News ed eventi

Chiusura del ponte sul Po - Esenzione del pedaggio primo fatto positivo ma non basta

Argomenti trattati in questo articolo:

Transito autostradale gratuito un primo fatto positivo ma occorre trovare soluzioni con i Comuni veneti per migliorare gli scambi tra le due sponde

Dichiarazione del Presidente dell'Area Cna di Ferrara Riccardo Cavicchi sui disagi legati alla chiusura del Ponte sul Po. Verificare la disponibilità di Trenitalia su fermate e treni

La notizia della decisione della Società Autostrade di rendere temporaneamente gratuito ai possessori di Autovelox il transito sulla A13 tra i caselli di Ferrara – Nord e Occhiobello rappresenta senza dubbio un primo fatto positivo. Si delinea così, dopo la disponibilità di Trenitalia a incrementare le soste intermedie lungo la tratta – dichiarazione che, comunque, dovrà essere verificata nei fatti - un percorso rivolto alla attenuazione di alcuni tra i più rilevanti disagi che, comunque, si creeranno nei prossimi mesi con la chiusura del Ponte sul Po.

Come abbiamo già avuto modo di sottolineare, saranno le economie dei territori in prossimità delle due sponde a risentire più pesantemente, oltre ai lavoratori e pendolari più direttamente interessati, delle difficoltà nei collegamenti e per un lungo periodo. Per questo Cna Ferrara, a seguito della disponibilità già data dal Comune di Occhiobello, in accordo con Cna Rovigo, si attiverà nei confronti anche delle altre Amministrazioni comunali competenti, per ragionare più complessivamente su soluzioni strutturali di lunga durata che garantiscano il rafforzamento reciproco degli scambi economici e commerciali in un'ottica di sviluppo più ampiamente inteso.

 

 

Commenta (0 Commenti)

UNIVERSAL JS DAY

Argomenti trattati in questo articolo:

Si avvicina la due giorni Javascript che si terrà presso la sede CNA di Ferrara organizzata da FerraraJS e dal GrUSP

Il programma prevede due diversi momenti: 

 

WORKSHOP REACT NATIVE - 19 APRILE 

Rivolto a chi ha sperimentato le potenzialità di React.js e vuole affacciarsi al mondo dello sviluppo mobile, ma anche a sviluppatori mobile che vogliono integrare il loro sviluppo nativo con nuove tecnologie.
Il docente
Matteo Manchi (@matteomanchi) è un fullstack developer, fondatore della community RomaJS e CEO di un'agenzia di consulting e sviluppo software. Negli ultimi anni si è specializzato nello sviluppo frontend, prima con React.js, poi con React Native.

 

LA CONFERENZA Universal JS Day 2018 - JavaScript per app multipiattaforma - 20 APRILE

Un evento che radunerà tanti tecnici e appassionati del linguaggio Javascript con l'obiettivo di discutere assieme tramite talk e laboratori di come questo linguaggio possa migliorare ed ampliare il target delle app mobile, e comprendere i nuovi orizzonti dello sviluppo di applicazioni multipiattaforma integrate in cloud.

  

Per info e prenotazioni:
http://2018.universaljsday.com/

universal js day

 

 

Commenta (0 Commenti)

CNA premia il Bagno Ristorante Europa di Portogaribaldi: un'impresa familiare che dà valore al territorio da più di 60 anni

Un riconoscimento alla storia di una impresa, il Bagno Ristorante Europa di Portogaribaldi, capace di trarre la propria forza dall’unità della famiglia e dalla sue radici – antiche di decenni – nella propria comunità locale. Una storia di ristoratori che amano tramandare, di generazione in generazione, vecchie ricette nate tra le valli e i Trepponti: brodetto d’anguilla a «becco d’asino», anguilla anguilla nella verza, risotto di pesce…, proponendole come parte fondante della propria identità. E che a questa missione hanno dedicato il lavoro di una vita, facendone ancora oggi una passione ben viva e largamente apprezzata.

E’ questo percorso imprenditoriale che Cna ha voluto premiare, consegnando alla famiglia Barillari – Fantini, che gestisce il Bagno Ristorante, una targa celebrativa per i 63 anni e oltre di attività, facendone un esempio emblematico di un modo di fare impresa che ha contribuito largamente a dare valore all’economia comacchiese e al territorio del Delta più in generale. “Un’azienda e una famiglia immerse profondamente in questo territorio – ha sottolineato Davide Bellotti, presidente provinciale della Cna, consegnando ai titolari dell’Europa la targa celebrativa – che confermano come qui la storia dell’uomo sia profondamente integrata con l’ambiente, contribuendo a quelle tipicità e tradizioni che costituiscono oggi la leva preziosa di un progetto di sviluppo innovativo, basato sulle identità culturali come fattore di unicità fortemente attrattivo”.

Un modo di fare impresa basato sulla famiglia (a tutt’oggi sino impegnati nella gestione dell’attività di ristorazione e balneare 12 persone, tra padri, madri, figli e nipoti), ha ricordato Paolo Govoni, presidente della Camera di Commercio di Ferrara, modello di una economia che vede al centro le persone e il loro contributo alla comunità locale.

