News Turismo e Commercio

Pulizia degli arenili, riqualificazione dei Lidi e sicurezza. Le proposte della CNA al Comune di Copmacchio

Incontro alla presenza del sindaco Marco Fabbri. Ghedini (Cna Balneatori): “Vogliamo collaborare per migliorare la situazione”. Dalle aiuole e tenuta del verde, alla necessità di migliorare gli interventi dopo le mareggiate. Si propone anche di istituire un servizio di vigilanza notturno pubblico – privato.

Ghedini NicolaNei giorni scorsi, Cna Balneatori ha presentato all’Amministrazione comunale di Comacchio le proprie proposte per la riqualificazione e valorizzazione dei Lidi e delle attività degli stabilimenti balneari, alla presenza del sindaco Marco Fabbri e del vice – sindaco Denis Fantinuoli. All’incontro hanno preso parte, per Cna Nicola Ghedini, portavoce di Cna Balneatori, Linda Veronese, responsabile di Cna Turismo ed Enrico Zappaterra, responsabile della sede di Comacchio; per il Comune di Comacchio hanno partecipato anche Michele Saglioni, dirigente alle Concessioni demaniali e Fabiola Giorgi addetta allo Sportello Unico – Demanio.
“Si è trattato di un confronto molto produttivo – sottolinea Nicola Ghedini - improntato all’ascolto e allo spirito di collaborazione”. Diverse le proposte presentate a nome dei balneatori associati, che vanno dalla pulizia degli arenili al grosso tema della riqualificazione e rigenerazione urbana dei Lidi, dallo snellimento delle procedure burocratiche alla questione della sicurezza notturna delle spiagge.
In merito alla pulizia dell’arenile, Cna ha sostenuto la necessità di intervenire con maggiore tempestività dopo il verificarsi di importanti mareggiate (anche in autunno - inverno), per eliminare materiale ingombrante e rifiuti vari che, col passare del tempo, rischiano di essere seppelliti dalla sabbia entrando a far parte della spiaggia. Ciò provoca danni all’ambiente e problemi di sicurezza per i bagnanti o i cittadini che si trovino a passeggiare lungo l’arenile, nonchè disagi per l’installazione di attrezzature stagionali. Cna Balneatori propone di effettuare la pulizia dell’arenile esclusivamente all’occorrenza, dopo le mareggiate, in alternativa a quella ordinaria mensile tra ottobre - marzo. Su questo punto, si sono espressi, gli amministratori hanno precisato che il budget impiegato per la pulizia delle spiagge (500.000 euro all’anno) non può essere incrementato, mentre i dirigenti di Clara Ambiente, che sono stati chiamati a partecipare all’incontro su questo punto, hanno dato la disponibilità a verificare la fattibilità della proposta di Cna, pur sottolineando la limitatezza del personale dell’azienda da poter attualmente impiegare su questo versante.
Riqualificazione Lidi. Altro tema particolarmente avvertito da Cna, quello della necessità di interventi di ripristino dei marciapiedi, delle strade, numerose delle quali attualmente in condizioni di dissesto, dell’arredo pubblico, con la sostituzione, ad esempio, di piante e allestimenti poco solidi e cedevoli con altre tipologie più resistenti. “Non abbiamo avanzato solo richieste, ma offerto all’Amministrazione anche la nostra disponibilità a contribuire concretamente a migliorare la situazione attuale – precisa Ghedini – Ad esempio, esplorando la possibilità, da parte degli stessi imprenditori, di concorrere all’abbellimento e personalizzazione delle aiuole e degli spazi di arredo urbano, agevolando chi vuole investire privatamente in questo ambito. Su questo punto, abbiamo ricevuto piena disponibilità dal sindaco e ci siamo impegnati a verificare gli eventuali interessati a partecipare al progetto”.
Altri gli argomenti al centro del produttivo incontro, lo spinoso problema della sicurezza notturna delle spiagge, oggetto di atti di vandalismo, che Cna propone di affrontare creando le condizioni per la creazione di un apposito servizio di vigilanza basato sulla collaborazione tra pubblico e privato. Infine, le spiagge libere che andrebbero, a parere dell’Associazione, meglio regolamentate per garantire la sicurezza degli ospiti e un minimo di decoro (raccoglitori rifiuti, pulizia battigia, gestione animali, servizi pubblici, ecc.) e il tema della semplificazione delle procedure autorizzative riferite alle aree demaniali.

 Leggi ancheCna Balneatori chiede di velocizzare la vidimazione delle concessioni balneari prorogate dalla legge di bilancio

Commenta (0 Commenti)

Incontro su contributi e soluzioni digitali per il Commercio al Dettaglio

Argomenti trattati in questo articolo:

Seminario Tecnico
L’innovazione del settore Commercio al dettaglio: contributi pubblici e possibili soluzioni tecnologiche
Martedì 28 maggio 2019 ore  13.30 - CNA Ferrara, via Caldirolo 84 - Sala Direzione


Il seminario intende approfondire le opportunità che il nuovo Bando regionale (POS FESR 2014/2020 Azioni 3.3.3 e 3.3.4) mette a disposizione delle attività del Commercio al Dettaglio per dare un nuovo impulso di innovazione e accrescerne così la competitività.
Sarà anche un’occasione per conoscere fornitori di soluzioni digitali che possono fornire stimoli alla valutazione delle possibili scelte che rientrano nel bando.

