News ed eventi

Oltre cinquecento studenti in visita alle imprese Cna: seri, attenti, consapevoli, stanno costruendo il proprio futuro

Giovani molto determinati e consapevoli dei sacrifici e delle difficoltà che dovranno affrontare: sono gli studenti che oggi hanno visitato le imprese Cna in occasione di #intraprendenti – Per gli imprenditori un appuntamento che arricchisce e a cui non si può rinunciare

Caffe KrifiJonathan, che studia all’alberghiero e oggi ha visitato la torrefazione Caffè Krifi, aspira a diventare uno chef e a girare il mondo, ma non si nasconde le difficoltà: “Sarà difficile, lo so, dovrò lavorare duramente anche quando gli altri fanno festa, impegnarmi tantissimo per arrivare. Ma quello è il mio obiettivo”.
Amin, che è nato in Italia da genitori marocchini, invece, vuole fare il militare: “è la mia aspirazione da sempre, e adesso che sono all’ultimo anno delle superiori voglio concretizzarla. Ho già fatto dei concorsi, sono certo che ce la farò…”. Amin studia all’Istituto Carducci di Bondeno, e oggi ha visitato l’Officina Baluardi di Ferrara.
Robert, dell’Ipsia di Ferrara, invece, è rimasto colpito dai pezzi che vengono progettati e realizzati dalla Modelleria Meccanica Bonora: “Certe macchine che qui vengono utilizzate quotidianamente non le avevo mai viste! Pensare che i pezzi progettati qui finiscono poi sulle Ferrari non è una cosa da poco!”
“Questa giornata mi ha fatto conoscere una realtà nuova. Per chi ha la mia età è importante imparare come ci si comporta in un’azienda e sul lavoro” aggiunge Giada, studentessa dell’Einaudi che oggi ha visitato, con i propri compagni, l’azienda Barbieri Outdoor Solutions.Officina Baluardi
Le visite alle imprese organizzate ogni anno dalla Cna di Ferrara sono una grande occasione per conoscere da vicino le aspirazioni, i progetti, gli stati d’animo dei giovani che stanno per affacciarsi al mondo del lavoro dopo aver concluso le scuole superiori. E restituiscono l’immagine di una gioventù seria, impegnata, consapevole, che ha degli obiettivi, li vuole perseguire e non si nasconde i sacrifici che dovrà fare per raggiungerli.
Sono più di 500 i giovani che quest’anno hanno visitato le venti imprese Cna coinvolte nell’iniziativa, che si è articolata su due giornate: la prima dedicata a Workshop e seminari, la seconda centrata sulle visite alle aziende del territorio. Per gli imprenditori Cna è un appuntamento da onorare, perché confrontarsi con i giovani è una continua fonte di arricchimento, per tutti. 
Il direttore della camera di Commercio, Mauro Giannattasio, lo aveva ricordato lunedì, intervenendo al seminario organizzato nella sala conferenze della Cna di Ferrara. “La chiave per avere successo nel lavoro e nell’impresa – aveva spiegato Giannattasio - è l’impegno personale, unito alla capacità e alla volontà di imparare e di migliorarsi costantemente.”
Un po’ di ottimismo non guasta, quando si cerca di costruire il proprio futuro: questo il messaggio di Bruno Faccini, Presidente dei Giovani Imprenditori di Cna. “Non dobbiamo pensare – ha aggiunto Faccini - che solo all’estero ci siano opportunità per i giovani che cercano un lavoro o vogliono creare un’impresa. Anche qui in Italia ci sono grandi possibilità: occorre perseguirle con forza ed essere convinti di quello che si fa”.
“In tempi di comunicazione digitale, in cui sembra contare solo la velocità di condivisione delle notizie e delle informazioni, non si deve dimenticare – ha concluso il direttore di Cna Ferrara Diego Benatti – che nel medio periodo la profondità dei contenuti e la conoscenza vincono su tutto il resto”.
Ecco l’elenco delle aziende coinvolte: Elcos di Argenta (costruzioni meccaniche); C.P.M. di Castaldini Stefano di Portomaggiore (Costruzioni meccaniche); Stilmec di Portomaggiore (Costruzioni meccaniche); Made Eventi(Eventi-Comnunicazione); Officina Baluardi di Ferrara (Eventi-comunicazione); Scacco Matto di Cento (Servizi Sociali); Cartotecnica Sei di Bondeno (Packaging in cartoncino e cartone); Seba di Cento (Dispositivi di protezione individuale); Sant’Agostino Vetreria Box Doccia di Sant’Agostino (Lavorazione vetro); Cromia Fx di Portomaggiore (Stampa di tessuti); ArchLiving di Ferrara (Studio ingegneria e architettura): Suono e immagine di Ferrara (Impianti audio/luci per eventi); Modelleria Meccanica Bonora di Ferrara (Automotive); Delphi International di Ferrara (Marketing e comunicazione): Caffè Krifi di Ferrara (Torrefazione caffè); la Brasiliana di Ferrara (Torrefazione Caffè); Logikamente di Ferrara (ICT e comunicazione) e Giulio Barbieri srl di Ferrara (Produzione strutture in alluminio per esterni).

