturale, in particolare ricerchiamo volontari per:

-          CNA Impresasensibile ONLUS Emilia Romagna (1 volontario)

-          CNA Impresasensibile ONLUS Bologna (2 volontari)

-          CNA Impresasensibile ONLUS Ferrara (1 volontario)

-          CNA Impresasensibile ONLUS Modena (7 volontari)

-          CNA Impresasensibile ONLUS Rimini (1 volontario)


IL PROGETTO OVER

Il progetto mira a garantire un invecchiamento attivo che sia attento al benessere e all’autonomia dell’anziano. In tal senso il progetto prevede la realizzazione di una serie di interventi ed azioni finalizzate a contrastare l’emarginazione degli anziani promuovendo servizi ad hoc e momenti di socializzazione e partecipazione degli anziani alla vita del proprio contesto sociale; intende inoltre garantire agli anziani l’accesso alle informazioni intorno al tema dei diritti, orientandoli e aiutandoli nel vasto panorama legislativo di riferimento.


PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

La domanda, firmata dal richiedente, deve essere:

- redatta secondo il modello riportato nell’Allegato 3 al presente bando, attenendosi scrupolosamente alle istruzioni riportate in calce al modello stesso e avendo cura di indicare la sede per la quale si intende concorrere;

- accompagnata da fotocopia di valido documento di identità personale;

- corredata dall’Allegato 4 relativo all’autocertificazione dei titoli posseduti; tale allegato può essere sostituito da un curriculum vitae reso sotto forma di autocertificazione ai sensi del DPR n. 445/2000, debitamente firmato;

- corredata dall’Allegato 5 debitamente firmato relativo all’informativa “Privacy”, redatta ai sensi del Regolamento U.E. 679/2016;


Al seguente link un tutorial su come compilare la domanda: https://www.youtube.com/watch?v=EKB-MJqeS1U

La domanda di partecipazione deve essere inviata con una delle seguenti modalità:

1) con Posta Elettronica Certificata (PEC) di cui è titolare l’interessato avendo cura di allegare tutta la documentazione richiesta in formato pdf. La documentazione va inviata all’indirizzo certificato della nostra associazione Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., solo se il candidato è in possesso di una casella di posta elettronica certificata.

2) a mezzo “raccomandata A/R”; in tal caso non fa fede la data del timbro postale, quindi la domanda deve arrivare al destinatario entro la scadenza del bando. L’indirizzo a cui inviare la documentazione relativa alla candidatura è il seguente: Associazione CNA Impresasensibile Onlus, Piazza Mariano Armellini, 9/A – 00162 ROMA

3) mediante consegna a mano. La consegna a mano può avvenire direttamente presso la sede di progetto prescelto, agli indirizzi sotto indicati - in questo caso si invitano i soggetti interessati a contattare le sedi e verificare gli orari di apertura degli uffici dove presentano la domanda.

È possibile presentare una sola domanda di partecipazione per un unico progetto di servizio civile nazionale da scegliere tra quelli inseriti nel bando.

La presentazione di più domande comporta l’esclusione dalla partecipazione a tutti i progetti inseriti nei bandi innanzi citati, indipendentemente dalla circostanza che non si partecipi alle selezioni.


SCADENZA

Il termine per l’invio delle domande via PEC o a mezzo raccomandata A/R è fissato al 28 settembre 2018. In caso di consegna della domanda a mano il termine è fissato alle ore 18.00 del 28 settembre 2018; l’ente appone sulla domanda un timbro recante data e orario di acquisizione. Le domande trasmesse con modalità diverse da quelle sopra indicate e pervenute oltre i termini innanzi stabiliti non saranno prese in considerazione.

Per una corretta compilazione della domanda e verifica dei requisiti richiesti è necessario leggere con molta attenzione il Bando pubblicato dal Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale.

Bando innovatori responsabili

Premio ER.Rsi 2018 - Innovatori responsabili

Obiettivi

Il Premio Innovatori responsabili 2018, in attuazione dell'art. 17 della legge regionale 14/2014, Promozione degli investimenti in Emilia-Romagna, intende promuovere la cultura della responsabilità sociale d'impresa e l'innovazione responsabile, sostenendo progetti di imprese, associazioni di imprese, enti locali e Camere di Commercio, coerenti con gli obiettivi globali delineati dall'Agenda 2030 e con la Carta dei principi di responsabilità sociale della Regione Emilia-Romagna.
In attuazione della risoluzione la risoluzione 4698, del 19/07/2017 della Commissione regionale per la parità e per i diritti delle persone, il presente bando integra altresì il riconoscimento annuale previsto dall'art. 30 della legge regionale 6/2014, Legge quadro per la parità e contro le discriminazioni di genere, che prevede l'assegnazione del Premio Gender Equality and Diversity Label alla migliore buona pratica individuata fra le realtà che si sono distinte per l'impegno a promuovere all'interno della propria struttura e organizzazione azioni positive per le pari opportunità.

La presente edizione prevede altresì due riconoscimenti speciali per le imprese impegnate a favorire lo sviluppo culturale e l'accesso dei giovani ad una occupazione di qualità.

Destinatari

Il Premio è riservato ai soggetti appartenenti alle seguenti categorie:

  • Start-Up Imprese fino a 20 dipendenti;
  • Imprese fino a 250 dipendenti
  • Imprese oltre 250 dipendenti
  • Cooperative sociali
  • Associazioni di Imprese e di rappresentanza senza scopo di lucro
  • Enti Locali e Camere di Commercio 

Premi e riconoscimenti

Il Premio prevede l'assegnazione dei seguenti premi e riconoscimenti speciali:

Premio Innovatori responsabili che verrà assegnato ai primi tre classificati per ogni categoria fra tutti i progetti candidatiPremio GED – Gender Equality and Diversity Label assegnato alla migliore buona pratica relativa ad azioni positive per le pari opportunitàRiconoscimento speciale per la migliore iniziativa che favorisce l'accesso dei giovani ad una occupazione di qualitàRiconoscimento speciale per la migliore iniziativa che presenta un elevato impatto per lo sviluppo culturale

Contributo concedibile

A tutti coloro che presenteranno una candidatura al Premio è data la possibilità di richiedere un contributo per ulteriori azioni da realizzare nel 2019.
Il contributo consiste in una agevolazione a fondo perduto, nella misura massima corrispondente al 70% della spesa ritenuta ammissibile e per un importo comunque non superiore a 5.000 euro

Scadenza

Le candidature dovranno essere presentate entro il 20 Settembre 2018

Per maggiori informazioni e per la presentazione delle domande potete rivolgervi ad Amelia Grandi Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. tel. 0532 749205

Bando Camera di Commercio di Ferrara Voucher digitali I4.0

A chi si rivolge  

Il Voucher può essere concesso alle micro, piccole e medie imprese, costituite in qualsiasi forma giuridica. Possono beneficiare del voucher le imprese operanti in tutti i settori di attività economica.

 

Periodo di apertura       

Dalle ore 10 del 11 Settembre alle ore 24 del 23 Novembre 2018

 

Risorse

Misura A: € 100000 (PROGETTI CONDIVISI DA PIU’ IMPRESE da 3 a 20)

Misura B: € 150000 (PROGETTI SINGOLE IMPRESE)

MISURA A contributo a fondo perduto (voucher) di massimo € 10.000,00 nella misura del 70% dell’importo complessivo delle spese ammesse ed effettivamente sostenute con investimento minimo di € 2000,00

MISURA B contributo a fondo perduto (voucher) di massimo € 6000,00 nella misura del 50% dell’importo complessivo delle spese ammesse ed effettivamente sostenute con investimento minimo di € 2000,00

Leggi tutto...

