News Benessere e Sanità

A lezione di Social Beauty: come promuovere i propri servizi di bellezza su Facebook e Instagram

Si terrà il 5 dicembre, organizzato da CNA, un seminario gratuito focalizzato sull'utilizzo delle due principali piattaforme social del momento: Facebook e Instagram. Obiettivo: insegnare a chi si occupa di bellezza, wellness e salute a promuovere i propri servizi.

Il seminario si svolgerà presso la sede di CNA Ferrara in via Caldirolo 84 a partire dalle 18 30. Sarà tenuto da Jessica Morelli, fotografa, comunicatrice, esperta di comunicazione visuale e formatrice di grande esperienza.

Immagine-seminario-sopcial-beauty-piccola

Come utilizzare Facebook ed Instagram per promuovere i servizi di acconciatura, estetica e wellness e distinguersi dalla massa

 

Mercoledì 5/12 - ore 18.30 - CNA Ferrara, Via Caldirolo 84 - FE
Seminario gratuito con Jessica Morelli,
fotografa, formatrice ed esperta di comunicazione visuale


La partecipazione è libera ma si prega di darne conferma scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Commenta (0 Commenti)

Moda, danza e bellezza sui Trepponti, la creatività e qualità delle imprese del territorio

Argomenti trattati in questo articolo:

Organizzata da Anam e CNA, si tiene il 22 luglio a Comacchio la manifestazione “Moda Danza Acconciature”, il cui ricavato sarà devoluto a Telethon

Comacchio - Sul prestigioso palco dei Trepponti di Comacchio, si terrà domenica 22 luglio la manifestazione organizzata da Anam e Cna "Moda Danza Acconciature", in collaborazione con Soroptimist e Telethon (cui sarà devoluto il ricavato della serata), Saverio Rizzetto e il patrocinio del Comune di Comacchio. L'evento è stato presentato oggi, con una conferenza stampa al Bettolino di Foce, da Giordano Conti, presidente Anam e presidente dell'Area Cna del Delta, alla presenza di una rappresentanza dei tantissimi protagonisti della iniziativa, che si propone quest'anno, oltre che in un luogo di straordinaria bellezza e suggestione, con un intenso e articolato programma.

"Siamo particolarmente orgogliosi – ha esordito Conti - di offrire un intrattenimento che ritengo molto ricco, bello e importante, sia per la qualità delle aziende e dei professionisti che vi partecipano, sia per il luogo che lo ospiterà".

"Questa manifestazione esprime al meglio i valori in cui crediamo – ha poi sottolineato il presidente provinciale della Cna Davide Bellotti – il nostro impegno a lavorare per la crescita delle imprese, ma anche per quella dell'intero territorio, a cui vogliamo portare qualità, sviluppo, ma anche coesione e rafforzamento dei legami sociali, attraverso la solidarietà e la cultura".

Va in questo senso la collaborazione instaurata con Soroptimist (per il Club di Ferrara era presente Caterina Cornelio), che ha permesso la trasformazione della serata, dedicata al lavoro di importanti imprese del territorio, allo spettacolo e alla bellezza, in una manifestazione, convintamente sostenuta dall'Amministrazione comunale di Comacchio, come ha testimoniato l'assessore Maria Chiara Cavalieri, all'insegna della solidarietà concreta attraverso la raccolta di contributi per la ricerca sulle malattie rare.

La serata inizierà alle 21,30 sui Trepponti: l'Anam, in collaborazione con la School of dance di Louise Gard presenta Moda ballo, total look curato dai maestri acconciatori dell'Anam di Ferrara e dai loro giovani talenti, che stanno frequentando percorsi di formazione. Protagoniste dei momenti dedicati alla moda imprese del territorio, conosciute e stimate per la qualità e la creatività, la passione con cui svolgono la propria attività. Sono: Atelier Il Sogno Abiti da sposa e da cerimonia di Ferrara, Il Dado abbigliamento bimbi di Comacchio, Non solo Sabbia di Stefania Bonfè total look di Migliarino, Anna Ma' Fashion atelier di Sassuolo, Maison Blanche abbigliamento e accessori di Lido degli Estensi, Scaroni Gioielli di Migliarino, Lorella Chinaglia Scuola di Formazione Moda e Sartoria di Lorella Chinaglia a Ferrara. Presentano Pino e Vittoria Tomasi.