Ore 13.30 Registrazione
- Presentazione “Bando per l’innovazione nel settore del commercio al dettaglio
Amelia Grandi, Responsabile Ufficio Promozione e Incentivi
- Confronto con Operatori del settore della Comunicazione e ICT
- Domande&Risposte
Ore 15.30 Chiusura lavori

Per partecipare è richiesta la prenotazione scrivendo a Linda Veronese, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. con indicato “Partecipazione Bando Commercio – 28/5” e i propri riferimenti di contatto.

Commenta (0 Commenti)

Stato di incuria per il pontile di Lido di Volano. Cna: è un danno per il turismo, occorre sia riparato al più presto

Preoccupazione tra gli operatori locali, in vista della prossima stagione balneare. Un riferimento importante per turisti e villeggianti.

PontileLVDalla mareggiata dello scorso ottobre, in seguito al quale ha riportato danni importanti, il pontile di Lido di Volano vive una stagione di abbandono e trascuratezza. Una situazione che gli operatori turistici del Lido associati a Cna valutano con dispiacere e preoccupazione, specie a poco tempo dalla prossima stagione turistica e balneare. Meta abituale delle rituali passeggiate in riva al mare dei villeggianti e di innumerevoli pescatori amatoriali, il pontile, prospiciente i bagni Franco e Giamaica e a pochi passi dalla piazzetta del Lido di Volano, offre oggi un triste spettacolo. Ma rappresenta anche un problema per la sicurezza di chi spesso tenta, nonostante le reti di protezione, di percorrerne la lunghezza in direzione del mare.
“E’ ingiusto – puntualizza Linda Veronese, responsabile provinciale di Cna Turismo - che questa struttura, di particolare valore per Lido di Volano, tanto ormai da rappresentarlo e costituirne uno dei luoghi più amati e distintivi, sia lasciata all’incuria. Già da tempo, da quando è cambiato il ruolo della Provincia, gli imprenditori di Lido di Volano lamentano che non venga più svolta l’ordinaria manutenzione. Ma ora, nell’imminenza dell’apertura della nuova stagione, la situazione si presenta con una certa gravità: nessun segnale che il pontile finalmente si avvii ad essere sistemato, nessuno che risponda alle sollecitazioni dei nostri operatori turistici locali, facendosi carico istituzionalmente di risolverne la situazione di precarietà. Rimane così inutilizzabile un’importante attrazione del Lido, mentre cresce la preoccupazione degli imprenditori”.
“Per questo – conclude la responsabile provinciale di Cna Turismo - la nostra Associazione chiede formalmente a chi di competenza di dare tempestivamente risposta concreta al problema del pontile e in tempi celeri”.

Commenta (0 Commenti)

Convegno: Il tuo immobile a fini turistici? soluzioni di ricettività - 28 febbraio 19

Convegno Ricettività A5
Giovedì 28 Febbraio 2019 ore 17, in Manifattura dei Marinati a Comacchio, CNA Turismo e Commercio organizza un incontro volto ad approfondire la tematica della Ricettività extralberghiera, di come sta evolvendo la domanda e l'offerta turistica in questo ambito, lo scenario normativo e le opportunità che sia i Privati che gli Imprenditori possono cogliere utilizzando propri immobili a fini turistici contribuendo ad arrichchire l'offerta del territorio. 

Questo convegno è rivolto a tutti coloro vogliono comprendere meglio come valorizzare i loro immobili a fini turistici, ,con le regole e le opportunità attualmente in campo, in un mercato turistico in evoluzione, dove internet gioca un ruolo da protagonista.

PROGRAMMA

Apertura Lavori - Diego Benatti, Direttore di CNA Ferrara

Saluti - Riccardo Pattuelli, Ass.re Strategie turistiche Comune di Comacchio

“CNA Hosting” per valorizzare la ricettività turistica del nostro territorio - Dario Guidi, Presidente CNA Turismo e Commercio di Ferrara

Le varie forme di ricettività extra-alberghiere, come orientare una scelta - Stefania Tomei, consulente di Sixtema

Ricava, il progetto di riqualificazione immobili - Enrico Zappaterra, Responsabile CNA Area Delta

Opportunità per lo sviluppo turistico del territorio - Lorenzo Marchesini, Presidente Delta 2000 

GALMAB UNESCO un brand di valore per il Delta - Maria Pia Pagliarusco, Direttore Parco Delta del Po

Conclusioni - Davide Bellotti, Presidente di CNA Ferrara


Il convegno è gratuito ma è richiesta la registrazione. Compila qui la scheda di registrazione. Per info contattare Linda Veronese, Responsabile CNA Turismo e Commercio di Ferrara al Tel 0532 749263,al Tel 0532 749263,cell. 348 1002915,Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Commenta (0 Commenti)