Bando multidisciplinare della Camera di Commercio a sostegno dei processi di crescita e della competitività delle imprese ferraresi

Scheda di Sintesi

A chi si rivolge  

MISURE DA 1 A 4

Possono presentare richiesta per ottenere contributi:

- le imprese con sede legale nella provincia di Ferrara

- le imprese con unità locale operativa da almeno 12 mesi nella provincia di Ferrara

MISURA 5

Possono presentare richiesta per ottenere contributi aspiranti imprenditori che siano intenzionati ad avviare un’impresa entro il 30 Giugno 2019 o nuove imprese esistenti iscritte alla Camera di Commercio dal 1 Gennaio 2018

Periodo di apertura      

Dalle ore 10 del 25 Settembre alle ore 24 del 18 Gennaio 2019

Leggi tutto...

Contributi a fondo perduto per le imprese a sostegno degli investimenti produttivi

2° FINESTRA DEL  BANDO REGIONALE ATTRAVERSO FINANZIAMENTI IN GARANZIA UNIFIDI E.R.

 

“INTERESSANTE MAGGIORAZIONE DEL CONTRIBUTO PER DIVERSI COMUNI DELLA PROVINCIA DI FERRARA”

La Regione Emilia Romagna ha deliberato il 26 marzo u.s. un nuovo Bando per favorire la realizzazione di progetti di investimento per la competitività delle imprese e per il loro sviluppo economico, oltre 30 milioni di risorse disponibili.

Il contributo a fondo perduto è compreso tra il 20% ed il 35% del progetto di investimento (il contributo parte dal 20% e si incrementa per effetto delle premialità di seguito riportate*), il finanziamento a medio/lungo termine sarà erogato al netto del contributo. Esempio spese ammesse € 100.000, contributo a fondo perduto 20%, finanziamento in garanzia Unifidi E.R. erogato pari all'80%.

*PREMIALITÀ:

+ 5% per ricaduta positiva sull'occupazione e/o proposti da imprese femminili e/o giovanili e/o rating di legalità
+ 10% per investimenti proposti da imprese localizzate in aree montane o in aree 107.3.c., queste ultime per la nostra provincia interessano diversi comuni incluso buona parte del comune di Ferrara, Masi Torello, Ostellato e Comacchio. Questa premialità sarà riconosciuta a condizione che, alla data della domanda, il Comitato di Sorveglianza del POR FESR 2014/2020 abbia proceduto, con procedura scritta, all'inserimento delle stessa tra i criteri di selezione delle operazioni.

L'importo massimo del contributo è di 150.000€ per progetto, anche in presenza delle premialità sopra indicate. Gli interventi devono essere realizzati in una sede o unità localizzata in Emilia Romagna. L'agevolazione è in regime "de minimis", non cumulabile per le stesse spese con altri aiuti pubblici classificabili come aiuti di stato.

Gli interventi ammissibili riguardano investimenti produttivi da realizzare ad alto contenuto tecnologico che tramite ammodernamento impianti, macchinari e attrezzature favoriscano innovazione di processo, di prodotto o di servizio.

Leggi tutto...

Bando per il Sostegno alla creazione e al consolidamento di Start UP innovative – Anno 2018

POR – FESR 2014-2020 ASSE I RICERCA E INNOVAZIONE

 

A chi si rivolge

Possono presentare richiesta per ottenere il contributo previsto dal seguente bando:

Micro e Piccole Imprese, iscritte nella Sezione Speciale del Registro Imprese presso la Camera di Commercio dedicata alle start up innovative.

Ambiti di intervento

Il presente Bando punta a promuovere e far crescere start up in grado di generare nuove nicchie di mercato attraverso nuovi prodotti, servizi e sistemi di produzione ad elevato contenuto innovativo, cogliere i nuovi drivers del mercato, generare nuove opportunità occupazionali

Periodo di apertura

Bando a sportello con presentazione delle domande dalle ore 10.00 del 2 luglio alle ore 17.00 del 15 novembre, le domande saranno istruite in 2 call:

  • I° call: dal 2 luglio al 14 settembre
  • II° call: dal 15 settembre al 15 novembre

 

Risorse

Il contributo riconoscibile è pari al 60% del costo ammesso ed effettivamente sostenute (al netto IVA e di altre imposte e tasse)

Importo minimo di investimento

Tipologia

A - avvio (imprese costituite dopo 1/1/2015 e durata dei progetti di 12 mesi): costo totale ammissibile di 80.000 euro per progetti di sviluppo produttivo di risultati di ricerca o sviluppi tecnologici e 50.000 euro per applicazioni digitali nelle industrie culturali e creative, nell'innovazione sociale e nel wellness e nei servizi ad alta intensità di conoscenza.

B - espansione (imprese costituite dopo 2/7/2013 e durata dei progetti di 18 mesi): costo totale ammissibile di 150.000 euro per progetti di sviluppo produttivo di risultati di ricerca o sviluppi tecnologici e 80.000 euro per applicazioni digitali nelle industrie culturali e creative, nell'innovazione sociale e nel wellness e nei servizi ad alta intensità di conoscenza.

Progetti Ammissibili

E' possibile presentare due tipologie di progetti:

Tipologia A Progetti per la realizzazione dei primi investimenti necessari all'avvio dell'impresa e alla messa sul mercato dei prodotti/servizi oggetto di precedente attività di ricerca

Tipologia B Progetti per la realizzazione di investimenti per l'espansione di start up già avviate, per quanto riguarda sedi produttive, logistiche e commerciali e l'aumento di dotazioni tecnologiche

Spese Ammissibili

Per la TIPOLOGIA A dovranno riguardare le seguenti tipologie di costo e rispettare i limiti indicati:

A. Macchinari, attrezzature, impianti, hardware e software, arredi strettamente funzionali;

B. Spese di affitto/noleggio laboratori e attrezzature scientifiche (massimo 20% del costo totale del progetto); da tale voce di costo sono escluse le spese di affitto della U.L. nella quale si realizza il progetto cofinanziato dalla Regione Emilia-Romagna.

C. Acquisto e brevetti, licenze e/o software da fonti esterne;

D. Spese di costituzione (massimo 2.000 €);

E. Spese promozionali anche per partecipazione a fiere ed eventi (massimo 25.000,00 €);

F. Consulenze esterne specialistiche non relative all'ordinaria amministrazione.

Per la TIPOLOGIA B dovranno riguardare le seguenti tipologie di costo e rispettare i limiti indicati:

A. Acquisizione sedi produttive, logistiche, commerciali. Le imprese con sede legale esterna alla Regione Emilia-Romagna potranno acquistare solo sedi produttive nel territorio regionale (massimo 50% costo totale del progetto)

B. Macchinari, attrezzature, impianti, hardware e software, arredi strettamente funzionali;

C. Spese di affitto e noleggio laboratori e attrezzature scientifiche (massimo 20% del costo totale del progetto);

D. Acquisto e brevetti, licenze e/o software da fonti esterne;

E. Spese promozionali anche per partecipazione a fiere ed eventi (massimo 10% del costo totale del progetto);

F. Consulenze esterne specialistiche non relative all'ordinaria amministrazione

Periodo di ammissibilità delle spese

Le spese (al netto di IVA ed altre imposte e tasse) dovranno essere sostenute a partire dalla data di presentazione della domanda. 

