Rinviata per 15 anni l'applicazione della Bolkenstein alle imprese balneari

Raggiunta un'intesa per rinviare l'applicazione della direttiva Bolkenstein alle imprese balneari - Soddisfazione di Cna Balneatori Ferrara: "una boccata d'ossigeno per il settore"

mareCna Balneatori di Ferrara esprime forte soddisfazione per l'intesa raggiunta al Senato tra le forze politiche, che consente per i prossimi 15 anni di escludere dall’applicazione della Direttiva Bolkestein il comparto delle imprese balneari. “Una decisione che dà una boccata d’ossigeno ai balneatori – commenta Nicola Ghedini, portavoce degli stabilimenti balneari associati alla Cna dei Lidi comacchiesi - consentendo loro di valutare possibili investimenti a lungo termine e, soprattutto, di lavorare serenamente”.Ghedini1
Il problema dell’applicazione della Bolkestein non è, tuttavia, ancora risolto del tutto, specifica Ghedini. “Si tratta di un primo importante passo. Ora ci attendiamo che Governo e Parlamento decidano di stralciare definitivamente dagli effetti della Direttiva le attuali concessioni demaniali, salvaguardando così il futuro di 30 mila imprese turistiche balneari italiane che, per troppo tempo, si sono trovate in una condizione di profondo malessere e di incertezza per il futuro”
Cna Balneatori parteciperà da protagonista al tavolo tecnico promosso dal Ministro Centinaio per arrivare, in modo condiviso con le associazioni delle imprese ad una soluzione chiara, che consenta la messa a punto di una legge di riforma in grado di restituire tranquillità e fiducia a tutto l’attuale comparto, di far ripartire gli investimenti e di creare opportunità per nuove iniziative imprenditoriali su spiagge tuttora disponibili.

 

Condividi questo contenuto