Un ringraziamento sentito, a nome di tutta la famiglia, è stato espresso da Gino Barillari, attuale amministratore delegato dell’Europa che ha voluto ricordare, commosso, anche i legami con la propria affezionata clientela, generazione dopo generazione. Sempre lì, in via dei ille, fin da quando Portogaribaldi era un semplice agglomerato di stabilimenti in legno, poco più di palafitte, come quella su cui è stato costruito l’Europa.

30710442 1941143045927952 3429709029998329856 o

Manutenzione del verde - Cna vuole tutelare le imprese del settore contro la concorrenza del lavoro nero

Argomenti trattati in questo articolo:

Manutentori del verde, un mestiere in crescita. Poco meno di 150 le aziende nella provincia. L'imprenditore Paolo Carletti portavoce delle imprese Cna.

manutentore del verde Cna tutela i lavoratori
Cna vuole tutelare le imprese del settore contro la concorrenza del lavoro nero. Nominato il portavoce della categoria

Dal tradizionale giardiniere all'arboricoltore, dall'esperto di piante ornamentali all'architetto paesaggista: i mestieri legati alla manutenzione e alla progettazione del verde sono numerosi e sempre più richiesti. Cna Ferrara ha voluto dare rappresentanza alle imprese di questo settore in crescita, anche alla luce delle novità recenti legate alle detrazioni fiscali previste dal "Bonus Verde" e alla delibera regionale del 26 marzo scorso, che disciplina questa attività, dettando precisi obblighi formativi e richiedendo specifiche competenze professionali. "Sono poco meno di 150 le aziende che si occupano di manutenzione del verde in provincia di Ferrara, sia per i privati che per le amministrazioni pubbliche - spiega Lorenzo Folli, responsabile di Cna Servizi alla Comunità – e la nostra Associazione ne rappresenta una considerevole parte. Il nostro intento è di dare voce alle loro esigenze individuando politiche e iniziative opportune atte a sostenere lo sviluppo della loro attività".
Per questo, nel primo incontro della categoria che si è tenuto l'altra sera, sono stati decisi il portavoce provinciale, l'imprenditore centese Paolo Carletti e tutta una serie di attività, sia di carattere formativo che sindacale, anche per dare maggiore visibilità a queste imprese. Le opportunità di crescita di questo mestiere sono infatti significative, a partire dal Bonus che riserva detrazioni pari al 36%, fino ad un massimo di 5 mila euro, per interventi straordinari di sistemazione del verde da parte di privati cittadini. L'altro binario di iniziativa sindacale della Cna è costituito dalla valorizzazione e tutela della professionalità delle imprese del settore, costantemente sottoposte alla concorrenza sleale del lavoro nero. La nuova disciplina regionale del settore introduce, a questo proposito, selettivi criteri di qualità e competenza, come fattori di garanzia sia per i cittadini, che per la stessa qualità urbana e ambientale più complessivamente intesa: beni collettivi da salvaguardare, a cui le imprese del settore contribuiscono direttamente attraverso la loro attività.

Commenta (0 Commenti)

Dal 25 maggio nuove regole in materia di Privacy

Argomenti trattati in questo articolo:

Dal 25 maggio 2018, si legge nel Comunicato stampa del Consiglio dei Ministri n. 75 , le disposizioni di diritto europeo acquisteranno efficacia ed «il vigente codice in materia di protezione dei dati personali, di cui al D.Lgs. n. 196/2003, sarà abrogato e la nuova disciplina in materia sarà rappresentata principalmente dalle disposizioni del suddetto regolamento immediatamente applicabili e da quelle recate dallo schema di decreto volte ad armonizzare l’ordinamento interno al nuovo quadro normativo dell’Unione Europea in tema di tutela della privacy».

 

A tale proposito ricordiamo alle imprese il nostro servizio privacy per la consulenza diretta e i seminari che si terranno nelle prossime settimane.

1) Le principali novità privacy con un focus sulle imprese del settore sanitario

 Rivolto a tutte le imprese socie e non

Data dell'evento

12 aprile 2018 - dalle ore 14.30 alle ore 17.30 presso la sede provinciale – sala direzione

Costo di partecipazione

Euro 30,00 per le imprese non socie

Euro 20,00 per le imprese socie

 

Attestato

Verrà rilasciato apposito attestato di partecipazione

 scarica scheda di adesione al seminario

 

2) Cosa cambia con il nuovo GDPR 2018 – (regolamento europeo sulla privacy)

Rivolto a tutte le imprese socie e non

Data dell'evento

17 maggio 2018 - dalle ore 14.30 alle ore 18.00 presso la sede provinciale – sala direzione

Costo di partecipazione

Euro 30,00 per le imprese non socie

Euro 20,00 per le imprese socie

Attestato

Verrà rilasciato apposito attestato di partecipazione

 

PER INFORMAZIONI

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Commenta (0 Commenti)

BONUS VERDE 36%

LEGGE DI BILANCIO 2018 - BONUS VERDE 36%
bonus-verde-2018-604047 660x368
LA FIGURA DEL MANUTENTORE DEL VERDE SANCITA DALL'ACCORDO STATO REGIONI DEL 22 FEBBRAIO 2018

12 APRILE 2018 - Convegno presso la Sala Conferenze in Cna Ferrara alle ore 18.30 
Introduzione
Carletti Paolo - Portavoce Territoriale "Manutentori del Verde/Giardinieri" CNA Ferrara
Relazione
Rita Tosi - Responsabile Settore Fiscale CNA Ferrara
Intervento Ecipar Ferrara: La formazione Obbligatoria per il settore della Manutenzion edel Verde
Conclusioni
Lorenzo Folli - Responsabile Servizi alla Comunità

Per maggiori informazioni, Lorenzo Folli Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Scheda convegno

CNA e L'Esenzione del Pedaggio Autostrade

La protesta della Cna sul NO della Società Autostrade all’esenzione dal pedaggio durante i lavori al Ponte sul Po

Cavicchi, presidente Area Cna di Ferrara: non si può lucrare sul disagio alla popolazione derivante dalla chiusura del Ponte.