Esclusivamente per la TIPOLOGIA A, saranno inoltre ammissibili spese già sostenute prima della presentazione della domanda per un importo complessivo non superiore al 10% del costo totale del progetto.

Per maggiori informazioni e per la presentazione delle domande potete rivolgervi ad Amelia Grandi Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. tel. 0532 749205

startup

Legge cinema: prorogati i termini per le domande di contributo

La Direzione Generale Cinema del Mibact, a seguito dei problemi riscontrati dagli operatori nell'utilizzo della piattaforma DGCOL negli ultimi giorni, ha accolto la richiesta di Cna Cinema e Audiovisivo  di disporre una proroga dei termini per la presentazione delle domande di contributo a valere sulla nuova legge cinema.

I nuovi termini sono così stabiliti:

-  Contributi Selettivi (scrittura di sceneggiature, sviluppo e pre-produzione, produzione e distribuzione nazionale): proroga al 16 luglio 2018,  ore 12.00;

-  Contributi per le attività di promozione (festival, premi, rassegne, attività delle cineteche, progetti di sviluppo della cultura cinematografica e  audiovisiva): proroga al13/07/2018, ore 12:00;

-  Credito di imposta per la produzione – passaggio a nuovo regime (produzione di film, produzione di opere TV, produzione di opere WEB,  produzione esecutiva di opere straniere, distribuzione nazionale): proroga al 23/07/2018, ore 23:59;

-  Credito di imposta per le sale cinematografiche – progetti iniziati dal 1° gennaio 2016 (realizzazione, ripristino e aumento schermi, adeguamento strutturale): proroga al 30 luglio 2018, ore 23:59.

 

Per info consultare la pagina della DG Cinema del Mibact all'indirizzo http://www.cinema.beniculturali.it/Notizie/4791/66/avviso-agli-utenti-%E2%80%93-proroga-per-la-presentazione-delle-domande/

Riapertura del Fondo Energia - Finanziamenti per interventi di Green Economy

Riapertura del FONDO ENERGIA - dalle ore 16.00 del 4 giugno fino alle ore 16.00 del 2 agosto 2018 (salvo esaurimento fondi)

FINANZIAMENTI PER INTERVENTI DI GREEN ECONOMY (Risorse POR-Fesr Regione Emilia Romagna - gestore Unifidi)

AGEVOLAZIONE: Tasso zero + fondo perduto

Rivolgersi a Cna Servizi Finanziari Ferrara srl 0532/749111 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Si tratta di un fondo rotativo di finanza agevolata riservato alle imprese in cui si realizza un progetto d'investimento finalizzato all'efficienza energetica ed all'uso di energia rinnovabile, le stesse devono avere sede o unità locale in Emilia Romagna. Il finanziamento di importo fino a ad € 500.000 e con durata fino a 96 mesi è a tasso zero sul 70% del progetto ammesso, mentre il restante 30% ad un tasso convenzionato con gli Istituti di Credito.


Il Fondo concede inoltre un CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO che copre le spese tecniche sostenute per la diagnosi energetica, e/o lo studio di fattibilità, e/o la preparazione del progetto di investimento.

L'importo massimo del contributo non potrà superare i 12,5% della quota pubblica di finanziamento ammesso e verrà erogato dopo la rendicontazione finale del progetto.

Bando Regionale per Contributi alle piccole e medie imprese costituite in reti

Argomenti trattati in questo articolo:

La Regione Emilia Romagna ha approvato il bando per “Progetti di sperimentazione e adozione di soluzioni innovative delle PMI in aggregazione”. 

 

La finestra per la presentazione delle domande è fissata dal 09 luglio  al 03 agosto 2018.

 

A chi si rivolge 

Possono presentare richiesta per ottenere il contributo previsto dal seguente bando:

Aziende costituite in Rete di PMI, attraverso la Costituzione di Contratti di rete collaborativa che includano almeno tre imprese indipendenti tra loro.


Ambiti di intervento     

Il presente Bando punta alla Valorizzazione economica dell’innovazione e all’adozione di soluzioni innovative nei processi, nei prodotti, nelle forme organizzative delle imprese relativamente alle funzioni aziendali complesse. In particolare promuove l’attivazione di percorsi congiunti di sperimentazione e innovazione strategica che valorizzino la combinazione di competenze tecnologiche e produttive complementari tra le imprese, in modo da realizzare avanzamenti tecnologici di vantaggio comune nell’ambito delle diverse filiere


Periodo di apertura       

La domanda può essere presentata dalle ore 10:00 del 09 Luglio 2018 alle ore 13:00 del 03 Agosto 2018


Risorse

Risorse disponibili 12.452.829 euro

Il contributo riconoscibile è pari al 50% del costo ammesso ed effettivamente sostenute (al netto IVA e di altre imposte e tasse).

Importo minimo di investimento € 150.000,00 (ridotto del 50% solo se tutte le imprese della Rete sono riconducibile nell’ambito delle Industrie Culturali e Creative)

Importo Massimo € 300.000,00


Progetti Ammissibili     

I progetti devono prevedere la sperimentazione e l’adozione di soluzioni Innovative di interesse comune, in cui la collaborazione tra le imprese sia il fattore di avanzamento tecnologico. Sono ammessi inoltre progetti strategici di innovazione digitale in grado di apportare cambiamenti sostanziali nella organizzazione di particolari funzioni aziendali


Spese Ammissibili         

  • Spese per nuovo personale laureato
  • Spese per personale interno impegnato nel progetto
  • Spese per Consulenza scientifica o specialistica
  • Acquisizione di Brevetti
  • Materiale e forniture necessarie al progetto


Periodo di ammissibilità delle spese    

Sono ammesse a contributo le spese (al netto di IVA ed altre imposte e tasse) comprovate da titoli di spesa emessi a decorrere dal 01 FEBBRAIO 2019 E 31 LUGLIO 2020

 

Per maggiori informazioni e per la presentazione delle domande potete rivolgervi ad Ida Bruneo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. tel. 0532 749205

 

Bando Regionale per il Sostegno di Progetti Rivolti all'Innovazione, la Digitalizzazione e l’Informatizzazione delle Attività professionali a supporto del Sistema Economico Regionale

