News ed eventi

Pagamento TASI: prorogare si può!

Argomenti trattati in questo articolo:

CNA Emilia Romagna chiede l'applicazione di una proroga in tutti i comuni della regione

La TASI rimane in scadenza il 16 giugno malgrado il caos amministrativo che regna in materia rispetto alla sua applicazione e che ha, di fatto, diviso in due il nostro Paese: da una parte Comuni che, con un eufemismo, si potrebbero definire distratti, dall'altra amministrazioni virtuose e attente che, però, faranno pagare ai propri concittadini la TASI sei mesi prima degli altri, con il beneplacito del Governo. I cittadini sono costretti a subire una palese iniquità.
Alcuni sindaci, comprendendo la complessità della situazione, sono intervenuti concedendo una proroga alla scadenza dei pagamenti o annunciando uno slittamento dei termini entro i quali non vengono applicati né interessi né sanzioni.
Il Comune di Crevalcore, fra gli altri, nel prorogare al 16 settembre i versamenti, ha richiamato una semplice, ma importante motivazione: lo Statuto del Contribuente, che, all'art. 3, comma 2, prevede che "In ogni caso, le disposizioni tributarie non possono prevedere adempimenti a carico dei contribuenti la cui scadenza sia fissata anteriormente al 60^ giorno dalla data della loro entrata in vigore o dell'adozione dei provvedimenti di attuazione in esse espressamente previsti".
CNA chiede con forza che questa motivazione venga assunta da tutti i Comuni emiliano romagnoli e che la TASI venga rinviata al 16 ottobre 2014.

×

Attenzione

 

I Commenti sono riservati ai Soci CNA.

Per accreditarsi come Socio cliccare in cima a questa pagina sulla scritta "ACCESSO ASSOCIATI" oppure utilizzare il seguente link

Condividi questo contenuto

Vuoi approfondire senza impegno questo argomento o semplicemente richiedere informazioni?

Contattaci compilando il modulo sottostante

Rispondiamo sempre a tutte le mail!