 

ConStampa

Commenta (0 Commenti)

Gestione del personale e norme igienico-sanitarie: due incontri rivolti alle imprese del benessere

GestgionedelPerosnaleLUNEDÌ' 4/11 - ORE 17.30 c/o CNA Ferrara, via Caldirolo 84
La gestione del personale ed i contratti di lavoro
* I contratti di lavoro esistenti
* Contratti flessibili applicabili per collaborazioni temporanee
* Visite ispettive in azienda da parte dell’istituto territoriale del lavoro: iter procedurale,
come affrontarle
* Principali sanzioni previste per il settore lavoro
Ne parliamo con Sabrina Blè, Responsabile Legislazione del Lavoro di CNA Ferrara

 

 

 

 

Siete proprio sicuriLUNEDÌ' 25/11 - ore 17.00 c/o CNA Ferrara, via Caldirolo 84

Siete proprio sicuri?  Le norme igienico sanitarie per le imprese di acconciatura, estetica e tattoo

* Requisiti valutati in sede di sopralluogo: strutturali / impiantistici / gestionali
* I regolamenti comunali per Acconciatori / Estetisti e Tatuatori
* Le Attrezzature ad uso estetico (Decreto 206/2015)
* La normativa sui prodotti cosmetici (Reg UE 1223/09) e sui pigmenti per tatuaggio (ResAP 2008)
Dott.ssa Annalisa Califano, Dirigente Medico Dipartimento di Sanità Pubblica - U.O. Igiene Pubblica – ASL di Ferrara
*Il D.lgs 81/08 per Acconciatori / Estetisti e Tatuatori: obblighi formativi e valutazione dei rischi.
Dott.ssa Vania Morini, Tecnico RSPP
Per partecipare è sufficiente inviare una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. indicando nominativo e incontro di interesse. L'ingresso è gratuito

Commenta (0 Commenti)

Ecco le protesi dentali Hi-Tech del futuro: nascono all'ENEA grazie a IDENTITALIAgroup e CNA

BergonzoniProtesiLe protesi dentali del futuro costeranno molto meno di oggi, saranno più belle e verranno realizzate con una tecnologia di stampa tridimensionale innovativa ed efficiente, messa a punto dai ricercatori del Laboratorio Tecnologie dei Materiali dell’ENEA di Faenza.  La ricerca condotta da questi studiosi, che potrebbe rivelarsi davvero rivoluzionaria, è durata due anni: è stata ideata dalla rete IDENTITALIAgroup, che raggruppa diversi laboratori odontotecnici della Provincia di Ferrara, ed è nata in collaborazione con la Cna di Ferrara, l’associazione imprenditoriale di cui IDENTITALIAgroup fa parte.

“E’ stata la nostra rete a ideare questa ricerca e a commissionarla al laboratorio Enea di Faenza – spiega Paolo Bergonzoni, amministratore di IDENTITALIAgroup – L’obiettivo era mettere a punto un processo produttivo, per le protesi dentali, a costi molto più bassi di quelli attuali e basato su stampanti 3D comunemente reperibili sul mercato”.

L’innesco è avvenuto tramite la Cna di Ferrara e il suo HUB 4.0, che ha proposto il progetto di ricerca all’Enea e lo ha candidato ai finanziamenti concessi dalla Camera di Commercio di Ferrara nell’ambito del programma nazionale Industria 4.0.

La tecnologia utilizzata è denominata Stampa DPL (Digital Light Processing): utilizza delle resine liquide fotosensibili a cui vengono addizionate polveri di ossido di zirconio, una ceramica high tech ampiamente usata nell’odontotecnica.

“Quando vengono colpite da fasci di luce ad alta precisione – spiega Bergonzoni - le resine polimerizzano, cioè si trasformano in materiali plastici molto resistenti. Le nuove protesi dentarie nasceranno così: una scansione digitale della bocca del paziente, e da qui un progetto che guiderà la sorgente luminosa nella creazione, microstrato dopo microstrato, del pezzo finale”

I risultati della ricerca sono stati presentati in giugno al Congresso della European Ceramic Society a Torino, e in questi giorni sono in evidenza sulla Home Page del sito internet di Enea nazionale. Da qui, il direttore del laboratorio di Tecnologie dei materiali Giuseppe Magnani spiega: “Si tratta di una tecnica molto promettente che potrebbe rivoluzionare il mondo dell’odontotecnica, riducendo costi, tempi di lavorazione e sprechi di materiale a beneficio dei clienti finali anche in termini di adattabilità e versatilità”.