SCOPO DEL BANDO
Il bando intende promuovere in modo diffuso l’innovazione per l’ampliamento e il potenziamento dei servizi offerti per la crescita delle attività libero professionali a supporto dei processi produttivi e dell’economia regionale.
INTERVENTI FINANZIABILI E DIMENSIONE MINIMA DEI PROGETTI
I progetti per i quali viene presentata domanda di contributo dovranno avere una dimensione minima di investimento pari a complessivi € 15.000,00.
In particolare, sono finanziabili:
A. Interventi per l’Innovazione tecnologica;
B. Interventi per la strutturazione, l’organizzazione e il riposizionamento strategico delle attività libero professionali;
C. Interventi per la diffusione della cultura dell’organizzazione e della gestione/valutazione economica dell’attività professionale
D. Nel caso di Forme Aggregate le iniziative proposte dovranno favorire lo sviluppo dell’aggregazione, la diversificazione dei servizi, le azioni di comunicazioni e marketing, i servizi promozionali, i servizi di supporto alle decisioni, i processi di internazionalizzazione.
BENEFICIARI
Possono presentare domanda:
a) Liberi professionisti iscritti a Ordini o Collegi professionali che operano in forma singola o aggregata (studi professionali, STP, Società di ingegneria, soc. tra Avvocati);
b) Liberi Professionisti non iscritti a Ordini o Collegi professionali, operanti in forma singola o associata (esclusa la forma di impresa), che svolgono prestazioni d’opera intellettuale, di servizi e siano iscritti alla gestione separata INPS- Legge 335/95
Alla data di presentazione della domanda, il soggetto richiedente dovrà avere l’unità operativa o sede legale in cui si realizza il progetto in Regione Emilia-Romagna; ai fini del possesso del presente requisito, si specifica che per unità operativa si intende un immobile in cui il richiedente svolge abitualmente la propria attività o stabilisce la propria sede legale.
SPESE AMMISSIBILI
Le spese ammissibili per la realizzazione degli interventi sono le seguenti:
a) acquisto di attrezzature, infrastrutture informatiche, tecnologiche, digitali finalizzate alla realizzazione a titolo esemplificativo di piattaforme, siti web, al miglioramento della connettività di rete, alla digitalizzazione e la dematerializzazione dell’attività, la sicurezza informatica, la fatturazione elettronica, il cloud computing, il business process, compresa la strumentazione accessoria al loro funzionamento;
b) spese per l’acquisizione di brevetti, licenze software e di servizi applicativi necessari al conseguimento degli obiettivi dell’intervento, o altre forme di proprietà intellettuale; solo per le forme aggregate sono ammissibili spese per strumenti di comunicazione (brochure e/o materiale editoriale);
c) Interventi accessori, anche di carattere edilizio, strettamente necessari alla realizzazione del progetto, nel limite massimo di 5.000 euro;
d) spese per l’acquisizione di consulenze specializzate per la realizzazione del progetto; comprese per i singoli professionisti le analisi di fattibilità per creare forme aggregate di professionisti. Per le forme aggregate già costituite, sono ammissibili le consulenze a supporto e potenziamento dell’aggregazione stessa compresi i costi relativi al manager di rete. Tali spese sono riconosciute nella misura massima del 30% della somma totale delle altre voci di spesa
CONTRIBUTO REGIONALE
I contributi previsti nel presente bando sono concessi a fondo perduto, nella misura del 40% dell’investimento ritenuto ammissibile, comunque non oltre 25.000 euro per singolo progetto. La percentuale di contributo è elevata al 45% qualora ricorra una delle seguenti ipotesi:
 Il Beneficiario realizzi un Incremento Occupazionale;
 Il progetto da realizzare sia presentato da un soggetto caratterizzato dalla rilevanza della componente femminile/giovanile;
 il beneficiario sia in possesso del rating di legalità;
 la sede operativa o unità locale oggetto dell’intervento sia localizzata in area montana oppure nelle aree 107.03.C definite dalla commissione europea.
MODALITÀ E TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
La trasmissione delle domande di contributo dovrà essere effettuata, pena la non ammissibilità delle stesse, all’interno della finestra e della scadenza di seguito indicata:
dalle ore 10.00 del giorno 22 maggio 2018, alle ore 17.00 del giorno 26 giugno 2018, per gli interventi che si intendono realizzare entro il 31/12/2018;
I termini di chiusura saranno anticipati al raggiungimento di 200 domande
Le risorse disponibili per i progetti presentati in questa finestra ammontano ad Euro 2.000.000.

Per maggiori informazioni e per la presentazione delle domande potete rivolgervi ad Ida Bruneo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. tel. 0532 749205

Bando della Camera di Commercio per l'attivazione di percorsi di alternanza scuola / lavoro

Argomenti trattati in questo articolo:

A chi si rivolge
Possono presentare richiesta per ottenere il contributo previsto dal seguente bando:

Le Imprese con sede legale e/o unità locale operativa (con esclusione delle unità classificate quali magazzino o deposito) in cui si realizza il percorso di alternanza scuola lavoro nella provincia di Ferrara iscritte al Registro Imprese o REA della Camera di Commercio di Ferrara
Gli enti privati (es. associazioni, fondazioni, enti non profit, ecc..), che siano iscritti al Repertorio Economico Amministrativo (REA) della Camera di Commercio di Ferrara


Ambiti di intervento
Il presente bando è destinato a supportare progetti riconducibili a percorsi di Alternanza Scuola Lavoro (ASL)

Periodo di apertura
Dal 17 APRILE 2018 AL 09 NOVEMBRE 2018 (SALVO CHIUSURA ANTICIPATA PER ESAURIMENTO RISORSE DISPONIBILI)

Risorse disponibili
€ 69.200,00
Il contributo a fondo perduto sarà pari a:
• 300 euro per ciascuna convenzione di ASL che riguardicomplessivamente da 1 a 2 studenti;
• 500 euro per ciascuna convenzione di ASL che riguardi complessivamente da 3 a 4 studenti;
• 800 euro per ciascuna convezione di ASL che coinvolga complessivamente 5 o 6 studenti;
• 1000 euro per ciascuna convezione di ASL che coinvolga complessivamente più di 7 studenti;
fino ad un massimo di 3 convenzioni ammissibili

Spese Ammissibili
Sono ammesse le spese riconducibili a percorsi di Alternanza Scuola Lavoro

Periodo di ammissibilità delle spese
Sono ammesse a contributo i percorsi di Alternanza Scuola Lavoro (ASL) realizzati nel periodo dal 01-SETTEMBRE-2017 AL 30- SETTEMBRE 2018

Bando regionale per le imprese a sostegno degli investimenti produttivi

NUOVO BANDO REGIONALE ATTRAVERSO FINANZIAMENTI IN GARANZIA UNIFIDI E.R. CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO PER LE IMPRESE A SOSTEGNO DEGLI INVESTIMENTI PRODUTTIVI

“INTERESSANTE MAGGIORAZIONE DEL CONTRIBUTO PER DIVERSI COMUNI DELLA PROVINCIA DI FERRARA”

 

La Regione Emilia Romagna ha deliberato il 26 marzo u.s. un nuovo Bando per favorire la realizzazione di progetti di investimento per la competitività delle imprese e per il loro sviluppo economico, oltre 30 milioni di risorse disponibili.

Il contributo a fondo perduto è compreso tra il 20% ed il 35% del progetto di investimento (il contributo parte dal 20% e si incrementa per effetto delle premialità di seguito riportate*), il finanziamento a medio/lungo termine sarà erogato al netto del contributo. Esempio spese ammesse € 100.000, contributo a fondo perduto 20%, finanziamento in garanzia Unifidi E.R. erogato pari all’ 80%.

*PREMIALITÀ:

+ 5% per ricaduta positiva sull’occupazione e/o proposti da imprese femminili e/o giovanili e/o rating di legalità

+ 10% per investimenti proposti da imprese localizzate in aree montane o in aree 107.3.c., queste ultime per la nostra provincia interessano diversi comuni incluso buona parte del Comune di Ferrara, Masi Torello, Ostellato e Comacchio. Questa premialità sarà riconosciuta a condizione che, alla data della domanda, il Comitato di Sorveglianza del POR FESR 2014/2020 abbia proceduto, con procedura scritta, all’inserimento delle stessa tra i criteri di selezione delle operazioni.