Il «no» di Autostrade per l’Italia alla esenzione dal pedaggio nel tratto della A13 compreso tra i caselli di Ferrara Nord e Occhiobello, trova la Cna in assoluto disaccordo, tanto che, nella giornata odierna, l’Associazione ha deciso di inviare una lettera alla stessa Società autostradale per esprimere il proprio disappunto e le argomentazioni a supporto della gratuità lungo la tratta, per il periodo dei lavori di ripristino del Ponte sul Po.

“Ritengo – argomenta Riccardo Cavicchi, presidente dell’Area Cna di Ferrara – che il Ministero debba intervenire, a questo proposito, con chiarezza e determinazione, tenendo conto che si tratta di lavori assolutamente impegnativi, che creeranno forti disagi a tutta la popolazione e alle imprese, paragonabili ad una situazione di emergenza. Tra l’altro, non siamo di fronte alla prospettiva di un mancato incasso da parte della Società Autostrade, tenendo conto del considerevole aumento dei mezzi che percorreranno, nei prossimi mesi, il tratto tra Ferrara Nord e Occhiobello durante il periodo di chiusura del Ponte. Non riteniamo giusto lucrare su una situazione di disagio, della quale gli utenti non hanno alcuna responsabilità. E, su questo, intendiamo far pesare tutta la forza della nostra Associazione nelle sedi più opportune”.

Di qui la lettera ad Autostrade per l’Italia di sollecito della eliminazione del pedaggio, mentre una seconda missiva è stata indirizzata da Cna alle Ferrovie dello Stato, alle quali si chiede l’aumento delle fermate dei treni regionali a Pontelagoscuro e S. Maria Maddalena, nelle fasce di maggiore afflusso e facilitazioni per gli utenti che viaggeranno su questo percorso.

Commenta (0 Commenti)

Giornate di Orientamento alla imprenditorialità

Giornate di Orientamento alla imprenditorialità
Il lavoro e l’impresa, le aspirazioni dei giovani in visita alle imprese eccellenti della Cna

Primo, trovare lavoro. E’ chiaro l’obiettivo per i 550 giovani delle quarte e quinte classi superiori, in visita  presso le piccole e medie imprese ferraresi, in occasione della seconda e ultima delle Giornate di Orientamento alla imprenditorialità, organizzate dalla Cna di Ferrara. Così Houssine, della VA dell’Iti di Portomaggiore, impegnato, con la sua classe, ad esplorare il funzionamento dell’azienda Iosco Cablaggi di Argenta, che già ha una idea su dove troverà occupazione dopo il diploma. Una occupazione, prima di tutto. Per guadagnare e, quindi, per vivere, gli fa eco il 18enne coetaneo Matteo. Marco, invece, nonostante l’indirizzo tecnico di studi, sa già che farà l’imprenditore nel settore della moda come suo padre,  una propensione maturata recentemente, con convinzione. Ma è una mosca bianca, perché la maggior parte dei ragazzi in visita alle imprese, accolti con grande attenzione e disponibilità dagli imprenditori, hanno in testa un lavoro dipendente.

Entrambe le attività, tanto quella del lavoratore che dell’imprenditore, sostiene Tiziano Realdini, titolare della Trt di Runco, azienda di 15 dipendenti che produce particolari meccanici, possono comunque essere svolte con soddisfazione. “Certo – aggiunge Realdini – il mestiere dell’imprenditore richiede un po’ più di impegno e maggiori sforzi, serve davvero la voglia di farlo. Ma, con la volontà e un po’ di fortuna, si può senz’altro riuscire”.

Antonio Leonigro, insegnante dell’Ipsia di Argenta che accompagna le quinte A e B alla Cpm di Claudio Castaldini a Portomaggiore, è convinto che questa immersione dei giovani nel mondo dell’impresa sia utilissima, che serva loro a conoscere meglio “la vita reale”. La realtà dopo la scuola è per Luca la ricerca di una occupazione retribuita, condizione essenziale per vivere, senza escludere la passione, perché “non averla significa sprecare la propria vita”.