Cna Balneatori chiede di velocizzare la vidimazione delle concessioni balneari prorogate dalla legge di bilancio

La richiesta a Regione e Comune tesa a formalizzare celermente la nuova durata delle concessioni demaniali. Ciò può consentire il rilancio degli investimenti delle imprese balneari

mareGli uffici Cna di Comacchio e di Codigoro sono pronti a raccogliere le prenotazioni dei balneatori associati per la presentazione delle istanze specifiche necessarie a richiedere al Comune di Comacchio la vidimazione ufficiale della proroga delle concessioni demaniali marittime con finalità turistico-ricreativa, cioè quelle legate agli stabilimenti balneari. Allo scopo di favorire il raggiungimento di un risultato concreto e rapido è in corso, proprio in queste ore, una positiva interlocuzione con gli Enti Locali della Costa e la Regione Emilia Romagna per concordare le forme più idonee da adottare. Per questo Cna ha deciso di raccogliere sin d’ora le prenotazioni per l’inoltro dell’istanza di vidimazione per ogni singola impresa associata.
“Il rinnovo effettivo delle concessioni – afferma Nicola Ghedini, portavoce di Cna Balneatori - consentirà alle imprese di mettere in campo una realistica ipotesi di ripresa degli investimenti, oramai necessari nelle strutture di spiaggia, ma fermi da anni proprio a causa della Bolkestein; contribuendo così a ridare vitalità all’intero settore balneare e a tutto l’indotto (turismo, commercio, artigianato, servizi)”.
“Siamo certi – prosegue Ghedini - che il Comune di Comacchio colga in pieno l’urgenza di compiere questo atto conseguente alla proroga di 15 anni presente nella legge di Bilancio 2019. Come Cna, naturalmente, non ci fermeremo a questo risultato e continueremo a batterci per una soluzione legislativa che porti definitivamente la categoria fuori dalla giurisdizione della direttiva servizi Bolkestein, in cui è stata erroneamente inserita”.

Nei giorni scorsi Nicola Ghedini, portavoce di CNA Balneatori, ha incontrato il Sindaco di Comacchio Marco Fabbri ed ha avanzato una serie di proposte per la sicurezza e la bellezza dei Lidi. 

Ne parliamo in questo articolo.

Commenta (0 Commenti)

Bolkestein, il Governo condivide la linea dei balneatori. In attesa della legge che riconosca i diritti degli attuali stabilimenti

Argomenti trattati in questo articolo:

Il responsabile nazionale Tomei intervenuto all’Assemblea dei balneatori della Cna a Lido di Spina.

Il portavoce Ghedini propone al Comune di Comacchio un tavolo per velocizzare e snellire le pratiche burocratiche

Ferrara - La Bolkestein può davvero cessare di costituire un motivo di grave pregiudizio per l'attività dei balneatori? La strada verso la soluzione sembra sia stata imboccata, in seguito alla condivisione delle linee interpretative della Direttiva proposte da Cna Balneatori da parte del Governo. Ne ha parlato Cristiano Tomei, responsabile nazionale di Cna Balneatori all'assemblea degli stabilimenti balneari associati, che si è tenuta al Bagno Kursaal a Lido di Spina. "Ci siamo incontrati con il ministro Centinaio, trovandoci sulla stessa lunghezza d'onda – ha riferito Tomei – Ora chiediamo al Governo che attui la necessaria riforma nei tempi più rapidi possibili". Ciò che Cna Balneatori sostiene in sintesi (e che dovrebbe essere contenuto nella nuova legge) è la non applicazione della Direttiva alle attuali attività balneari, che dovrebbero essere escluse dalle aste, in quanto esiste ampia disponibilità di aree demaniali per nuove iniziative imprenditoriali. Di conseguenza, le imprese balneari già operanti potrebbero continuare a svolgere la loro attività per un tempo illimitato.

Una linea pienamente sostenuta dal portavoce dei balneatori della Cna Nicola Ghedini, il quale, aprendo l'incontro ha voluto ringraziare Tomei per la coerenza e la determinazione con la quale l'Associazione ha rappresentato le ragioni degli stabilimenti balneari, supportando una categoria che, comunque, in questi anni ha continuato a credere nella propria attività, realizzando investimenti per essere all'altezza delle nuove domande e garantendo qualità e servizi competitivi.

In riferimento alla situazione degli stabilimenti dei Lidi, Ghedini ha evidenziato, inoltre, tra le questioni da affrontare in vista della prossima stagione balneare, quella della burocrazia. "La nostra attività - ha ricordato il portavoce dei balneatori – ci porta a confrontarci con diversi Enti (Capitaneria di porto, Demanio, Comune, Dogana, Usl), ciascuno con le proprie regole e interpretazioni normative. Il nostro lavoro ne risulta fortemente complicato e reso difficile dalla molteplicità di procedure e autorizzazioni che ci vengono richieste". Sarebbe importante arrivare ad un coordinamento tra gli Enti, ha auspicato Ghedini che ha poi proposto la creazione di un tavolo di lavoro tra Comune di Comacchio e balneatori volto a individuare modalità operative chiare e condivise con l'obiettivo di velocizzare e snellire le procedure autorizzative. 