 

Commenta (0 Commenti)

Aperte le adesioni a "La Moda in Castello": la serata più elegante dell'anno è in programma per il 4 settembre

Foto Inpell2 webSono già aperte le adesioni a “La Moda in Castello”, evento che si è ormai conquistato un posto di primo piano tra gli eventi di Ferrara, ed è senza dubbio il più importante nel settore moda.

L’organizzazione della serata sarà affidata a Made Eventi, che nel corso degli anni ha saputo creare un evento importante, che animna e valorizza il nostro splendido territorio e al contempo celebra la forza della creatività delle nostre imprese.

Cna Federmoda ha iniziato a raccogliere le adesioni per l’edizione 2019 della manifestazione, che si svolgerà il giorno 4 SETTEMBRE 2019 nella splendida cornice di Piazza Castello.

Chi fosse interessato a partecipare può rivolgersi a Cna Federmoda, Luca Grandini, tel. 0532/749261, e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. ENTRO E NON OLTRE IL 30 MAGGIO 2019.


Qui trovate il modulo di adesione, da scaricare, compilare e reinviare a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Commenta (0 Commenti)

La protesta di CNA: “le limitazioni al traffico pesante a Sant’Agostino e Mirabello metteranno in crisi le aziende”

La Cna chiede al Comune di Terre del reno di rivedere le proprie decisioni – “Si limita fortemente la libertà di impresa” dichiara il responsabile di Cna Filippo Botti. Le aziende della zona: “vogliamo lavorare e non escludiamo forme di protesta anche eclatanti”

Filippo Botti“Imporre delle limitazioni al traffico pesante lungo la Strada Provinciale di Sant’Agostino e sul Corso Italia di Mirabello penalizzerà pesantemente uno dei sistemi industriali più importanti della provincia di Ferrara. In quell’area orbitano decine di aziende che rischiano di essere espulse dai circuiti commerciali, e quindi di vedersi ridotto il volume di affari” E’ molto netto Filippo Botti, responsabile di Cna per l’Alto Ferrarese: la decisione del comune di Terre del reno è sbagliata e va rivista. E le imprese, che vogliono continuare a lavorare e produrre ricchezza per il territorio, non escludono forme di protesta anche eclatanti: “Se sarà necessario, scenderemo in piazza,” sottolinea Filippo Botti.

Il Comune di Terre del Reno intende limitare il passaggio dei camion sopra i 35 quintali nei due centri abitati di Sant’Agostino e Mirabello. A Sant’Agostino è già stato montato il sistema di telecamere che dovrebbe assicurare il rispetto delle limitazioni e i controlli.
Le aziende della zona, però, temono ripercussioni sulla propria attività. I camion dei clienti e dei fornitori potrebbero infatti raggiungere le aziende solo a seguito dell’ennesimo adempimento burocratico: “L’azienda che attende il camion di un cliente o di un fornitore – spiega Filippo Botti - dovrebbe notificarne la targa alla Polizia Municipale, o prima dell’arrivo, o nell’arco delle successive 72 ore. Insomma, l’ennesima pratica da sbrigare, solo per continuare a svolgere il proprio lavoro: a noi sembra un modo ingiusto di limitare la libertà d’impresa, tanto più che i controlli per la sicurezza stradale dovrebbero essere svolti dalla Polizia Municipale, non certo dalle aziende”.
Ma le preoccupazioni e la rabbia degli imprenditori non si limitano a questo: c’è anche il fondato timore di essere espulsi dai circuiti commerciali. “Quando i clienti e i fornitori delle nostre aziende si troveranno di fronte a mille difficoltà per raggiungerle, quanto tempo ci metteranno a prendere altre strade, scegliere altre imprese e altri territori? E’ così che aiutiamo il nostro sistema economico a crescere e a svilupparsi?”
L’invito della Cna, e degli oltre trenta imprenditori – tra i tanti direttamente coinvolti - che giovedì sera si sono riuniti per discutere la questione, è chiaro: il comune di Terre del Reno è ancora in tempo per modificare le proprie scelte tutelando al contempo la sicurezza delle strade e il diritto delle imprese a lavorare. Qualora il Comune non cambi idea, la Cna e le imprese non esiteranno a mettere in atto tutte le azioni sindacali e di protesta, anche eclatanti, per vedere loro riconosciuto il diritto a lavorare, produrre ricchezza, e far crescere il territorio.