Questi i nomi di tutte le imprese impegnate nel programma dell’ultima delle due Giornate di orientamento all’imprenditorialità, promosso dalla Cna: Cablaggi Iosco srl (Argenta - assemblaggi, cablaggi elettrici e montaggi elettromeccanici), Cappelli Ricami srl (Bondeno – ricami di precisione), Cpm di Castaldini Stefano srl (Portomaggiore - costruzioni meccaniche), Delphi International srl (Ferrara – comunicazione e marketing), Dinamica Media srl (Ferrara - web agency e marketing), Intraprese fotografiche (Ferrara – fotografia, graphic design e soluzioni web), La Salani srl (Copparo – prodotti panificazione e pasticceria), Logikamente di Ciammarughi Stefano & C. snc. (Ferrara – agenzia web e software house), Oberti srl (Ferrara - riparazioni elettromeccaniche e vendita macchine elettriche), Officina meccanica Mingozzi Franco & C. sas (Ferrara – autoriparazione e centro revisione), Scacco matto (Portomaggiore - servizi per la salute mentale, recupero disabili psichici), Seba protezione srl (Cento - dispositivi di protezione individuale, antinfortunistica), Società Agricola Pomposa di Vittorio Scalambra e C. sas. (Pomposa -azienda vinicola), Suono e immagine di Franco Davide e C. snc (Ferrara - impianti audio – video e luci per eventi), Torrefazione Caffè Krifi (Ferrara – torrefazione caffè), Trt di Realdini Tiziano & C. sas (Portomaggiore - torneria e fresatura meccanica costruzione parti meccaniche), Vetreria Box Doccia S. Agostino (S. Agostino - lavorazione vetro, box doccia e arredobagno). Gli Istituti scolastici coinvolti nel programma delle visite sono: di Ferrara, IT Bachelet, IIS Carducci, Istituto Vergani – Navarra, IPSIA Copernico – Carpeggiani; di Cento, IIS Carducci sede di Bondeno, IIS Bassi Burgatti e IIS Fratelli Taddia; IISS Montalcini sedi di Argenta e di Portomaggiore; Istituto Guido Monaco da Pomposa di Codigoro; IISS Remo Brindisi di Lido degli Estensi.

CPM3dinamicaLogikamenteTRT

 

Commenta (0 Commenti)

INTRAPRENDENDTI - PERCORSI VIRTUOSI TRA SCUOLA E IMPRESA

INTRAPRENDENDTI-2018

INTRAPRENDENTI - PERCORSI VIRTUOSI TRA SCUOLA E IMPRESA

Tornano le Giornate di Orientamento all'Imprenditorialità, un modo per CNA Ferrara di condividere con gli studenti, conoscenze, esperienze e percorsi che possono essere utili a chi un giorno vorrà intraprendere una carriera da imprenditore.

MARTEDI' 26 MARZO - PROGRAMMA

Ore 9.00

Presentazione della giornata e Saluti istituzionali

Ore 09.30

«Glossario semiserio del lavoro contemporaneo»

I Giovani Imprenditori di CNA Ferrara traducono il lessico del lavoro 4,0

Ore 10.30

I servizi per il lavoro di Ecipar Ferrara

Ore 10,40

Workshop in collaborazione con Università degli Studi di Ferrara

«Start up innovative, queste sconosciute»

interventi di:

Paolo Patroncini ,4e-Consulting srl

Giulia Zonta e Nicolò Landini, Scent srl

Stefano Ciammarughi, Logikamente srl

Roberta Rizzo, HelixPharma srl

Anna Pregnolato, UTT Unife

Modera Giampaolo Lambertini, CNA Ferrara

 

MARTEDI' 27 MARZO 2018

Imprese Aperte agli studenti
Classi di studenti degli Istituti secondari di secondo grado si recheranno in visita presso imprese eccellenti della provincia di Ferrara, associate a CNA, per rendersi conto dal vivo di come funziona un’impresa e per incontrarne i protagonisti.

Per maggiori informazioni, potete contattare Silvia Merli, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Commenta (0 Commenti)

IMPRESE DI VALORE 2018

ImpresadiValoreLogo

IMPRESE DI VALORE 2018

Premiate le sette migliori Imprese di Valore Cna

Coraggio e innovazione la leva per accedere al mondo 4.0

Per essere innovative, connesse, altamente competitive sul mercato, non c’è bisogno necessariamente di essere grandi o di ultima generazione. Le sette imprese «4.0», che si sono piazzate tra le migliori di questa quarta edizione del Premio “Imprese di Valore” di Cna ed Ecipar di Ferrara, hanno tutte dimensione piccola o media, molte occupano aree di mercato considerate «tradizionali», come carpenteria leggera, macchine automatiche, lavorazioni di materie plastiche. Taluna è nata Ict, magari nel garage di casa, altre come classiche aziende artigiane, poi tramandate di generazione in generazione. Ma tutte hanno in comune il coraggio imprenditivo, di fronte ai grandi cambiamenti di questi anni, la passione di voler essere protagoniste del nuovo con intelligenza e capacità gestionale, attraverso una innovazione che ne ha fatto, ciascuna a suo modo, dei veri gioiellini.  Sono: 4e Consulting srl di Ferrara (ricerca e sviluppo sperimentale ingegneria  motori prototipi); Babini Giorgio srl di Longastrino (costruzione macchine agricole e carpenteria leggera); Cpm di Castaldini Stefano srl di Portomaggiore (costruzione pezzi meccanici), Lmp  Lavorazioni Materie Plastiche srl di Ferrara (materie plastiche); Nex Data snc di Mesola (soluzioni cloud e hosting personalizzate); Pasquali srl di Ferrara (lavorazioni e produzione particolari metallici), Sitep srl di Gualdo (produzione macchinari per la panificazione).