 

Commenta (0 Commenti)

Il 27 settembre l’assemblea di CNA Balneatori sulla Bolkestein

Argomenti trattati in questo articolo:

Nicola Ghedini portavoce dei Balneatori Cna: puntare su qualità e riqualificazione di strade, arredo urbano e servizi

Per la stagione balneare numeri in rosso ma c’è un ritorno ai Lidi che lascia sperare

Il 27 settembre Cna ha convocato a Lido di Spina l'Assemblea di tutti i balneatori dei sette Lidi con il coordinatore nazionale di categoria Cristiano Tomei. Si riparlerà certamente di Bolkestein, tema ancora sul tappeto in mancanza di una legge nazionale. Della quale le imprese balneari hanno assoluto bisogno per dare un futuro alla loro attività.

"In questi anni gli stabilimenti balneari dei nostri Lidi – spiega Nicola Ghedini, portavoce provinciale di Cna Balneatori e titolare del Bagno Kursaal di Lido di Spina - hanno realizzato investimenti importanti per offrire più qualità e servizi ai propri clienti. In assenza di norme chiare che ne riconoscano il ruolo fondamentale nel sistema turistico e balneare italiano, è però chiaro come non sia loro possibile programmare a lungo termine".

All'Assemblea del 27 si farà anche il punto sull'andamento della stagione turistica che si sta concludendo. I dati della Regione mostrano un quadro non positivo: a fine luglio un – 4,7% di presenze complessive rispetto al 2017, manca però ancora il mese di agosto. "Il calo – osserva Ghedini – tocca principalmente i campeggi (-8,5%) e, in parte, le strutture alberghiere, mentre c'è un dato lievemente positivo per gli appartamenti gestiti dalle agenzie (+1,8%). I problemi esistono e vanno affrontati, ma ci sono anche aspetti positivi, che dobbiamo comprendere meglio per individuare soluzioni nuove e migliorare la nostra offerta turistica. E' necessario prendere atto che la crisi, insieme ad altri fattori, ha contribuito a cambiare il volto del turismo balneare, che le modalità di fruizione del prodotto balneare sono oggi diversificate. Da una parte è aumentato il fenomeno de pendolarismo dei week end, ma nel contempo assistiamo ad un ritorno dei proprietari delle seconde case, che scelgono il nostro mare come destinazione principale della loro vacanza".

Cosa comporta questo per le imprese balneari? "In questi ultimi anni – sostiene il portavoce dei balneatori Cna - la maggior parte delle nostre attività ha incrementato fortemente la propria offerta migliorandone la competitività anche nei prezzi, soprattutto per andare incontro alle richieste dei turisti che guardano con attenzione al tutto compreso e alla convenienza. Dall'altra, abbiamo dovuto cercare di soddisfare una domanda di attività sociali e ricreative che, obiettivamente, negli ultimi anni sono venute nettamente calando. Ormai anche il cosiddetto dopo spiaggia è parte della nostra attività, che comincia alla mattina, al sorgere del sole, per finire a tarda sera. Per altro, si coglie sempre di più, in molti turisti che avevano abbandonato i nostri lidi, il piacere di godersi il mare con pienezza".

In sostanza, clima e perdurare della scarsa domanda interna sembrano aver contribuito a riavvicinare molti al nostro mare, seppure con limiti legati alle permanenze e ai pernottamenti. Indubbiamente esistono problemi più strutturali, che rendono meno attrattivi i Lidi comacchiesi rispetto ad altre località balneari. "Siamo giunti ad un punto tale da non poter più essere ignorato. La pessima manutenzione delle strade, il degrado e le cattive condizioni dell'arredo urbano, soprattutto di una parte dei Lidi come Spina, sono un fattore che allontana anziché avvicinare turisti. E' assolutamente necessario arrestare questo declino, perché veramente il turismo balneare è una delle carte più importanti che abbiamo da giocare per l'economia del nostro territorio".

Commenta (0 Commenti)

Al via il piano Spiagge Sicure 2018 in 54 Comuni

Due milioni e cinquecentomila euro.  È l’ammontare dello stanziamento proveniente dal Fondo Unico giustizia che sarà corrisposto ai 54 comuni rivieraschi a vocazione turistica che hanno presentato progetti idonei per il piano Spiagge sicure – Estate 2018, illustrato lo scorso 6 luglio dal Ministero dell’Interno.

I progetti riguardano principalmente l’assunzione a tempo determinato di personale della polizia locale, il pagamento degli straordinari, l’acquisto di mezzi e attrezzature da fornire al personale dei comuni per il contrasto all’abusivismo commerciale e la realizzazione di campagne di sensibilizzazione.

15 comuni beneficiari si trovano al Nord, 23 al Centro e 16 al Sud (vedi allegato).