 

Commenta (0 Commenti)

Il tour delle opportunità: venerdì sera alle 18.00 appuntamento al teatro Severi di Migliaro

Incentivi pubblici del comune di Fiscaglia e iniziative lanciate da Cna per lo sviluppo imprenditoriale del territorio: a questi temi sarà dedicato il convegno che si svolgerà a Migliaro il prossimo 5 aprile

cantiere edile“Indicare alle aziende e ai cittadini un ventaglio di opportunità per investire, ottenere incentivi pubblici, in una parola fare business migliorando la qualità di vita complessiva della comunità. E’ uno dei principali obiettivi della Cna, che intendiamo confermare anche per il 2019, ed è per questo che abbiamo deciso di organizzare un convegno a Migliaro, venerdì 5 aprile, in collaborazione con il Comune di Fiscaglia. Analoghe iniziative vennero organizzate a Copparo all’inizio di ottobre, a Comacchio alla fine di febbraio, e altre ne verranno in futuro”. Diego Benatti, Direttore provinciale di Cna Ferrara, conferma uno degli obiettivi strategici dell’Associazione: essere vicini alle imprese non solo nell’offerta di servizi e nella rappresentanza sindacale, ma anche nell’individuare occasioni di sviluppo e di business per il territorio e le sue imprese.

Venerdì alle 18.00, al teatro Severi di Migliaro, si svolgerà quindi un convegno rivolto agli imprenditori e ai rappresentanti delle istituzioni locali dal titolo “Territorio, Appalti e Mercato”, nel corso del quale verranno presentate una serie di occasioni da cogliere, derivanti da bandi pubblici lanciati dal comune di Fiscaglia, oppure dall’attività e dalle iniziative di CNA.
Il comune di Fiscaglia mette a disposizione risorse nel “Bando Amianto” per i cittadini che devono procedere alla rimozione dell’amianto in edifici e manufatti Cna presenterà diverse iniziative: il progetto RiGenera (una rete di imprese che punta alla riqualificazione degli edifici sfruttando i bonus dello Stato e la cessione del credito fiscale); il progetto Ricava (nato per incentivare la riqualificazione delle cosiddette “seconde case” dei Lidi); il progetto “Cna Hosting”, lanciato a fine febbraio per andare incontro alla ricettività turistica extra alberghiera.
Al convegno parteciperanno il sindaco di Fiscaglia Sabina Mucchi e il vicesidnaco Fabio Tosi; il direttore della Cna di Ferrara Diego Benatti; i presidenti di: Cna Area Delta Giordano Conti; di Cna Costruzioni Ferrara Riccardo Roccati; di Cna Turismo Dario Guidi; conclusioni affidate al Presidente provinciale di Cna Ferrara Davide Bellotti.

Commenta (0 Commenti)

Cna lancia un appello alle altre associazioni: “uniti per modificare i limiti sulle serate musicali in spiaggia”

Il presidente provinciale di CNA, Davide Bellotti: “modificare le regole è essenziale per rilanciare il turismo della nostra costa” - Non ci sarà deregolamentazione: le decisioni verranno prese a livello comunale – La Giunta Bonaccini deciderà il 2 aprile

 

beach 3499472 640“Dobbiamo sostenere tutti insieme la proposta di modifica del regolamento regionale sulle serate in spiaggia, che marted 2 aprile verrà discussa dalla Giunta Regionale dell’Emilia-Romagna.” 