“Non è questione di dimensioni d’impresa – ha infatti sottolineato Paolo Govoni, presidente della Camera di Commercio di Ferrara – ma di mentalità, di atteggiamento culturale”. In qualche modo, il percorso intrapreso dalle Imprese di Valore Cna, non solo delle migliori sette dell’edizione, ma complessivamente di tutte le venti finaliste, costituisce un esempio importante – come ha richiamato il presidente provinciale Cna Davide Bellotti - di ciò che serve oggi per accedere al mondo produttivo 4.0. Certamente, quindi, la capacità investire in tecnologie digitali avanzate e in ricerca e sviluppo, ma anche di dotarsi di nuove competenze e di accedere alle conoscenze necessarie per competere, come hanno puntualizzato il presidente di Ecipar Marino Mingozzi e la direttrice di Ecipar Emilia Romagna, Marcella Contini.

In tutto questo Cna – ha ricordato Bellotti – “si mette al servizio delle imprese per consentire loro di innovarsi, valorizzando quelle caratteristiche che contraddistinguono da sempre le pmi, compresa la grande attenzione alle risorse umane, come leva indispensabile nei diversi processi di  cambiamento a cui sono sottoposte le aziende che competono sul mercato. Maggiori competenze sono richieste alle aziende, ma anche alla stessa Pubblica Amministrazione, che deve accompagnare questo processo di innovazione innanzitutto attraverso la semplificazione burocratica”.

“Impresa 4.0 è una opportunità, più che un obbligo”, ha poi puntualizzato l’assessore alle Attività produttive Roberto Serra, che ha fatto presente lo sforzo, anche finanziario del Comune per sostenere l’innovazione.



 

CaRiCe logo 300dpi

 

AssicoopUnipolSaiDiv MoFe HR


 

Commenta (0 Commenti)

Lettera aperta ai Candidati alle Elezioni Politiche del 04 Marzo

Argomenti trattati in questo articolo:

Lettera aperta della CNA di Ferrara ai candidati e alle candidate alle Elezioni politiche del 4 marzo 2018

Siamo le imprenditrici e gli imprenditori della CNA di Ferrara, una grande forza sociale di rappresentanza dell’artigianato, del commercio, della piccola e media impresa e delle professioni, costituita di oltre 9 mila persone che, tutti i giorni, tra difficoltà e problemi, ma anche con passione ed entusiasmo fanno vivere la propria attività, garantendo lavoro a migliaia di  dipendenti.

Non ci interessano promesse preelettorali e non vogliamo passerelle nelle nostre sedi, in occasione delle quali vengono fatte promesse, spesso non mantenute.

Chiediamo, invece, ai candidati e alle candidate che si confrontano in questa campagna elettorale di assumersi pubblicamente responsabilità precise, sottoscrivendo con CNA un PATTO, con il quale essi si impegnino, qualora fossero eletti, a portare avanti, nelle sedi istituzionali parlamentari e di governo, progetti, leggi e politiche a sostegno delle imprese.

In particolare, su questi obiettivi prioritari:

  • Ridurre  la pressione fiscale;
  • Semplificare gli adempimenti e ridurre la burocrazia;
  • Destinare maggiori risorse all’innovazione, a partire da quelle legate al Piano Impresa 4.0;
  • Migliorare le condizioni di accesso al credito per le piccole imprese;
  • Garantire più trasparenza e accessibilità per le micro e piccole imprese agli appalti pubblici;
  • Destinare più risorse e progetti alla formazione di nuove competenze, migliorando la qualità dell’istruzione;
  • Accompagnare e consolidare la presenza delle piccole imprese sui mercati internazionali;
  • Favorire gli investimenti delle imprese nei settori del risparmio energetico e dell’ambiente;
  • Sostenere con investimenti e misure adeguate la riqualificazione energetica degli edifici;
  • Mettere in sicurezza il territorio e il patrimonio edilizio.

Chiediamo, infine, un impegno concreto a livello locale a supporto dei progetti contenuti del “PATTO PER FERRARA”.

Commenta (0 Commenti)

Oltre 200 manutentori e installatori al seminario della Cna di Ferrara sul nuovo sistema telematico regionale delle caldaie e impianti di condizionamento

Argomenti trattati in questo articolo:

 

Ferrara - Più di 200 installatori e manutentori hanno affollato, l'altra sera, la sala convegni della Cna, per essere aggiornati dettagliatamente su cosa comporterà, nel loro lavoro quotidiano, l'entrata in vigore del Criter, il catasto regionale degli impianti termici, sia di riscaldamento che di raffreddamento, che altre province hanno già iniziato ad applicare.
Sicuramente – come hanno sottolineato Gabriele Pozzati, presidente provinciale di Cna Installazione Impianti, che ha organizzato l'incontro, e Diego Prati, coordinatore regionale degli impiantisti Cna – si tratterà di un cambiamento profondo, che darà vita ad un sistema telematico da cui trarre l'esatta fotografia della situazione degli impianti esistenti e funzionanti in tutta la regione, rendendo possibili controlli sistematici ben più efficaci di quanto non lo siano allo stato attuale.
Il superamento, a partire dal 1° gennaio 2019, dell'attuale sistema cartaceo di attestazione delle caldaie e impianti di condizionamento, che fa capo a Comune di Ferrara e Provincia, rappresenta indubbiamente, per le imprese del settore, materia viva della propria attività: di qui il grande interesse a capirne di più e nel dettaglio. Ma l'entrata in vigore del Criter – come è stato rilevato nel corso dell'incontro – avrà ricadute concrete anche per gli stessi cittadini, proprietari o conduttori di impianti, che saranno tenuti in modo ancora più stringente (nel loro interesse ovviamente), così come prevede la normativa, ad effettuarne la corretta e regolare manutenzione e a richiedere ai propri manutentori la relativa documentazione di conformità e iscrizione al Criter.
Dal punto di vista della comunità ferrarese, poi, il Catasto telematico è destinato ad avere un impatto più generale, anche in quanto permetterà di ottenere più elevati standard di efficienza degli impianti (essendo le incongruenze e le difformità immediatamente e automaticamente rilevabili) e, quindi, migliori performances, sia sotto il profilo dell'inquinamento ambientale, che del risparmio energetico.
Tra le maggiori problematiche presenti nelle province che hanno già avviato l'introduzione del Criter, l'altra sera sono stati segnalati, ad esempio, la non corretta installazione di tutte le strumentazioni previste dalla normativa (vedi ad esempio, il cronotermostato o quelle di filtrazione dell'acqua) e l'inadeguatezza dei fori di ventilazione. Queste prime esperienze aiuteranno i manutentori della nostra provincia ad accedere in modo più efficace al nuovo Catasto telematico regionale.