 

  • Acquisto macchinari, beni strumentali, attrezzature, impianti funzionali al progetto, comprese soluzioni che migliorino l’efficienza energetica;
  • Acquisto brevetti, marchi, licenze e know how volti a ottimizzare i processi produttivi;
  • Acquisto hardware, software e licenze per utilizzo software, servizi di cloud computing;
  • Spese per opere murarie ed edilizie strettamente connesse all’installazione e posa in opera di macchinari, beni strumentali, attrezzature e impianti;
  • Acquisizioni di servizi di consulenza specializzata per la realizzazione del progetto e per la presentazione e gestione della domanda di contributo (max 15% della somma delle altre spese).
  • L’importo massimo del contributo è di 150.000€ per progetto, anche in presenza delle premialità sopra indicate. Gli interventi devono essere realizzati in una sede o unità localizzata in Emilia Romagna. L’agevolazione è in regime “de minimis”, non cumulabile per le stesse spese con altri aiuti pubblici classificabili come aiuti di stato.

Gli interventi ammissibili riguardano investimenti produttivi da realizzare ad alto contenuto tecnologico che tramite ammodernamento impianti, macchinari e attrezzature favoriscano innovazione di processo, di prodotto o di servizio.

 

SPESE AMMISSIBILI:

PROGETTI: devono rientrare in una dimensione di investimento ricompresa tra € 40.000 - € 500.000.

BENEFICIARI: PMI operanti nei settori di attività economica Ateco 2007 – Strategia di specializzazione intelligente (S3)

MODALITA’ DI PRESENTAZIONE: bando a sportello con valutazione continua e chiusura anticipata in caso di esaurimento delle risorse.

NUOVI TERMINI DI PRESENTAZIONE:

Con la Determinazione n. 6490 del 07/05/2018 è stato stabilito il differimento dei termini di presentazione delle domande per quanto riguarda la prima finestra, mentre la seconda rimane invariata. Questi, in definitiva, i nuovi termini di presentazione delle domande:

• 1° Finestra, dalle ore 10.00 del giorno 5 giugno 2018 alle ore 13.00 del giorno 19 luglio 2018;

• 2° Finestra, dalle ore 10.00 del giorno 4 settembre 2018 alle ore 13.00 del giorno 28 febbraio 2019

 

Siamo a  disposizione delle imprese per lo studio e la predisposizione dei progetti, chiedere dei seguenti consulenti:

PATRIZIA BARBIERI - tel.  0532/749111  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

MARCO BERTI -  tel.  0532/749111   Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

 

Pubblicati bandi per la produzione e lo sviluppo cinematografico e audiovisivo

Sono stati pubblicati i tre bandi per la produzione e lo sviluppo cinematografico e audiovisivo, gestiti da Emilia-Romagna Film Commission.


La Regione Emilia-Romagna impegnerà per il cinema quasi 5 milioni di euro nel bilancio 2018, di cui la metà destinati alla produzione.

 

I 3 bandi con le relative scadenze sono:

1)  Bando per la concessione di contributi destinati a imprese nazionali ed internazionali che realizzano opere sul territorio regionale:

A differenza della scorsa edizione il bando non è più a sportello, ma prevede invece due finestre di chiamata:

– Prima sessione: entro il termine perentorio dell'11 aprile 2018 alle ore 16:00;

– Seconda sessione: dalle ore 16:00 del 4 luglio 2018 alle ore 16:00 del 4 settembre 2018.

 

2) Bando per il sostegno di opere cinematografiche e audiovisive destinato a imprese con sede in Emilia-Romagna:

Anche questo bando prevede due finestre temporali per la presentazione delle domande, con le seguenti scadenze:

– 1° sessione di valutazione: entro il termine perentorio del giorno 11 aprile 2018 alle ore 16:00;

– 2° sessione di valutazione: dalle ore 16:00 del giorno 4 luglio 2018 ed entro il termine perentorio del giorno 04 settembre 2018 alle ore 16:00.

 

3) Bando per il sostegno allo sviluppo di opere cinematografiche e audiovisive destinato ad imprese con sede in Emilia-Romagna:

La domanda va presentata, pena la non ammissione, entro il 30 aprile 2018.

 

 

 

CONTRIBUTI PER FESTIVAL E RASSEGNE DI RILEVANZA NAZIONALE 

Cinema e audiovisivi: 1,25 milioni per progetti di festival e rassegne: aperti i bandi

La Regione Emilia-Romagna investe sul cinema e sull’audiovisivo e lo fa offrendo la possibilità di ottenere contributi a progetti di festival e rassegne in questi ambiti.

Per il primo filone di finanziamento, relativo a progetti di rilievo almeno nazionale, per il triennio 2018-2020 sono a disposizione 750mila euro per la prima annualità, mentre le risorse per gli anni successivi verranno individuate sulla base delle disponibilità.

Per il secondo filone, che riguarda progetti di risonanza regionale per l’anno 2018, è previsto uno stanziamento di 520 mila euro, di cui 420mila per i festival e 100 mila euro per le rassegne.

Per i progetti di rilievo nazionale l’invio delle domande dovrà essere effettuato entro le ore 14.00 del 22 aprile 2018,

Per i progetti di festival e rassegne di rilevanza regionale per il 2018, l’invio delle domande dovrà essere effettuato entro le ore 14.00 del 29 aprile 2018.

 

 

PER TUTTI I BANDI

Informazioni e modulistica sono reperibili a questo link https://goo.gl/yJMLfA

 

NUOVA SABATINI - CONTRIBUTI PER INVESTIMENTI IN BENI STRUMENTALI

NUOVA SABATINI - CONTRIBUTI PER INVESTIMENTI IN BENI STRUMENTALI -

Il Ministero dello Sviluppo Economico, ha previsto l’erogazione di contributi in conto interessi per l’abbattimento dei tassi su finanziamenti o leasing finalizzati all’acquisto di beni strumentali nuovi di fabbrica.

Beneficiari: Micro, Piccole e Medie imprese con sede operativa in Italia.

Investimenti ammissibili:

  • macchinari, impianti, beni strumentali d’impresa e attrezzature nuove di hardware, software e tecnologie digitali; fabbrica;

Attenzione: ogni obbligazione contrattuale che viene assunta sui beni acquistati direttamente o tramite leasing, deve essere successiva alla domanda dicontributo.

L’investimento deve essere completato entro 12 mesi dalla data della stipula del finanziamento.

Contributo: Il contributo, non è in regime “de minimis”, ma in regime generale di esenzione, ed è pari all’ammontare degli interessi calcolati al 2,75% su un piano d’ammortamento di 5 anni con rate semestrali di importo corrispondente al finanziamento. Il finanziamento deve essere erogato in unica soluzione, per un periodo non superiore a 60 mesi, può coprire fino al 100% dell’investimento e non può essere inferiore a 20.000,00€ o superiore a 2.000.000,00€

Il contributo viene erogato suddiviso in tranche annuali, pari alla durata del finanziamento (esempio 50.000 euro di contributo, su un finanziamento di anni 5, avrà 5 erogazioni da 10.000€)

Termini e procedure di presentazione delle domande:

Le domande si possono presentare dal 2 gennaio 2017 e fino a esaurimento dei fondi disponibili. La richiesta dovrà essere firmata digitalmente e dovrà essere invita tramite Pec. Importante Novità nuova Sabatini “Manifacturig 4.0”: Per favorire la realizzazione di investimenti aventi carattere spiccatamente innovativo, con particolare riferimento a quelli ascrivibili al cosiddetto “Manufacturing 4.0”, per l’acquisto di macchinari, impianti e attrezzature nuovi di fabbrica aventi come finalità la realizzazione di investimenti in big data, cloud computing, banda ultralarga, cybersecurity, robotica avanzata e meccatronica, realtà aumentata, manifattura 4D, Radio frequency identification (RFID), si potrà usufruire di una maggiorazione del contributo pari al 30%. 