Ora il progetto è destinato a entrare in una nuova fase: materiali impiegati e processi produttivi devono essere certificati per l’uso umano. Dopo di che potranno entrare sul mercato e segnare una nuova fase di sviluppo delle tecnologie odontotecniche.

Commenta (0 Commenti)

Odontotecnici a convegno: ecco le priorità della categoria

Si è tenuto, presso la sede nazionale di CNA nazionale a Roma, l’incontro inter-associativo tra CNA SNO Odontotecnici, Confartigianato Odontotecnici e A.N.T.L.O. aderente a Confcommercio Imprese per l’Italia.
Hanno partecipato rispettivamente i Presidenti nazionali Luigi Cleri, Gennaro Mordenti e Mauro Marin. Le tre sigle, maggiormente rappresentative, dell’odontotecnica italiana hanno condiviso i seguenti punti quali obiettivi irrinunciabili per l’intero settore:
1. Corretta interpretazione del Regolamento europeo sui dispositivi medici, con particolare riferimento alla definizione di «fabbricante» che rafforza il ruolo dell’odontotecnico come fabbricante e ne rimarca la specificità di garante della tutela della salute dell’utente finale in relazione alla qualità del dispositivo su misura, alla corretta immissione sul mercato e messa in servizio dello stesso potendo effettuare, nel tempo, una follow up clinico e di conformità;
2. Riconoscimento dell’odontotecnico tra le figure tecnico sanitarie e la specificità, nel e oltre il proprio spazio professionale, di fabbricante / garante per la tutela della salute dell’utente grazie all’elevata qualità assicurata nell’immissione sul mercato del dispositivo su misura.
Al centro dell’iniziativa le novità e le conseguenze introdotte dal nuovo regolamento europeo in materia di dispositivi medici, che troverà piena applicazione a partire dal 26 maggio 2020 e che non definisce l'odontotecnico quale mero fabbricante ma gli attribuisce un ruolo attivo nella gestione della qualità del dispositivo prodotto, ponendo in capo allo stesso una serie di adempimenti e responsabilità.
Infatti, quanto contenuto nel Regolamento europeo configura una vera e propria rivoluzione nel settore, soprattutto nell’ambito odontotecnico. Il regolamento europeo ha come scopo esplicito quello di elevare i livelli di salute e sicurezza per gli utenti finali.
Un obiettivo che presuppone il riconoscimento, di fatto, del ruolo dell’odontotecnico nell’ambito delle figure professionali della sanità e, nello specifico, della filiera del dentale. Riconoscimento ancora assente nella normativa nazionale.

Commenta (0 Commenti)

Siete proprio sicuri? Le norme igienico-sanitarie per Acconciatori, Estetisti e Tatuatori

Conosci davvero la normativa vigente in materia di norme igienico-sanitarie per Acconciatori, Estetisti e Tatuatori? Cosa c’è da sapere in caso di controlli? Cna organizza un seminario dedicato a questi argomenti per il 17 giugno prossimo in via Caldirolo. Appuntamento alle 17.00

Ne parliamo insieme a

* Dott.ssa Annalisa Califano, Dirigente Medico

Dipartimento di Sanità Pubblica - U.O. Igiene Pubblica – ASL di Ferrara

Requisiti valutati in sede di sopralluogo: strutturali / impiantistici / gestionali - I regolamenti comunali per Acconciatori / Estetisti e Tatuatori

Le Attrezzature ad uso estetico (Decreto 206/2015) - La normativa sui prodotti cosmetici (Reg UE 1223/09) e sui pigmenti per tatuaggio (ResAP 2008)

 

* Dott.ssa Vania Morini, Tecnico RSPP

Il D.lgs 81/08 per Acconciatori / Estetisti e Tatuatori: obblighi formativi e valutazione dei rischi.