Commenta (0 Commenti)

OH MY JOB

Il Comune di Comacchio, in collaborazione con il Centro Informa Giovani di Comacchio organizzano una giornata di incontro tra domanda e offera di lavoro, denominata "Oh My JOB", il 15 Febbraio, alle ore 15.30 presso l'Istituto Superiore Remo Brindisi, in Via M.M. Boiardo 10, Lido degli Estensi.

E' aperto a chi cerca un'occupazione e alle imprese che cercano personale. Sarà presente Ecipar Ferrara, ente di formazione di CNA Ferrara, che ha appena attivato un nuovo Servizio Lavoro.

Per maggiori informazioni sull'evento, Informa Giovani Comacchio, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Per maggiori informazioni sul servizio, Eciparlavoro.it

immagine servizio lavoro

 

 

Commenta (0 Commenti)

OPPORTUNITA' PER IMPRESE CREATIVE

CNA Ferrara sostiene ed associa il Consorzio Factory Grisù di Ferrara, factory creativa, realizzata presso la ex caserma dei Vigili del Fuoco di via Poledrelli a Ferrara.

E' stato pubblicato sul portale SocialChallanges.eu un progetto proposto dal Consorzio Factory Grisù sul tema della sicurezza, che nasce anche dalle esigenze del quartiere giardino. Il progetto - finanziato della Commissione Europea con fondi  Horizon 2020 - si pone l'obiettivo di chiedere a operatori di tutta Europa quale prototipo di strumento si potrebbe progettare per contribuire a migliorare il livello di sicurezza, senza perdere di vista il tema del dialogo tra le culture.

Come funziona il portale SocialChallanges.eu - innovation platform?

Come dice il sottotitolo si tratta di una piattaforma che ambisce a favorire l'applicazione di soluzioni innovative.  Parte tutto con il lancio di una sfida: tematiche complesse, per le quali si richiedono soluzioni nuove rispetto alle pratiche tradizionali utilizzate sul territorio di riferimento. Chi lancia la sfida (in questo caso Factory Grisù) non riceve fondi. Per ogni sfida sono destinati 30.000 € a chi presenta il miglior progetto, che devono essere impiegati per la realizzazione del prototipo. Il 15 aprile scade il bando

Cosa chiediamo di realizzare?

Nello spirito di SocialChallanges.eu Fatory Grisù chiede di realizzare un prototipo, ma senza dettagliarne le caratteristiche. Dovrà essere uno strumento a supporto della fruizione di uno spazio pubblico, in grado di aumentare la sicurezza per gli utenti, ma anche di erogare servizi utili. Potrebbe essere - a mero titolo di esempio - una panchina multimediale, con funzione di hotspot wifi, con telecamera di sicurezza, e una bacheca per le locandine degli eventi multuculturali organizzati dalle associazioni del quartiere. Ma attenzione, si tratta solo di un banale esempio, perchè lo scopo è scatenare la creatività di chi è sensibile alle tematiche sociali. Inoltre innovazione può essere applicare un esperienza di successo in un contesto diverso, con gli aggiustamenti necessari. Per saperne di più consulta il sito SocialChallanges.eu.

Chi può partecipare?

Qualsiasi fornitore di soluzioni e innovatore sociale del territorio europeo. 

Come si partecipa?

Per partecipare è necessario iscriversi al portale SocialChallenges.eu e inviare un pitch online.  Altre istruzioni sono disponibili nell'apposita pagina del sito SocialChallenges.eu.

Per Maggiori informazioni, potete contattare Silvia Merli, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Commenta (0 Commenti)

SAN-ARTI Campagna Iscrizioni

SAN-ARTI ha riaperto i termini per l’iscrizione volontaria degli imprenditori e dei famigliari . La nuova apertura va dal 1 GENNAIO AL 31 MAGGIO 2018.

Vi ricordo che possono iscriversi VOLONTARIAMENTE  i titolari d’impresa artigiana , i soci / collaboratori i loro famigliari . Per coloro che effettueranno l’iscrizione in tale periodo le prestazioni decoreranno dal 1 LUGLIO 2018 AL 31 DICEMBRE 2018 .