Tra gli investimenti che danno titolo a beneficiare della Nuova Sabatini, anche i sistemi di tracciamento e pesatura dei rifiuti.

Per maggiori informazioni, potete contattare Patrizia Barbieri, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

CNA Hub 4.0 - Le imprese artigiane verso I 4.0

Industria 4.0, declinato Impresa 4.0 per il mondo artigiano e le PMI, oggi costituisce il volano della modernizzazione produttiva del nostro Paese. Deve essere quindi un elemento trainante verso il cambiamento e si deve tradurre in trasformazioni sia tecnologiche, che organizzative.
CNA si pone quindi l'obiettivo di:
- sensibilizzare le imprese sull'impatto di Impresa 4.0
- accompagnare le imprese nell'individuazione dei fabbisogni
- supportare le imprese nell'accesso agli strumenti di sostegno
- orientare le imprese nella ricerca di Partner qualificati

A livello regionale è stato creato CNA HUB 4.0, il punto d'accesso a servizi e strumenti per lo sviluppo delle Piccole e Medie Imprese nell'era della digitalizzazione. CNA HUB 4.0 è operativo in ogni sede provinciale.

 

Con CNA Hub 4.0 a chi rivolgiamo?

1. All'impresa di qualsiasi settore, che sta valutando di avviar un nuovo percorso di digitalizzazione e si sta chiedendo come modernizzarsi, innovarsi;

2. All'impresa di qualsiasi settore, che ha già fatto o sta facendo investimenti per l'acquisto di sofware gestionale, macchinari (es. centri di lavoro, sistemi di movimentazizone automatici,..) stampanti  tridimensionali, tecnologie di realtà aumentata, sistemi robotici, sistemi integrazione dati,..etc

Come supportiamo l'impresa?
INNOVAZIONE E RICERCA - accompagnamo le imprese nella definizione di strumenti per lo sviluppo di nuovi prodotti e nuovi processi per l'espansione economica e la trasformazione digitale, grazie alla collaborazione con poli tecnologici ed enti di ricerca oltre che con Partner qualificati.

CONSULENZA FINAZIARIA E CREDITO - offriamo alle imprese consulenze e servizi negli ambiti creditizi e finanziari, con l'individuazione di finanziamenti mirati (ad esempio: bandi regionali, finanziamenti europei, bandi territoriali) e l'assistenza sulle agevolazioni fiscali (ad esempio: super-ammortamento e iper-ammortamento; credito di imposta per ricerca e sviluppo; leggi di incentivazione). Offriamo una consulenza a tutto tondo, per pianificare al meglio il fabbisogno di credito della singola azienda.

FORMAZIONE - Identifichiamo i bisogni delle imprese e costruiamo un piano formativo aziendale adeguato. Proponiamo formazione sugli aspetti più innovativi dell'organizzazione manageriale, dell'internazionalizzazione, della ricerca. Individuiamo opportunità di finanziamento per la formazione e apprendistato e selezioniamo le nuove competenze specialistiche in risposta alle necessità dell'impresa.

INTERNAZIONALIZZAZIONE - sostieniamo la crescita delle imprese nel mercato globale, individuando gli strumenti più adeguati allo sviluppo internazionale. Monitoriamo le principali fonti di finanziamento, (ad esempio: partenariati internazionali; bandi ministeriali, regionali e territoriali). Supportiamo l'impresa nello sviluppo del mercato internazionale. Realizziamo analisi di mercato e definiamo le più adeguate strategie di penetrazione commerciale. 

CNA Hub 4.0 si avvale della collaborazione di importanti Partner qualificati come Iqc, Crit, e Idea-re
Scarica qui la brochure 

Al momento è avviato il Progetto "Il futuro a 4 passi".
E' partita la prima fase che intende valutare il livello di maturità tecnologica dell'azienda che si rende disponibile, attraverso un check up che si attua compilando un questionario entro il 31 gennaio. Subito dopo verrà elaborata un'analisi di benchmarking. Dopodichè partirà la seconda fase in cui verranno avviati dei gruppi di miglioramento con cui si andranno ad identificare dei progetti di innovazione. Queste due prime fasi sono gratuite per le imprese che decidono di aderire.
Scarica qui presentazione  

Per maggior informazioni, per compilare il questionario, per avviare il tuo percorso di Impresa 4.0, contattare Linda Veronese Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o 0532/749263

 

 

 

 

 

Riapertura FONDO ENERGIA - FINANZIAMENTI PER INTERVENTI DI GREEN ECONOMY

Riapertura FONDO  ENERGIA - FINANZIAMENTI PER INTERVENTI DI GREEN ECONOMY
AGEVOLAZIONE: Tasso zero + fondo perduto

Risorse POR-Fesr  Regione Emilia Romagna (gestito da Unifidi E.R.)

 

Si tratta di un fondo rotativo di finanza agevolata riservato alle imprese in cui si realizza un progetto d’investimento  finalizzato all’efficienza energetica ed all’uso di energia rinnovabile, le stesse devono avere  sede o unità locale in Emilia Romagna. Il finanziamento  di importo fino a ad € 500.000 e con durata fino a 96 mesi è a tasso zero sul  70% del progetto ammesso, mentre il  restante 30% ad un tasso convenzionato con gli Istituti di Credito.

Il Fondo concede inoltre un CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO che copre le spese tecniche sostenute per la diagnosi energetica, e/o lo studio di fattibilità, e/o la preparazione del progetto di investimento.

L’importo massimo del contributo non potrà superare i 12,5% della quota pubblica di finanziamento ammesso e verrà erogato dopo la rendicontazione finale del progetto.

Le domande potranno essere presentate on line dal 01 Marzo al 07 Maggio 2018 (salvo esaurimento fondi).

Per approfondimenti  vi invito a leggere l’allegato.

Le imprese potranno rivolgersi al servizio credito:  Cna Servizi Finanziari Ferrara srl 0532/749111  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Bando alle Imprese del Comune di Voghiera a sostegno degli investimenti in sicurezza

CONTRIBUTI ALLE IMPRESE DEL COMUNE DI VOGHIERA A SOSTEGNO DEGLI INVESTIMENTI IN TECNOLOGIA PER LA SICUREZZA

 

A chi si rivolge

Possono   presentare richiesta per ottenere il contributo previsto dal seguente bando: Le imprese   con sede e/o unità locale nel COMUNE DI VOGHIERA

Ambiti di intervento

Il   presente bando è destinato l’acquisto di sistemi di sicurezza e dispositivi   per la riduzione dei flussi di denaro contante.

Periodo di apertura

Dal 20 FEBBRAIO 2018 AL 31   DICEMBRE 2018
  (SALVO CHIUSURA ANTICIPATA PER ESAURIMENTO RISORSE DISPONIBILI)

Risorse

Risorse disponibili

€ 4000,00

Il contributo riconoscibile è pari al 40%   dell’importo complessivo delle spese ammesse ed effettivamente sostenute (al   netto IVA e di altre imposte e tasse), sino ad un massimo di 1.000 euro di contributo.   Potranno comunque beneficiare del contributo camerale gli interventi il cui   costo minimo (spese ammesse) sia pari o superiore a 800,00 euro.