I requisiti indicati prevedevano che ad accedere ai fondi fossero i comuni costieri a vocazione turistica, non capoluogo di provincia, con una popolazione non superiore a 50mila abitanti e con un indicatore di affollamento nelle strutture ricettive non inferiore a 500mila presenze annue, secondo i dati Istat. 72 rispondevano a queste caratteristiche e di  questi solo 61 avrebbero potuto accedere ai fondi tenuto conto del vincolo che prevedeva potessero essere finanziati non più di tre comuni per provincia.

Le proposte progettuali sono state presentate in prefettura e approvate dai comitati provinciali per l’ordine e la sicurezza pubblica: 54 i progetti ritenuti validi e destinatari dei fondi per un massimo finanziabile di 50mila euro.

 

Consulta l'elenco dei comuni beneficiari spiagge sicure

Commenta (0 Commenti)

Approvazione modalità e termini per la comunicazione dei periodi di apertura e chiusura delle struttura ricettive e dei Bed and Breakfast

Con la presente si pubblica l’atto della Regione Emilia Romagna di approvazione delle modalità e dei termini per la comunicazione dei periodi di apertura e chiusura delle strutture ricettive dei bed and breakfast. 

 

Leggi la delibera

Commenta (0 Commenti)

Incontro CNA Balneatori con il Ministro degli Affari Regionali

Nell'ambito dei numerosi incontri istituzionali messi in agenda dalla nostra Confederazione con gli esponenti del Governo e del Parlamento, una delegazione di CNA guidata dal presidente nazionale, Daniele Vaccarino, ha incontrato ieri il ministro per gli Affari Regionali, Erika Stefani. L'incontro ha rappresentato un primo proficuo momento di confronto su questioni di grande interesse per le piccole imprese.

Durante l'incontro è stato affrontato anche il delicato tema della questione balneare italiana e della necessità di riconoscere finalmente le legittime aspettative delle oltre 30mila imprese balneari, fondamentali nella qualificazione dell'offerta turistica italiana.

Al termine dell'incontro sono state consegnate al Ministro le proposte di CNA, approvate al termine dell'Assemblea nazionale di CNA Balneatori tenutasi a Carrara lo scorso 26 febbraio, per il riordino normativo delle concessioni demaniali marittime ad uso turistico e ricreativo (vedi allegato). 

 

Commenta (0 Commenti)

Notte Rosa 2018: Linee guida per le strutture ricettive e le strutture del commercio

Destinazione Turistica Romagna ha diramato le seguenti linee guida in vista della Notte Rosa 2018 (venerdì 6 luglio prossimo)

1) Allestimenti e scenografie rosa nelle strutture ricettive e del commercio
Premesso che ogni personale iniziativa di allestimento tesa ad arricchire l’impatto scenografico complessivo è ben accolta, quello che si chiede è di rispettare i seguenti standard minimi condivisi, creando aspettativa in attesa dell’evento e del suo culmine nel weekend di luglio:
           a) Passatoia Rosa – Pink Carpet posizionata all’ingresso della struttura ricettiva e incorniciata da almeno due grandi bandiere rosa in posizione di visibilità (per esempio misure 90x150 cm o a sviluppo verticale 80x200 oppure 100x300).
           b) Bandiere Rosa all’esterno e all’interno della struttura ricettiva o del commercio
           c) Welcome Pink Drink a tutti gli ospiti
           d) Pink Menù
           e) Trucco e acconciature rosa ad opera di parrucchieri e hair styler

Il rosa utilizzato negli allestimenti dovrà essere quanto più simile al colore pantone 244 CVU.§

2) Organizzazione di un photo contest “Pink Award”
Sulla base del claim “Pink Your Life” e dell’immagine grafica del manifesto 2018 che rappresenta una variopinta “crew”, si chiede di organizzare e comunicare ai propri ospiti il photo contest denominato “Pink Award”, invitandoli a fotografarsi singolarmente o in gruppo e premiandoli attraverso categorie pre-individuate, quali ad esempio:
 Il miglior travestimento rosa
 La più divertente crew rosa
 La migliore coreografia rosa
 La migliore dichiarazione rosa
 Il più bel bacio rosa
Le foto condivise dagli stessi ospiti sulle pagine social ufficiali dell’evento La Notte Rosa hashtag: #PinkYourLife e #LaNotteRosa18, in base ai like ricevuti dovrebbero essere premiate dagli stessi operatori con particolari “Pink Awards”: dall’oggetto rosa alla cena rosa, dal weekend rosa alla settimana rosa, in piena libertà. La Destinazione Turistica Romagna in collaborazione con A.P.T. Servizi Emilia Romagna si impegna a dare visibilità a tali iniziative segnalate dagli operatori, sui propri mezzi di comunicazione on line e off line (comunicati stampa, riprese video, social e web).

3) Comunicazione e promozione dell’evento
Come ogni anno dal sito è possibile scaricare sia i banner che il materiale per operatori alla pagina http://www.lanotterosa.it/materiale.php. Per un’efficace azione comunicativa dell’evento si invitano le strutture ricettive a dare la massima visibilità agli strumenti ed i contenuti messi a disposizione sul sito ufficiale www.lanotterosa.it.