LE QUOTE DI CONTRIBUTO SONO :

295 euro per Titolari ,/ Soci/ collaboratori ( massimo 75 anni di età ) ,

110 euro per i Famigliari dei titolari/ Soci/ Collaboratori , rientranti nella fascia di età da 12 mesi e un giorno a 14 anni ;

175 euro per i Famigliari dei titolari / Soci  / Collaboratori , rientranti nella fascia di età da 15 anni a 75 anni .

  1. PACCHETTO MATERNITA’ ,
  2. VISITE MEDICHE SPECIALISTICHE , PSICOTERAPIA , ACCERTAMENTI DIAGNOSTICI ,
  3. PACCHETTI PREVENTIVI E CHECK-UP GRATUITI ,
  4. GRAVE INABILITA’ PERMANENTE ,
  5. RICOVERO PER INTERVENTO CHIRURGICO , INDENNITA’ DI CONVALESCENZA ,
  6. CONSULENZA MEDICO-FARMACEUTICA,
  7. NEONATI,
  8. ODONTOIATRIA

Ai fini dell’iscrizione dei famigliari è OBBLIGATORIO  iscrivere l’intero nucleo famigliare .

Il versamento del contributo potrà essere effettuato anche con modalità della carta di credito oltre che con il bollettino postale .

SAN-ARTI vi ricordo fornisce prestazioni di assistenza sanitaria integrativa ai propri iscritti .

Sono previsti differenti piani sanitari per ogni tipologia di iscritti .

 

Per ulteriori chiarimenti è possibile contattare Ughetta Ciatti, 0532/749215 o Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Commenta (0 Commenti)

Rimborso della Tari, per Cna bisogna estendere il contributo anche alle imprese artigianali del centro storico

Argomenti trattati in questo articolo:

E' ormai scaduto dal 20 dicembre il Bando, indetto dall'Amministrazione comunale di Cento, per la concessione di contributi a rimborso della quota pagamento della Tari (tassa rifiuti) anno 2017, riferita esclusivamente ad alcune categorie commerciali (ristoranti, salumerie e rivendite generi alimentari, macellerie, supermercati, ecc.) del centro storico di Cento. Ora, la Cna della sede di Cento – S. Agostino chiede formalmente al Comune di Cento di riaprire il Bando, per contribuire al rimborso della quota Tari ad un'area di imprese più ampia, comprendente anche le attività artigianali del centro.

"Riteniamo indispensabile – dichiara la presidente dell'Area Cna dell'Alto Ferrarese Raffaella Toselli – sostenere e valorizzare tutte quelle imprese che rendono attrattivo e vitale il centro storico di Cento, quindi sia le attività commerciali che artigianali. Ciò, anche attraverso il parziale alleggerimento di un onere fiscale (nel bando appena chiuso si trattava dell'ultima rata quadrimestrale 2017) che, sommato ai tanti altri che gravano sulle piccole imprese, rischiano di allontanarle dal nostro centro storico, se non addirittura di provocarne la cessazione".
"Al momento della stesura del Bando scaduto a dicembre – ricorda poi la presidente - come Cna avevamo formulato alcuni rilievi critici, perché profondamente convinti debba essere riservata pari dignità e valore alle imprese che operano nel centro storico, tutte egualmente meritevoli di massimo sostegno pubblico, in quanto strategiche per ogni politica di sviluppo della nostra città, non solo attraverso questa, ma anche altre diverse iniziative ad hoc. In questo senso, Cna è a completa disposizione per un confronto costruttivo con l'Amministrazione comunale, forte della propria conoscenza dei fabbisogni e della realtà delle imprese locali".

Commenta (0 Commenti)

CNA e CONFARTIGIANATO intervengono sugli ampliamenti per le medio – grandi strutture commerciali

Argomenti trattati in questo articolo:

«Le linee della bozza di delibera sulla possibilità di ampliamento fino a 3000 metri quadrati della superficie di medie e grandi strutture di vendita commerciali, nell’ambito del Comune di Ferrara, sono state sottoposte alle Associazioni imprenditoriali lo scorso mese di dicembre. Alla prima stesura, criticando il metodo con cui si è arrivati al confronto, che avrebbe dovuto essere più partecipativo, come CNA e Confartigianato abbiamo inoltre sollevato alcune obiezioni di merito, chiedendo modifiche e integrazioni. Le quali sono state poi recepite nell’attuale forma, che parla esplicitamente di 6 realtà medio grandi (che non è scontato decidano di avvalersene), al di fuori dal centro cittadino. Riguardando strutture già esistenti, la delibera – che contiene peraltro anche le contro deduzioni del commercio - esclude dunque qualsiasi paventata possibilità di autorizzare nuove strutture commerciali all’esterno della cinta muraria. A questi punti CNA e Confartigianato hanno subordinato la propria approvazione alla delibera, la cui bozza dovrà comunque essere sottoposta al voto del Consiglio comunale. In sintesi, stando così le cose, non siamo di fronte a nessuna ipotesi di «liberalizzazioni selvagge» e depauperamento dei centri storici. L’esito raggiunto, ad oggi, non favorisce le medie e grandi e non danneggia le piccole attività. Farlo credere è pretestuoso e alimenta un dibattito inutile. Come associazioni non condividiamo questo continuo gridare al lupo».

Commenta (0 Commenti)

Nuovo Organigramma di CNA Ferrara

CNA Ferrara a seguito dell’approvazione del nuovo organigramma avvenuta nella Direzione del 14 Novembre 2017 e delle valutazioni espresse dalla Presidenza  Provinciale , si è dotata a partire dal 1 gennaio 2018 di un nuovo modello organizzativo , che in relazione al Piano Strategico 2018 /2021 individua le responsabilità affidate alle diverse strutture e le modalità di relazione fra i diversi uffici . 