Spese Ammissibili

Tipologia   A

•   sistemi di video-allarme antirapina – configurati secondo

i   requisiti tecnici indicati nel capitolato di cui al Protocollo

d’intesa   siglato il 14 luglio 2009 tra il Ministero

dell’Interno   e le Associazioni imprenditoriali di categoria,

rinnovato   il 12 novembre 2013 -, in grado di interagire

direttamente   con gli apparati in essere presso le sale e

le   centrali operative della Polizia di Stato e dell’Arma dei

Carabinieri,   nel rispetto di quanto previsto dal D.Lgs. 30

giugno   2003 n. 196 “Codice in materia di protezione dei

dati   personali”, sulla tutela della privacy;

Tipologia   B

•   sistemi di video-allarme antirapina (ad es. controllati con

telecamere   e/o con sistemi di rilevamento satellitare che

interagiscono   direttamente con i centri di controllo

gestiti   da Istituti di vigilanza);

•   sistemi di video-sorveglianza a circuito chiuso e sistemi

antintrusione   con allarme acustico;

Tipologia   C

•   casseforti;

•   sistemi antitaccheggio;

• serrande   e saracinesche;

•   vetrine antisfondamento;

•   sistemi biometrici;

•   telecamere termiche;

•   sistemi di rilevazione delle banconote false;

•   dispositivi aggiuntivi di illuminazione notturna esterna;

•   casseforti e blindature antiesplosione;

•   installazione paletti antisfondamento;

•   automazione nella gestione delle chiavi.

Sono   inoltre ammissibili gli interventi di edilizia o adeguamento

impianti   elettrici, strettamente funzionali all'esecuzione degli

interventi   di cui al presente bando, nel limite del 10% della somma

delle   voci di spesa

Periodo di ammissibilità delle   spese

Sono ammesse a contributo le spese   (al netto di IVA ed altre imposte e tasse) comprovate da titoli di spesa   emessi nel periodo compreso tra l'1 GIUGNO 2017 E IL 31 MARZO   2019 (farà fede la data del documento di spesa)

Per maggiori informazioni e per la presentazione delle domande potete rivolgervi ad Amelia Grandi Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. e Ida Bruneo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. tel. 0532/749111

 

Bando qualificazione imprese extra-agricole e creazione nuove imprese extra-agricole

Scheda di Sintesi

GAL DELTA 2000 disciplina l'attuazione dell'avviso pubblico relativo agli interventi previsti nel Piano di Azione della Strategia di Sviluppo Locale del Delta emiliano-romagnolo del GAL DELTA 2000 di cui alla Misura 19 del PSR 2014-2020 della Regione Emilia Romagna per l'azione 19.2.02.05 "QUALIFICAZIONE IMPRESE EXTRA-AGRICOLE E CREAZIONE NUOVE IMPRESE EXTRA-AGRICOLE"

A chi si rivolge:  Possono presentare richiesta per ottenere il contributo previsto dal seguente bando le imprese localizzate nei comuni di BERRA, CODIGORO, COMACCHIO, FISCAGLIA, GORO, JOLANDA DI SAVOIA, LAGOSANTO, MESOLA, OSTELLATO, PORTOMAGGIORE E IN PARTE DEI COMUNI DI ARGENTA, ALFONSINE, BAGNACAVALLO, CERVIA,CONSELICE,RAVENNA RUSSI.

Periodo di apertura Dall'11 Gennaio 2018 al 30 Marzo 2018
Possono beneficiare del contributo:
- Microimprese e piccole imprese singole o associate
- Persona fisica che intendono avviare una nuova impresa (soggetto proponente) individualmente o per conto di potenziali soci che si dovrà impegnare a costituire l'impresa esclusivamente nella forma di microimpresa o piccola impresa entro 60 gg dalla comunicazione del provvedimento di concessione ed esserne il legale rappresentante
- Piccole e microimprese anche in forma associata
- Nuove imprese, nella forma di microimpresa che non ha iniziato l'attività da più di 5 anni con riferimento alla data di iscrizione al registro delle imprese della Camera di Commercio
Le imprese devono rientrare obbligatoriamente nei seguenti codici ISTAT ATECO 2007:
- I-55 ALLOGGIO SOLO I CODICI: 55.10.00 ALBERGHI;55.20.1 VILLAGGI TURISTICI;55.20.2 OSTELLI DELLA GIOVENTU';55.20.4 COLONIE MARINE E MONTANE;55.20.51 AD ESCLUSIONE DEI BED AND BREAKFAST; 55.30.00 AREE DI CAMPEGGIO E AREE ATTREZZATE PER CAMPER E ROULOTTE
- I – 56 ATTIVITA' DEI SERVIZI DI RISTORAZIONE SOLO I CODICI: 56.10.11 RISTORAZIONE CON SOMMINISTRAZIONE
- H 49 TRASPORTO TERRESTRE E TRASPORTO MEDIANTE CONDOTTE SOLO I CODICI:49.30 ALTRI TRASPORTO TERRESTRE DI PASSEGGERI
- H-50 TRASPORTO MARITTINO E PER VIE DI ACQUA SOLO I CODICI H.50.1 TRASPORTO MARITTIMO E COSTIERO DI PASSEGGERI; H.50.3 TRASPORTO DI PASSEGGERI PER VIE D'ACQUA INTERNE
- H-52 SOLO I CODICI H.52.21.90 ALTRE ATTIVITA' CONNESSE AI TRASPORTI N.C.A; H 52.22 ATRE ATTIIVT' DEI SERVIZI CONNESSI AL TRASPORTO MARITTTIMO E PER VIE D'ACQUA
- N.77.21 NOLEGGIO DI ATTREZZATURE SPORTIVE E RICREATIVE; N.77.34 NOLEGGIO MEZZI DI TRASPORTO MARITTIMO E FLUVIALE; N 77.39.1 NOLEGGIO ALTRI MEZZI DI TRASPORTO TERRESTRE; N.79.9.20ATTIVITA' DELLE GUIDE E DEGLI ACCOMPAGNATORI TURISTICI; N.82.3 ORGANIZZAZIONE DI FIERE E CONVEGNI
- R.91.93 SOLO I CODICI 91.02 ATTIVITA' DEI MUSEI; 91.03 GESTIONE DEI LUOGHI E MONUMENTI STORICI E ATTRAZIONI SIMILI;91.04 ATTIVITA' DEGLI ORTI BOTANICI, DEI GIARDINI ZOOLOGICI E DELLE RISERVE NATURALI;93.21 PARCHI NATURAI E PARCHI TEMATICI
- S 95 SOLO I CODICI 95.29.02 RIPARAZIONE DI ARTICOLI SPORTIVI E ATTREZZATURE DA CAMPREGGIO (INCLUSE BICICLETTE)
- IMPRESE NELL'ARTIGIANATO ARTISTICO TRADIZIONALE E DI QUALITA' COME DEFINITO DALL.ART. 10 DELLA L.R 1/2010 A CONDIZIONE CHE PARTE DELLA PRODUZIONE SIA PRESENTATA E OFFERTA PER LA VENDITA DIRETTA AL PUBBLICO
I beneficiari dovranno possedere la titolarità delle aree e degli edifici per una durata non inferiore a 5 anni dalla liquidazione del contributo per investimenti su beni mobili e per una durata non inferiore a 10 anni dalla liquidazione per investimenti strutturali (aree esterne e beni immobili)
Gli ambiti di intervento previsti dal bando sono:
- Ammodernamento e/o nuove realizzazioni dei locali e/o nuova installazione di arredi e/o attrezzature finalizzate alla tipicizzazione e qualificazione dei servizi turistici e delle attività ricettive;
- Ammodernamento e/o nuove realizzazioni dei locali e/o nuova installazione di arredi e/o attrezzature finalizzate alla commercializzazione dei prodotti di artigianato artistico tradizionale e di qualità e dei prodotti tipici locali;
- Introduzione e/o qualificazione di servizi turistici attraverso interventi finalizzati ad elevare lo standard qualitativo dei prodotti e dei servizi offerti compresa la ristorazione;
- Interventi finalizzati al miglioramento od implementazione di locali e/o attrezzature volte alla trasformazione e lavorazione di produzioni agricole per ampliare la gamma dei prodotti tipici del territorio;
- Realizzazione di servizi complementari alla ricettività esistente (centri fitness, centri benessere, aree giochi ecc.)
- Nuova ricettività turistica con particolare riferimento a strutture ricettive caratterizzate da elementi di tipicizzazione e di integrazione con il territorio rurale esistente (es. locande)
- Interventi per l'ottimizzazione dei consumi energetici (per autoconsumo) e la sostenibilità ambientale del ciclo di produzione dei servizi;
- Interventi inerenti l'uso delle nuove tecnologie della comunicazione;
- Interventi immateriali di promo commercializzazione nella misura massima del 20% dell'investimento complessivo