 

 Lunedì 17/06/19, dalle ore 17

c/o CNA, via Caldirolo 84, Ferrara

La partecipazione è gratuita ma è necessario prenotarsi inviando una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Commenta (0 Commenti)

I direttori sanitari di strutture sanitarie private di cura devono iscriversi all'Ordine del territorio in cui la struttura ha sede. L'obbligo scatta il primo maggio 2019

Il Direttore Sanitario di una Struttura sanitaria privata di cura deve essere iscritto all’Ordine territoriale competente per il luogo in cui la struttura sanitaria ha effettivamente sede operativa. In pratica, se la struttura ha sede nella provincia di Ferrara, il direttore sanitario dovrà essere iscritto all’Ordine dei Medici della Provincia di Ferrara (oppure all'albo degli Odontoiatri, se la struttura ha carattere esclusivamente odontoiatrico).

L’obbligo è stato fissato dalla legge 145 del 30 dicembre 2018, cioè la Legge di Bilancio 2019, che al comma 536 recita: “Tutte le strutture sanitarie private di cura sono tenute a dotarsi di un direttore sanitario iscritto all'albo dell'ordine territoriale competente per il luogo nel quale hanno la loro sede operativa entro centoventi giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge”. I centoventi giorni scadono il 30 aprile 2019.
Di seguito riportiamo le parti che ci interessano della Legge di bilancio 2019, vale a dire i commi 536 e 525.

LEGGE 30 dicembre 2018, n. 145

Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2019 e bilancio pluriennale per il triennio 2019-2021. (18G00172) (GU n.302 del 31-12-2018 - Suppl. Ordinario n. 62)
note: Entrata in vigore del provvedimento: 01/01/2019, ad eccezione delle disposizioni di cui ai commi 254, 801, 877, 878, 879, 881, 882, 883, 884, 885, 886, 989, 1006 e 1007 dell'art. 1 che entrano in vigore il 31/12/2018.
536. In caso di violazione delle disposizioni sulle comunicazioni informative sanitarie di cui al comma 525, gli ordini professionali sanitari territoriali, anche su segnalazione delle rispettive Federazioni, procedono in via disciplinare nei confronti dei professionisti o delle società iscritti e segnalano tali violazioni all’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni ai fini dell'eventuale adozione dei provvedimenti sanzionatori di competenza. Tutte le strutture sanitarie private di cura sono tenute a dotarsi di un direttore sanitario iscritto all'albo dell'ordine territoriale competente per il luogo nel quale hanno la loro sede operativa entro centoventi giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge.

525. Le comunicazioni informative da parte delle strutture sanitarie private di cura e degli iscritti agli albi degli Ordini delle professioni sanitarie di cui al capo II della legge 11 gennaio 2018, n. 3, in qualsiasi forma giuridica svolgano la loro attività, comprese le società di cui all'articolo 1, comma 153, della legge 4 agosto 2017, n. 124, possono contenere unicamente le informazioni di cui all'articolo 2, comma 1, del decreto-legge 4 luglio 2006, n. 223, convertito, con modificazioni, dalla legge 4 agosto 2006, n. 248, funzionali a garantire la sicurezza dei trattamenti sanitari, escluso qualsiasi elemento di carattere promozionale o suggestivo, nel rispetto della libera e consapevole determinazione del paziente, a tutela della salute pubblica, della dignità della persona e del suo diritto a una corretta informazione sanitaria.

Silvia Merli

 

Commenta (0 Commenti)

Inserire i lavoratori disabili in azienda: strumenti, modalità, benefici

logo senza scritteInserire un lavoratore disabile in azienda. Come si fa? Quali sono le normative? Ci sono delle esperienze positive da raccontare? E' il tema del convegno in programma venerdì 22 marzo, dalle 14.00 presso la sede provinciale di CNA Ferrara. Il convegno è organizzato da CNA Ferrara, Patronato Epasa, e Servizio Sanitario Regionale.

 

 

PROGRAMMA

14.00 Registrazione dei partecipanti

14.15 Saluti istituzionali:
Diego Benatti, Direttore CNA Ferrara
Cristina Minia, Assistente Sociale DAISMDP di Ferrara

14.30 Introduzione

Barbara Bottoni, Educatore professionale DAISMDP di Ferrara Daniela Schiavi, Assistente Sociale DAISMDP di Ferrara

15.00 La Legge 68/99 e i Tirocini Formativi per disabili
Antonella Celati, Ufficio Disabili Agenzia Regionale del Lavoro – Ferrara

15.45 Esperienza Aziendale
16.00 Le opportunità per le aziende
Sabrina Blè, Responsabile provinciale legislazione del lavoro CNA Ferrara

16.30 Redditi da pensione e da lavoro
Daniela Minelli, Direttore Patronato EPASA – ITACO CNA Ferrara

17.00 Esperienza Lavoratore
Sonia Biavati, Amministrazione Scacco Matto srl

La partecipazione è gratuita, ma è necessario registrarsi a questo link

Il convegno è in fase di accreditamento ECM per operatori sanitari e assistenti sociali.