Si invitano le associazioni di categoria a divulgare la presente informativa alle strutture ricettive e del commercio, stimolando la partecipazione dei propri associati.

 

Ringraziando anticipatamente per la collaborazione, rimaniamo a disposizione per eventuali chiarimenti.

Destinazione Turistica Romagna – sede legale presso APT Servizi srl – P.le Fellini n.3, Rimini
C.F. n. 91165780403 pec: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Tel. 0541/716414 – 0541/716386

CONSULTA IL DOCUMENTO

 

pinkyourlife

Commenta (0 Commenti)

Comunicato Stampa CNA Balneatori Nazionale su Bolkestein

Argomenti trattati in questo articolo:

Questo il link al comunicato stampa diramato da CNA nazionale in relazione alla volontà espressa dal Governo e dal Presidente del Consiglio dei Ministri di proporre al Consiglio dell’Unione Europea soluzioni volte a risolvere le conseguenze negative provocate dalla Direttiva Servizi, cosiddetta Bolkestein.

 

Cna Balneatori – lo si legge nel comunicato - chiede, inoltre, di intraprendere con immediatezza tutte le iniziative mirate a escludere, dall’applicazione della Direttiva stessa, le concessioni demaniali marittime.
Evidenziamo, altresì, il link con la notizia pubblicata sul sito di CNA nazionale.


http://www.cna.it/cna/raggruppamenti-di-interesse/turismo-e-commercio/notizie/cna-balneatori-apprezziamo-la-volonta#.WzToP9X-ipo

 

 

Commenta (0 Commenti)

Aperta la terza edizione di SUN Next (10-11-12 ottobre 2018)

AL VIA SUN NEXT, LA SELEZIONE DELLE MIGLIORI START UP PER IL TURISMO ALL’ARIA APERTA

Aperta  la call il 19 giugnoe sarà possibile candidarsi fino al 24 Luglio 2018.

Possono candidarsi start up innovative e non, giovani imprese innovative, costituite dal 1° gennaio 2015 fino alla data di presentazione della domanda, che presentino servizi e prodotti rivolti al turismo all’aria aperta e in particolare agli stabilimenti balneari.

Saranno messi a disposizione 10 spazi espositivi gratuiti in occasione della fiera SUN di Rimini (10-11-12 ottobre 2018).

In allegato il comunicato stampa e la call SUN Next 2018 che potete anche scaricare al link: http://www.cnaemiliaromagna.it/doc/SUNNext2018.pdf

 

Per informazioni:

CNA Emilia Romagna tel. 051 2133125 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

SCARICA IL COMUNICATO STAMPA E LA CALL 

 

sun-next

Commenta (0 Commenti)

CNA Balneatori a Bruxelles, la questione italiana delle concessioni demaniali marittime

Un appello degli eurodeputati italiani al Parlamento e al Governo del nostro Paese affinché si impegnino a discutere e a varare in tempi brevi la riforma delle concessioni demaniali marittime, una riforma che dovrà essere orientata al riordino del settore e al superamento degli effetti pregiudizievoli della Direttiva Bolkestein.

E' il risultato del Meeting organizzato mercoledì 20 giugno a Bruxelles da CNA Balneatori, alla presenza degli eurodeputati Lara Comi di Forza Italia, Andrea Cozzolino del Pd e Marco Zullo del M5S, sul tema "La questione italiana delle concessioni demaniali marittime".

Gli europarlamentari si sono dichiarati pronti a sostenere a Bruxelles la riforma che l'Italia metterà in campo e che dovrà essere mirata a stabilizzare le attuali concessioni e a dare alle imprese la certezza della continuità aziendale.

Al Meeting hanno partecipato, oltre ai rappresentanti delle forze politiche italiane all'Europarlamento, dirigenti della Commissione e del Comitato economico e sociale europei, diplomatici, il vicepresidente della CNA, Giuseppe Oliviero, la portavoce di CNA Balneatori, Sabina Cardinali, e il coordinatore nazionale CNA Balneatori, Cristiano Tomei.

Nel dibattito è stata messa in luce la specificità del comparto balneare che, con le sue peculiari connotazioni familiari, costituisce un fattore essenziale dell'economia turistica italiana.

Commenta (0 Commenti)

Ordinanza Comune di Ferrara Palio 2018 - Divieto di somministrazione e vendita di bevande alcoliche per i locali situati nella zona di Piazza Ariostea

In occasione della giornata conclusiva del "Palio di Ferrara 2018" domenica 27 maggio in Piazza Ariostea la Questura di Ferrara ha segnalato la necessità di vietare la somministrazione e vendita di bevande alcoliche (birra compresa) oltre i 5° e di tutte quelle superalcoliche e divieto di vendita per asporto di bevande, di qualunque genere e qualunque gradazione alcolica, contenute in recipienti in vetro e metallo per i locali situati nella zona di Piazza Ariostea. Tale divieto è in vigore per la giornata del 27/05 dalle ore 10.00 alle ore 21.30. 

