News ed eventi

Giovani stilisti creano moda d'avanguardia in 3D, proclamati i vincitori 2016 del Concorso Cna

Argomenti trattati in questo articolo:

Moda e tecnologie d'avanguardia, creatività e innovazione uniti alla migliore tradizione del made in Italy. Una scommessa impegnativa, che Cna Federmoda, in collaborazione con l'impresa Tryeco 2.0 di Ferrara, ha voluto affidare alle nuove generazioni attraverso l'edizione speciale del Concorso per giovani stilisti, dal titolo "3 D fashion and digital manufactoring", i cui vincitori sono stati proclamati in questi giorni. Il primo premio di questo Bando straordinario, promosso dall'Associazione in occasione del proprio 70° anniversario e riservato ai finalisti delle passate edizioni del "La Moda in Castello siamo anche noi", se lo è aggiudicato Elisabetta Bragaglia, 27 anni (vincitrice 2013 del Concorso Giovani stilisti), al secondo posto Pasquale Montoro (vincitore 2015), al terzo Valentina Minia (2014).

I tre primi classificati avranno l'opportunità di presentare i propri abiti d'avanguardia alla sfilata de "La Moda in Castello", in programma il prossimo 3 settembre a Ferrara. Inoltre, il Bando prevede l'opportunità di partecipare al Meeting dedicato alla creatività, alla ricerca e alla formazione dei giovani stilisti, collegato alla prestigiosa manifestazione Riccione Moda Italia,
L'iniziativa prende le mosse dall'idea, lanciata dall'impresa Tryeco 2.0 di Ferrara, che da anni si occupa di tecnologie 3D, di utilizzare in modo creativo materiali d'avanguardia ecocompatibili, derivanti dal riciclaggio di materie plastiche, nel processo creativo della progettazione di abiti di alta moda e pret a porter. La proposta è stata raccolta da Cna che, oltre a vantare la presenza di imprese associate di grande competenza e valore nel settore della moda, ha teso, in questi anni, a promuovere l'incontro tra questo mondo produttivo di eccellenza artigianale con la creatività delle nuove generazioni.

I modelli dei tre vincitori, caratterizzati dalla combinazione inedita tra tessuti e componenti in materiale plastico realizzati tramite stampa tridimensionale, saranno del tutto unici e irripetibili. Gli abiti, che sfileranno il 3 settembre sulla passerella Cna di piazza Castello, saranno confezionati (gratuitamente) dalle imprese Laura Mode di Laura Vallieri e Confezioni Grazia di Maria Grazia Zapparoli, mentre le creazioni in 3D saranno a cura di Tryeco 2.0.
"Abbiamo puntato fortemente su questo progetto – commenta Maria Grazia Zapparoli, presidente provinciale di Cna Federmoda – perché crediamo che la propensione innovativa dei giovani sia in grado di utilizzare al meglio la sfida lanciata dalle tecnologie digitali, affinché queste ultime possano costituire una nuova opportunità di lavoro per la stessa imprenditoria del comparto moda, del quale tanti esempi d'eccellenza abbiamo tra le aziende della nostra provincia".
"Siamo convinti che la stampa 3D possa rappresentare una strada nuova e importante per la moda italiana – aggiunge, infatti, Matteo Fabbri, di Tryeco 2.0 e presidente dei Giovani imprenditori Cna – sia per le caratteristiche stesse di questa tecnologia, sia per i materiali impiegati. Crediamo molto nei giovani e nella loro creatività. E i vincitori di questo Concorso speciale hanno dimostrato che le idee e i talenti non mancano".

Condividi questo contenuto

Vuoi approfondire senza impegno questo argomento o semplicemente richiedere informazioni?

Contattaci compilando il modulo sottostante

Rispondiamo sempre a tutte le mail!