Loghi organizzazione convegno

Commenta (0 Commenti)

Dispositivi Medici: Incontro CNA SNO - Direttore Generale dei dispositivi medici, Ministero della Salute

Si è tenuto lunedì 25 giugno l’incontro presso il Ministero della Salute, con il Direttore Generale dei dispositivi medici e del servizio farmaceutico D.ssa Marcella Marletta.

La delegazione CNA SNO, composta da Luigi Cleri e Francesco Amerighi rispettivamente Presidente e Portavoce Nazionale, Cristiano Tomei Responsabile Nazionale, Elena Grazioli dell’Ufficio Legislativo e Relazioni Istituzionali di CNA Nazionale e Sandro Storelli Esperto sugli aspetti regolatori in ambito medicale, ha illustrato – nel corso dell’incontro - gli aspetti legati alla difesa dello spazio professionale di un intero settore produttivo, quello dei laboratori odontotecnici, composto da oltre 10 mila imprese e il relativo indotto, che con la loro professionalità ed esperienza contribuiscono in modo determinante alla tutela della salute dei pazienti.

L’incontro è risultato molto proficuo individuando la necessità di mettere in atto tutte le procedure nel settore che anche grazie all’attività dell’odontotecnico – che si è sempre più evoluta negli anni, sulla spinta delle disposizioni comunitarie in materia di dispositivi medici - hanno portato ad una maggiore specializzazione e qualificazione nella fabbricazione delle protesi dentarie volte alla tutela dell’utente finale.

Commenta (0 Commenti)

Riordino delle Professioni Sanitarie

La Legge 3/2018, al Capo II, art. 5, comma 2, ribadisce che per l'esercizio di ciascuna delle professioni sanitarie, in qualunque forma giuridica svolto, è necessaria l'iscrizione al rispettivo albo, indipendentemente dal contesto in cui si lavora (dipendente pubblico, dipendente privato, libera professione). Sono previste comunque forme di facilitazione economica (come l'esenzione dalla tassa di iscrizione) solo per i professionisti disoccupati.

Dal 1° luglio è necessario iscriversi ai 17 nuovi albi dell'Ordine dei Tecnici sanitari di radiologia medica e delle professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzione, e, in attesa dell'accoglimento della stessa da parte dell'Ordine, il professionista potrà esercitare risultando iscritto con riserva.

Il nuovo Ordine FNO – TSRM – PSTRP ha predisposto una procedura telematica per l'iscrizione agli albi ai seguenti indirizzi: www.tsrm.org e www.tsrmtp.org, e le 17 professioni sanitarie (vedasi elenco di seguito riportato...) che erano prive di Albo, vedranno la nascita del proprio Albo con tale nuova procedura di iscrizione.

1.Tecnico sanitario di laboratorio biomedico;

2.Tecnico audiometrista;

3.Tecnico audioprotesista;

4.Tecnico ortopedico;

5.Dietista;

6.Tecnico di neurofisiopatologia;

7.Tecnico fisiopatologia cardiocircolatoria e perfusione cardiovascolare;

8.Igienista dentale;

9.Fisioterapista;

10.Logopedista;

11.Podologo;

12.Ortottista e assistente di oftalmologia;

13.Terapista della neuro e psicomotricità dell'età evolutiva;

14.Tecnico della riabilitazione psichiatrica;

15.Terapista occupazionale;

16.Educatore professionale;

17.Tecnico della prevenzione nell'ambiente e nei luoghi di lavoro.

Come avviene l'iscrizione:

La procedura di iscrizione per tutti gli Ordini territoriali sarà completamente dematerializzata: non sarà quindi necessario l'invio di nulla in cartaceo.