Scarica qui il nuovo organigramma

Commenta (0 Commenti)

Premi Fedeltà al Lavoro 2018, le domande a partire dal lunedì 15 gennaio

Da lunedì 15 gennaio e fino al 20 febbraio prossimo è possibile presentare domanda alla Camera di Commercio per i Riconoscimenti alla Fedeltà al lavoro e al Progresso economico – Edizione 2018, relativi alle imprese anziane della nostra provincia. Per partecipare al Bando (pubblicato sul sito web della Camera di Commercio http://www.fe.camcom.it ) occorre essere in possesso dei seguenti requisiti: le imprese debbono avere sede nella provincia di Ferrara; debbono avere esercitato almeno 35 anni di ininterrotta ed effettiva attività (compresi eventuali periodi di lavoro dipendente nell'ambito dello stesso settore); devono essere in attività, oppure avere cessato da non oltre 3 anni (con riferimento al 31 dicembre 2017). Infine, non debbono avere mai ricevuto il premio Fedeltà al Lavoro della Camera di Commercio.
L'attività d'impresa deve essere documentata innanzitutto attraverso l'accertamento della iscrizione alla Camera di Commercio (visura camerale); sono inoltre ammesse le trasformazioni d'impresa, purchè venga dimostrata la sostanziale continuità (es. di persone, o nell'ambito della famiglia, ecc.). La cerimonia di premiazione è già prevista per sabato 7 aprile prossimo.
Tutti i nostri associati che ritengono di essere in possesso dei requisiti possono rivolgersi, per maggiori informazioni, o per la stesura della domanda di partecipazione (gratuita) a: Morena Cavallini, presso sede provinciale Cna, via Caldirolo 84 – Ferrara, tel. 0532/749111, e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Gli interessati possono eventualmente prendere contatto la propria sede Cna.

Commenta (0 Commenti)

Cna insoddisfatta delle misure fiscali contenute nella Legge di Bilancio, ma intanto continua il confronto serrato per strappare miglioramenti

Argomenti trattati in questo articolo:

Il fisco è in questi giorni, per artigiani e piccole e medie imprese, tema più che mai bollente. Un terreno ben presidiato da Cna che, da tempo, ha presentato a Governo e Parlamento le proprie proposte, non mancando, tuttavia, di esprimere forte insoddisfazione sulla ipotesi di Legge di Bilancio, presentata dal Governo, attualmente all'esame della Camera.
Un'Associazione «di lotta», quella richiamata da Claudio Carpentieri, responsabile nazionale delle politiche fiscali di Cna, nonché tra i più qualificati esperti della ostica materia, all'incontro dell'altra sera, tenutosi nella sede di via Caldirolo, alla presenza di numerosi imprenditori e dei consulenti fiscali e dei servizi Cna. Tanto che, proprio a sottolineare lo scontento delle imprese di fronte alla palese inadeguatezza del documento di Bilancio, in contrasto con le attese di un mondo imprenditoriale determinante per l'economia nazionale, ancorché gravato da una delle più elevate pressioni fiscali d'Europa, la Confederazione ha lanciato la campagna di sensibilizzazione #bastablabla.
Esortazione più che esplicita a guardare con maggiore attenzione alla realtà delle piccole e medie imprese e, soprattutto, un invito a cambiare il segno, almeno in parte, delle misure contenute nel Ddl, che si prevede sarà essere approvato questa settimana alla Camera. Di fatto, come ha testimoniato lo stesso Carpentieri, il confronto tra Cna e Parlamento, non solo non è mai cessato, ma continua tutt'ora in modo stringente. In primis, sulle richieste presentate dalla Confederazione, a cominciare dalla deduzione dell'Imu su capannoni, laboratori e negozi, sicuramente il tributo più odiato dagli artigiani e dai piccoli imprenditori perché colpisce strumenti di lavoro indispensabili a svolgere la loro attività, ancor più iniquo perché già tassato sotto altre forme. Inoltre, si chiede di introdurre la cessione al sistema bancario delle detrazioni fiscali, anche per i non incapienti e di prorogare a tutto il 2018 le detrazioni per la riqualificazione energetica degli edifici nella misura del 65%, anche per infissi e caldaie, anziché del 50%, come previsto dalla Legge di Bilancio. Il responsabile nazionale delle Politiche fiscali ha, poi, illustrato emendamenti specifici, presentati da Cna in Commissione Bilancio della Camera, con riferimento alla possibilità di riporto delle perdite per le imprese in contabilità semplificata, e – tema molto sentito dalle imprese – la sicurezza dell'applicazione del regime Iri dal 2018, con opzione anticipata. Gli esiti di questo confronto saranno visibili a breve; purtroppo, al netto delle correzioni parziali che saranno forse apportate, è diffuso tra gli imprenditori e Cna un senso di amarezza per l'ennesima occasione mancata di porre le piccole imprese al centro di un vero rilancio della crescita nei prossimi mesi.

Commenta (0 Commenti)

Vuoi approfondire senza impegno questo argomento o semplicemente richiedere informazioni?

Contattaci compilando il modulo sottostante

Rispondiamo sempre a tutte le mail!