Vedi l'ordinanza completa 

 

Commenta (0 Commenti)

Nicola Ghedini, titolare del Bagno Kursaal di Lido di Spina, nuovo portavoce degli stabilimenti balneari Cna

Argomenti trattati in questo articolo:

Necessario sostenere gli investimenti dei balneatori

Bolkestein, si metta fine a misure punitive verso gli stabilimenti

Nicola Ghedini, titolare del Bagno Kursaal di Lido di Spina, è il nuovo portavoce dei balneatori della Cna. Noto imprenditore, da tempo impegnato su più versanti nella rappresentanza della categoria (è, tra l'altro, consigliere del Cesb), Ghedini esercita la sua attività da oltre 18 anni, con instancabile passione rivolta a garantire alla propria clientela servizi e qualità, grazie a investimenti continui e progetti di sviluppo.Ghedini Nicola

La crisi di questi anni ha creato grandi difficoltà, colpendo il turismo e le nostre imprese. A penalizzare gli stabilimenti balneari si è poi aggiunta la irettiva Bolkestein che ha reso tutto più incerto, scoraggiando investimenti e progetti di riqualificazione lungo le nostre coste e, soprattutto, non riconoscendo i diritti e il lavoro delle piccole imprese, che hanno contribuito a realizzare un sistema turistico balneare, come quello della nostra regione, apprezzato in tutto il mondo. Ora emerge che lo stesso autore della Direttiva, l'ex Commissario Bolkestein, afferma che in realtà la disposizione non riguarda i balneatori. E' arrivato davvero il momento di mettere fine a queste misure incomprensibili e persecutorie nei confronti della nostra categoria, lasciando gli imprenditori liberi di investire e di svolgere serenamente il proprio lavoro, creando occupazione e ricchezza per il territorio".

In realtà, aggiunge il nuovo portavoce Cna, "gli stabilimenti balneari hanno più che mai bisogno di realizzare nuovi investimenti, per essere sempre più accoglienti nei confronti della loro clientela, attrattivi verso nuove potenziali fasce di turisti. E lo fanno, attraverso grandi sforzi e risorse proprie. Ènecessario che le Amministrazioni pubbliche, a partire dal Comune, sostengano questo forte impegno, ad esempio attraverso un reale snellimento della burocrazia demaniale e la predisposizione di incentivi ad hoc".

Con l'Amministrazione comunale, Ghedini intende avviare, insieme ai balneatori della Cna della zona, un confronto di merito sui problemi degli stabilimenti. "C'è prima di tutto un tema riferito alla sistemazione delle strade, del lungomare e dell'arredo urbano dei Lidi, che non si può più rinviare, se vogliamo davvero garantire un sistema balneare adeguato alle domande dei turisti, particolarmente stranieri".

Commenta (0 Commenti)

CNA premia il Bagno Ristorante Europa di Portogaribaldi: un'impresa familiare che dà valore al territorio da più di 60 anni

Un riconoscimento alla storia di una impresa, il Bagno Ristorante Europa di Portogaribaldi, capace di trarre la propria forza dall’unità della famiglia e dalla sue radici – antiche di decenni – nella propria comunità locale. Una storia di ristoratori che amano tramandare, di generazione in generazione, vecchie ricette nate tra le valli e i Trepponti: brodetto d’anguilla a «becco d’asino», anguilla anguilla nella verza, risotto di pesce…, proponendole come parte fondante della propria identità. E che a questa missione hanno dedicato il lavoro di una vita, facendone ancora oggi una passione ben viva e largamente apprezzata.

E’ questo percorso imprenditoriale che Cna ha voluto premiare, consegnando alla famiglia Barillari – Fantini, che gestisce il Bagno Ristorante, una targa celebrativa per i 63 anni e oltre di attività, facendone un esempio emblematico di un modo di fare impresa che ha contribuito largamente a dare valore all’economia comacchiese e al territorio del Delta più in generale. “Un’azienda e una famiglia immerse profondamente in questo territorio – ha sottolineato Davide Bellotti, presidente provinciale della Cna, consegnando ai titolari dell’Europa la targa celebrativa – che confermano come qui la storia dell’uomo sia profondamente integrata con l’ambiente, contribuendo a quelle tipicità e tradizioni che costituiscono oggi la leva preziosa di un progetto di sviluppo innovativo, basato sulle identità culturali come fattore di unicità fortemente attrattivo”.

Un modo di fare impresa basato sulla famiglia (a tutt’oggi sino impegnati nella gestione dell’attività di ristorazione e balneare 12 persone, tra padri, madri, figli e nipoti), ha ricordato Paolo Govoni, presidente della Camera di Commercio di Ferrara, modello di una economia che vede al centro le persone e il loro contributo alla comunità locale.

Un ringraziamento sentito, a nome di tutta la famiglia, è stato espresso da Gino Barillari, attuale amministratore delegato dell’Europa che ha voluto ricordare, commosso, anche i legami con la propria affezionata clientela, generazione dopo generazione. Sempre lì, in via dei ille, fin da quando Portogaribaldi era un semplice agglomerato di stabilimenti in legno, poco più di palafitte, come quella su cui è stato costruito l’Europa.