Registrazione al portale. Per iscriversi, il primo passo sarà accedere al portale www.tsrm.org, cliccare sul pulsante "Procedura d'iscrizione dei professionisti agli albi istituiti con D.M. 13 Marzo 2018" ed effettuare la registrazione inserendo i dati anagrafici: nome, cognome, data e luogo di nascita, codice fiscale, residenza, domicilio professionale, indirizzo di posta elettronica, preferibilmente certificata, e recapiti telefonici.
Il richiedente, se professionalmente attivo, oltre alla residenza dovrà dichiarare il domicilio professionale o quello prevalente, nel caso ne avesse più di uno. La proposta d'iscrizione sarà inviata all'Ordine della zona dove lavora o lavora in prevalenza, se più di una. Se professionalmente non attivo, la proposta d'iscrizione sarà inviata all'Ordine competente del territorio di residenza.
Successivamente il richiedente indicherà la propria professione e quindi l'albo a cui intende iscriversi. In caso di iscrizione a più albi, la procedura dovrà essere ripetuta per ognuno di essi ad esclusione della parte relativa ai dati anagrafici.

Requisiti. In base alla professione sanitaria selezionata, verrà proposto al richiedente il corrispondente elenco di titoli abilitanti all'esercizio della professione (come diploma universitario, laurea triennale, titoli equipollenti ex D.M. 27 luglio 2000, titoli equivalenti e titoli esteri riconosciuti abilitanti). Tra questi si dovrà indicare esclusivamente il primo titolo abilitante conseguito. E' consigliabile allegare la scansione del titolo, o di altro documento utile, che permetterà di semplificare le procedure di verifica.
Come previsto dai punti b) e c) dell'art. 2 del DM del 13 marzo 2018, il professionista dovrà poi dichiarare di avere il pieno godimento dei diritti civili e di non avere nessun carico pendente risultante dal certificato generale del casellario giudiziale, selezionando l'apposita voce nella piattaforma. In caso non fosse possibile affermare quanto sopra, cioè in caso di carichi pendenti, l'Ordine contatterà il professionista per una valutazione riservata, al fine di comprendere se il carico pendente possa precludere o meno l'iscrizione all'albo.

Invio della richiesta di iscrizione.
Terminato l'inserimento dei dati richiesti il professionista dovrà stampare l'autocertificazione elaborata dalla piattaforma, sottoscriverla e scansionarla per caricarla sul portale, insieme al proprio documento d'identità (fronte/retro). Se in possesso della firma digitale, non sarà necessario stampare il modulo ma si potrà firmare digitalmente.

Valutazione della domanda.
A regime, la valutazione della domanda sarà in capo alle Commissioni di Albo. In attesa della loro costituzione, ai sensi dell'art. 5, comma 2 del D.M. 13 marzo 2018, questa funzione è affidata dagli Ordini ai rappresentanti delle associazioni maggiormente rappresentative (RAMR) appositamente nominati.

Completamento della domanda di iscrizione. Entro 60 giorni dall'inserimento della domanda, i RAMR devono comunicare al Consiglio direttivo dell'Ordine l'assenso o il dissenso al proseguo nella procedura di iscrizione della domanda del richiedente.
In caso di assenso l'interessato dovrà quindi:

-pagare la tassa di concessione governativa € 168,00 dovuta una tantum all'atto della prima iscrizione;

-pagare la tassa annuale d'iscrizione allo specifico Ordine territoriale;

-stampare dal portale la domanda d'iscrizione, completa dei dati verificati dai RAMR, su cui apporre una marca da bollo da € 16,00;

-preparare una fototessera per il tesserino di riconoscimento.

-dovrà quindi caricare sulla piattaforma:

la domanda di iscrizione all'Albo datata e firmata e completa della marca da bollo;la foto per il tesserino di riconoscimento;le ricevute di pagamento delle tasse di concessione governativa e della tassa di iscrizione annua.

Verifiche e controlli.
Dal momento in cui verrà perfezionata la domanda di iscrizione il Consiglio direttivo avrà 90 giorni per esprimersi in merito (DPR 221/50, art. 8) e procederà in particolare alla verifica della veridicità di quanto dichiarato dal professionista, anche attraverso controlli con Enti e Università che hanno rilasciato i titoli abilitanti.

Terminate le procedure di validazione e veridicità il Consiglio Direttivo dell'Ordine, comunicherà all'interessato, entro 105 giorni dal perfezionamento della domanda, l'esito finale della richiesta di iscrizione.

La procedura andrà certamente testata in itinere, ma intanto possiamo dire che in tal modo l'iscrizione agli albi potrà essere uniforme su tutto il territorio nazionale.