Risorse disponibili
€ 600.000,00
Il contributo in conto capitale riconoscibile è pari al 40% dell'importo complessivo delle spese ammesse ed effettivamente sostenute in seguito alla concessione del contributo, nel limite minimo di € 10.000,00 e massimo di euro 200.000,00 calcolato ed erogato nel rispetto delle norme fissate per gli aiuti in "de minimis".
Sono ammesse le seguenti spese:
PER LE IMPRESE NUOVE:
- parcelle notarili, consulenze per business plan, altre spese strettamente connesse alla creazione della nuova impresa (escluse imposte, tasse, diritti e bolli);

PER LE IMPRESE NUOVE ED ESISTENTI:

- Opere edili finalizzate alla costruzione, recupero e/o ristrutturazione di strutture adibite a forme di accoglienza, alla organizzazione di servizi mirati rispetto a specifici target turistici, alla vendita di prodotti tipici locali, dell'artigianato locale e artistico e dia latro genere che richiamino le tradizioni e specificità del territorio;
- Opere edili, attrezzature e macchinari per la realizzazione e/o qualificazione di piccoli laboratori artigianali finalizzati alla lavorazione e trasformazione di prodotti agricoli;
- Opere edili, attrezzature e macchinari finalizzati alla qualificazione e/o realizzazione di locali destinati alla riparazione di biciclette, alla realizzazione di bici-grill, compreso soluzioni pre-fabbricate;
- Attrezzature e mezzi ad utilizzo sportivo per targets turistici quali: acquisto di biciclette, comprese quelle elettriche, acquisto di altri veicoli elettrici ed altri mezzi utilizzati per attività turistiche ad alimentazione eco-compatibile come ad esempio piccoli minibus;
- Opere edili, attrezzature e macchinari finalizzati all'organizzazione dell'offerta turistica destinata al turismo fluviale compreso acquisto di piccole imbarcazioni e/o adeguamento e qualificazione delle imbarcazioni esistenti per il trasporto in valle, lagune e trasporto fluviale per scopi escursionistici;
- Opere, attrezzature e strumentazione finalizzate al risparmio energetico;
- Opere ed interventi di sistemazione delle aree di pertinenza esterna finalizzate a qualificare il paesaggio, compreso piantumazioni e arredi per esterno;
- Attrezzature, macchinari e strumentazioni e arredi necessari alla finalizzazione degli interventi;
- Spese di promozione e comunicazione nella misura del 20 % dei costi ammissibili;
- Spese generali nella misura del 10% dei costi ammissibili

Periodo di ammissibilità delle spese: Tutte le spese dovranno essere sostenute dopo la concessione del contributo

Per maggiori informazioni e per la presentazione delle domande potete rivolgervi ad Amelia Grandi Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. tel. 0532 749205

Bando ISI INAIL 2017

Il Bando è rivolto alle imprese intenzionate ad effettuare investimenti sulla sicurezza rientranti nelle seguenti tipologie di intervento:

  • Progetti di investimento per sostituzione di macchinari o installazioni di impianti (NO leasing)
  • Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale
  • Progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale dei carichi (carrelli, piattaforme, letti e/o attrezzature idonei al sollevamento di pazienti, etc.)
  • Progetti di bonifica di materiali contenenti amianto (MCA)
  • Progetti per micro e piccole imprese operanti nel settore del Legno e Materiali Ceramici
  • Progetti per micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria

Requisiti dei soggetti destinatari

Fra i vari requisiti che i soggetti destinatari del finanziamento devono rispettare, ricordiamo in particolare:

  • avere attiva nel territorio di questa Regione l’unità produttiva per la quale si intende realizzare il progetto;
  • essere nel pieno e libero esercizio dei propri diritti non essendo in stato di scioglimento o liquidazione volontaria né sottoposta a procedure concorsuali, quali fallimento, liquidazione coatta amministrativa, concordato preventivo, amministrazione controllata o straordinaria;
  • essere assoggettati e in regola con gli obblighi assicurativi e contributivi di cui al Documento unico di regolarità contributiva
  • non aver ottenuto, il provvedimento di ammissione al finanziamento nell’ultimo triennio

I TEMPI PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE BANDO ISI INAIL 2017 SONO DAL 19 APRILE al 31 MAGGIO 2018

Ammontare del contributo

Per i progetti di tipo 1,2,3,4 il contributo in conto capitale è pari al 65% delle spese ammesse ed è calcolato sulle spese sostenute al netto dell’IVA. Il contributo massimo erogabile è pari a euro 130.000 mentre il minimo è di euro 5.000
Per i progetti di tipo 5 (settore del Legno e della Ceramica) il contributo in conto capitale è pari al 65% delle spese ammesse ed è calcolato sulle spese sostenute al netto dell’IVA. Il contributo massimo erogabile è pari a euro 50.000 mentre il minimo è di euro 2.000.

Per i progetti di tipo 6 (produzione agricola primaria) il contributo in conto capitale è varia dal 40 al 50% delle spese ammesse ed è calcolato sulle spese sostenute al netto dell’IVA. Il contributo massimo erogabile è pari a euro 60.000 mentre il minimo è di euro 1.000.

Spese ammesse a contributo

Le spese ammesse a contributo devono essere riferite a progetti non realizzati e non in corso di realizzazione alla data del 31 maggio 2018.

Modalità di presentazione delle domande

L’accesso alla procedura on line e la relativa compilazione della domanda sarà possibile dal 19 aprile 2018 fino alle ore 18,00 del giorno 31 maggio 2018;
Il 7 giugno verrà comunicata la data del Click Day, come ogni anno vero e proprio spartiacque per l’ottenimento contributo 

Contattare i colleghi di Consulenza Sicurezza e Ambiente



Vuoi essere aggiornato sui Bandi e Finanziamenti di tuo particolare interesse?

Specifica quali compilando il modulo sottostante

Rimarrai aggiornato tramite mail!