30710442 1941143045927952 3429709029998329856 o

Commenta (0 Commenti)

Comune di Comacchio: imposta di soggiorno 2018

Il Comune di Comacchio, con deliberazione del Consiglio Comunale n. 77 del 27/07/2017, ha istituito a partire dal 1° dicembre 2017 l’imposta di soggiorno per coloro che permangono nelle strutture ricettive del territorio.


FINALITA’ DELL’IMPOSTA DI SOGGIORNO
L’Imposta di soggiorno serve a finanziare gli interventi in materia di turismo, compresi quelli a sostegno delle strutture ricettive, manutenzione, fruizione e recupero dei beni culturali ed ambientali locali, nonché i servizi pubblici locali.


CHI PAGA L’IMPOSTA
Le persone non residenti nel Comune di Comacchio, che alloggiano nelle strutture ricettive, comprese case e appartamenti ad uso turistico, sul territorio comunale devono pagare, secondo le modalità previste nel Regolamento comunale, l’imposta di soggiorno per ogni pernottamento fino ad un massimo di 14 (quattordici) pernottamenti.


CHI NON PAGA L’IMPOSTA
Sono esenti dal pagamento dell’imposta di soggiorno:
1) i minori fino al compimento del dodicesimo anno di età;
2) i volontari che offrano il proprio servizio nel territorio comunale per emergenze ambientali ed umanitarie;
3) il personale appartenente alle forze di polizia, statali e locali, alle forze armate, al corpo nazionale dei vigili del fuoco e alla protezione civile, che soggiornano per esigenze di servizio;
4) gli autisti di pullman e gli accompagnatori turistici che prestano attività di assistenza a gruppi organizzati dalle agenzie di viaggio e turismo. L’esenzione si applica per ogni autista di pullman e per un accompagnatore turistico ogni venticinque partecipanti;
5) il personale dipendente del gestore della struttura ricettiva che ivi svolge attività lavorativa;
6) i portatori di disabilità con invalidità del 100% con idonea certificazione ed il loro accompagnatore (una persona per disabile).


COME SI PAGA
L’imposta va versata direttamente al gestore della struttura ricettiva presso la quale si è pernottato contestualmente al pagamento dell’importo previsto per il soggiorno.
Richieda sempre la ricevuta o simili al gestore attestante l’avvenuto pagamento dell’imposta di soggiorno.

 

QUANTO SI PAGA:
Con la deliberazione di Giunta Comunale n. 308 del 17/11/2017 sono state approvate per l’anno 2018 le tariffe a persona per notte fino a 14 pernottamenti consecutivi.

 

ALTRE INFORMAZIONI
Per conoscere ulteriori informazioni consulti il sito:
Sito Web: www.comune.comacchio.fe.it/index.php/I-Servizi/Servizio-tributi/Imposta-di-soggiorno
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

 

Commenta (0 Commenti)

CNA entra nel COMITATO PROMOZIONE TURISMO ITALIA

CNA entra nel Comitato permanente di promozione del turismo in Italia. Lo stabilisce un decreto datato 28 febbraio e firmato dal ministro Dario Franceschini. Costituito nel 2014, il Comitato ha lo scopo di strutturare in maniera omogenea la strategia per potenziare l’attività di promozione del turismo, settore che già oggi rappresenta uno dei pilastri dell’economia con numeri tutti in forte aumento. CNA è decisa a portare nel Comitato, in linea con la propria piattaforma associativa, il contributo allo sviluppo di questo eccezionale fattore di crescita. Forte del consenso di oltre 40mila imprese turistiche associate e del continuo confronto con tutti i soggetti del settore, CNA darà voce all’intera filiera del turismo, non solo agli operatori tradizionali ma, fatto ancor più rilevante, agli artigiani del turismo, portatori di istanze e di potenzialità nuove e tutte da valorizzare". Lo dichiara il presidente nazionale di CNA Turismo e Commercio, Luca Tonini, che rappresenta CNA nel Comitato.
Per maggiori informazioni, potete contattare Luca Grandini, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Commenta (0 Commenti)

Aggiornamento dei canoni annui relativi alle concessioni demaniali marittime per il 2018

Si comunica che con Decreto in data 5 dicembre 2017 è stato fissato nella misura di +1,35€ l'adeguamento delle misure unitarie dei canoni per le concessioni demaniali marittime per il 2018.

La misura minima di canone è stata adeguata ad 354,01€ a decorrere dal 1° gennaio 2018.

Per comodità ed uniformità di calcolo, si allegano anche le tabelle contenenti le misure unitarie dei canoni aggiornate all'attualità.

 

Commenta (0 Commenti)

Vuoi approfondire senza impegno questo argomento o semplicemente richiedere informazioni?

Contattaci compilando il modulo sottostante

Rispondiamo sempre a tutte le mail!

Bandi e Opportunità