Commenta (0 Commenti)

Convegno per le Imprese del Benessere sulla PROTEZIONE DATI

REGOLAMENTO GENERALE PROTEZIONE DATI LUNEDI' 12 MARZO alle 17.30

Dal  25/5/18 diventerà attuativo il nuovo Regolamento UE sulla Protezione e sul trattamento dei dati personali (RGDP).

Nei prossimi mesi le imprese dovranno adeguare i propri sistemi interni di gestione, trattamento e conservazione dei dati,  Ma cosa cambia nella normativa sulla privacy? a chi si applica,? come e quando adeguarsi? come gestire i dati? quali sanzioni sono previste? 

Gli Avvocati Milena Nappo e Marco De Nunzio risponderanno a questi ed altri interrogativi che l'applicazione del nuovo Regolamento pone durante un incontro dedicato alle imprese di CNA Benessere e Sanità, che si terrà

lunedì 12 marzo 2018 alle ore 17.30

c/o la sede di CNA Ferrara in via Caldirolo 84 

 

La partecipazione è gratuita ma è necessario registrarsi qui

Per maggioiri informazioni, potete contattare Silvia Merli Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Commenta (0 Commenti)

Odontotecnici: CNA-Sno "Profondamente delusi dal mancato inserimento nel riordino delle categorie tecnico-sanitarie varato oggi dal Senato"

"CNA-Sno è profondamente delusa dal mancato inserimento degli odontotecnici tra le categorie tecnico-sanitarie oggetto del riordino varato oggi dal Senato. Un riconoscimento più che legittimo atteso dai 13mila odontotecnici italiani da oltre dieci anni ancora una volta invano. Il ddl Lorenzin rappresenta uno schiaffo a una categoria che si è evoluta molto negli anni anche sulla spinta delle disposizioni europee in materia di dispositivi medici e ha raggiunto elevati livelli di specializzazione e di qualificazione, guardando sempre di più alla qualità dei prodotti usati e alla tutela dei cittadini. Ma non ci fermiamo. Già da oggi CNA-Sno lancia un forte appello a tutte le forze politiche affinché la prossima legislatura possa condurre finalmente a soluzione il riconoscimento del profilo tecnico-sanitario degli odontotecnici" . Lo si legge in un comunicato di CNA-Sno (Sindacato nazionale odontotecnici).

Commenta (0 Commenti)

Come gestire le visite ispettive in salone senza farsi prendere dal panico: l'istituto territoriale del lavoro

 

- le visite ispettive in azienda: iter procedurale , come affrontarle
- le principali sanzioni previste per il settore lavoro
- i contratti flessibili applicabili per fronteggiare eventuali picchi di lavoro

Ne parliamo con Sabrina Blè, Responsabile Legislazione del Lavoro di CNA Ferrara

L'iniziativa è gratuita ma è gradita la prenotazione a Silvia MerliQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. – 0532/749209

Commenta (0 Commenti)

13 Novembre- L'arte della relazione con il cliente nelle imprese del benessere

lunedi13novem

Dall'esecuzione della prestazione alla consulenza personalizzata: come è cambiato il rapporto con il cliente nelle imprese di acconciatura, estetica e servizi a alla persona?
Dal bello al buono: come è cambiato il ruolo dell'operatore del benessere?
Il benessere è solo un prodotto in vendita o un anche obiettivo di gestione aziendale cui tendere?
Ne parliamo con:
Adriana Valles, Valles, Ferrara
Maurizio Vandelli, La Palestra, Ferrara
Emanuela Trazzi, Emanuela Trazzi Beauty Day, Villanova di Denore
Caterina Fiorini e Filippo Botti, Residenza Caterina, Ferrara
Laura Grilli, Estetica Laura, Forlì e Presidente di CEPEC (Confederazione Europea delle Estetiste)

L'iniziativa è gratuita ma è gradita la prenotazione a Silvia Merli – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  – 0532/749209

 

 

Commenta (0 Commenti)

Seminario su Cosmetici: incidenti di percorso, come evitarli conoscendo l'INCI

Argomenti trattati in questo articolo:

Lunedì 9 ottobre si tiene un seminario gratuito per gli operatori di acconciatura ed estetica sul tema dell'INCI (International Nomenclature of Cosmetic Ingredients), una denominazione internazionale utilizzata per indicare in etichetta i diversi ingredienti presenti all'interno di un prodotto cosmetico, obbligatoria in tutti gli stati membri dell'Unione Europea e in molti altri paesi nel mondo. Conoscere la composizione dei prodotti ad uso cosmetico che si utilizzano e vendono nel proprio salone o centro estetico, la loro funzione specifica e i loro effetti su corpo e capelli, può evitare spiacevoli incidenti ed accresce la fiducia dei clienti

Commenta (0 Commenti)

L'8 luglio a Portogaribaldi serata Moda-Fitness-Acconciatura

Argomenti trattati in questo articolo:

Anche quest'anno si tiene la serata-spettacolo organizzata dall'ANAM di Ferrara, in collaborazione con CNA Benessere e Sanità, a Portogaribaldi in via dei Mille, l'8 luglio alle ore 21.30.

Protagonisti saranno il total look curato dai Maestri acconciatori dell'ANAM che presenteranno le nuove tendenze moda dell'acconciatura oltre ai balletti e le musiche della scuola di ballo di Lousie Gard.

Vi aspettiamo numerosi.

Commenta (0 Commenti)

Codice etico per le palestre che promuovono salute

All'interno del Piano Regionale per la Prevenzione 2016-2018, la Regione Emilia Romagna ha recentemente approvato, con la DGR 2016/2263, gli INDIRIZZI REGIONALI PER LA PROMOZIONE DELL'ATTIVITA' FISICA E DELLA PRESCRIZIONE DELL'ESERCIZIO FISICO NELLE PERSONE CON PATOLOGIE CRONICHE, che rivedono e migliorano le indicazioni contenute in precedenti atti analoghi finalizzati alla creazione di un circuito virtuoso di Palestre sane ed etiche..
Le Palestre interessate dovranno sottoscrivere un codice etico che tiene conto non solo dei principi della sana alimentazione, ma anche di tutti quei comportamenti scorretti come l'assunzione di alcol o il gioco d'azzardo. Si tratta di è una vera e propria carta dei valori che ha l'obiettivo di creare una rete di palestre che promuovono Salute ed Attività Motoria Adatta, che antepongono la l'adozione di sani stili di vita ed il miglioramento delle condizioni psicofisiche dei propri iscritti a forme di introito non eticamente coerenti, come per esempio la vendita di energy drink che andranno eliminati anche dai distributori automatici.
L'adesione al codice etico è volontaria e comporta i seguenti obblighi e vantaggi per la palestra sottoscrivente:
– facilita la conoscenza del Codice Etico tra gli utenti che afferiscono alla struttura esponendo, ad esempio, in tutte le sedi in cui svolgono le attività e nei siti web che
fanno loro riferimento, il Codice Etico e i materiali informativi predisposti – partecipa alle attività di formazione e aggiornamento organizzate periodicamente
dalle Aziende USL o dagli Enti Locali
– espone e diffonde i materiali informativi sulla promozione dei sani stili di vita predisposti da Regione, Enti Locali e Aziende USL
– ha diritto alla collaborazione di Regione Emilia-Romagna, Enti Locali e Aziende USL per interventi di informazione e prevenzione e di supporto ai professionisti che
operano nella palestra (responsabili, allenatori, ecc.....) sui temi della promozione della Salute e riguardo all'uso di sostanze legali ed illegali e abusi di farmaci
– può utilizzare il titolo di "Palestra che Promuove Salute" riconosciuta dalla Regione Emilia-Romagna e il relativo logo nel promuovere le proprie attività
– la struttura viene inserita nell'elenco delle Palestre e delle Associazioni Sportive che promuovono Salute, reso visibile anche attraverso i siti web di Enti Locali e
Aziende USL.

Il testo integrare della delibera è scaricabile al seguente indirizzo http://servizissiir.regione.emilia-romagna.it/deliberegiunta/servlet/AdapterHTTP?action_name=ACTIONRICERCADELIBERE&operation=downloadTesto&codProtocollo=GPG/2016/2263 

Per info: Silvia Merli 0532 749111 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Commenta (0 Commenti)

Fashion Event Emmediciotto: aggiornamento nuove tendenze acconciatura

Argomenti trattati in questo articolo:

Commenta (0 Commenti)

CNA Ferrara rappresenta diverse realtà del settore benessere e sanità

scopri subito quali

Servizi per il settore benessere e sanità

scopri subito quali

Bandi e Opportunità