Il Presidente provinciale della Cna di Ferrara, Davide Bellotti, lancia un appello a tutte le associazioni di categoria del territorio: “cambiare quel regolamento ormai superato è essenziale - spiega Bellotti - serve a rilanciare il turismo della nostra costa, dando più libertà agli stabilimenti balneari nell’organizzazione di serate musicali e occasioni di divertimento in spiaggia.”
Le regole attualmente in vigore fanno riferimento a una delibera della Regione Emilia Romagna (Delibera Regionale n. 45 del 21 gennaio 2002) che fissava in un massimo di 16 le occasioni di musica e discoteca in spiaggia che possono essere proposte dagli stabilimenti balneari. La delibera prendeva spunto dalla legge reigonale del 2001 in materia di inquinamento acustico.
Lo scorso 25 marzo, in occasione del Tavolo del turismo di Comacchio, le associazioni di categoria si erano espresse favorevolmente nei confronti della proposta di modifica: “ci auguriamo – spiega Bellotti – che da allora non abbiano cambiato posizione”.
E’ importante sottolineare che la proposta di modifica del regolamento regionale non comporterebbe alcuna deregolamentazione della materia: “più semplicemente - sottolinea il Presidente provinciale di CNA – si permetterà ai Comuni, nella loro autonomia, di fissare il numero massimo di serate che ogni stabilimento balneare potrà organizzare nell’arco di una stagione. In questo modo ciascun Comune, in accordo con gli imprenditori del settore, potrà mettere armonizzare le proprie regole alle specifiche esigenze di sviluppo e promozione turistica del territorio, senza dimenticare le esigenze di tutela”.
Alla luce di tutte queste considerazioni, conclude Bellotti, “sarebbe davvero incomprensibile se qualche associazione di categoria decidesse di dissociarsi da questa battaglia comune”.

Commenta (0 Commenti)

Cardini-Atelier Aperti: un week end da tutto esaurito

E’ stata un successo la prima edizione del Festival Cardini-Atelier Aperti a Ferrara che si è svolto nel week end del 23 e 24 marzo. Il festival è stato organizzato da un pool di giovani professionisti ed esperti d’arte guidati da Caterina Pocaterra e Ilaria Baloti, ed è promosso da CNA Unione artigianato artistico e tradizionale, con il finanziamento del Comune di Ferrara. Prevedeva la possibilità di visitare, seguendo cinque percorsi nel centro storico di Ferrara, le botteghe degli artigiani e gli atelier degli artisti di Ferrara. Luoghi in cui si esprime la creatività e si realizzano opere di grande valore.

Commenta (0 Commenti)

Presentato il festival “Cardini- Atelier Aperti”: due giorni alla scoperta delle botteghe artigiane e degli atelier degli artisti

Un festival della creatività, il 23 e 24 marzo, nel centro storico di Ferrara – Cinque percorsi tra atelier e laboratori – Un’occasione in più per valorizzare la bellezza antica del centro storico di Ferrara

“Cardini | Atelier Aperti” è un’occasione per scoprire, nel centro storico di Ferrara, gli Atelier degli artisti e i laboratori degli artigiani, luoghi privilegiati dell’attività creativa. Il festival si svolgerà in città nel corso del week end del 23 e 24 marzo: oggi – 19 marzo - la presentazione ufficiale alla stampa dell’iniziativa.

Il festival è stato organizzato da un pool di giovani professionisti ed esperti d’arte, ed è promosso da CNA Unione artigianato artistico e tradizionale, con il finanziamento del Comune di Ferrara.
“Crediamo molto in questa iniziativa – ha spiegato Franco Antolini , presidente di CNA artigianato artistico e tradizionale – proprio perché permette di valorizzare e far conoscere le botteghe e i laboratori, luoghi che molto spesso sono inaccessibili al pubblico”.
Per Massimo Maisto, vicesindaco di Ferrara. “Cardini è un progetto bello e di grande qualità, coerente con gli obiettivi che Ferrara deve porsi: valorizzare il proprio centro storico e creare delle reti di soggetti che collaborano su uno stesso progetto, con un buon livello di collaborazione tra pubblico e privato”.
“L’Unione artigianato artistico e tradizionale – ha spiegato il responsabile di Ferrara Luca Grandini - ha lo specifico obiettivo di valorizzare l’attività dei propri associati nel contesto in cui operano. La mappa dei percorsi di Cardini sintetizza, in fondo, questo obiettivo: proiettare l’attività degli artigiani e degli artisti sullo sfondo di uno tra i centri storici più belli del mondo”
“Cardini si candida ad essere un’opportunità di turismo esperienziale: in questo settore la richiesta è sempre più alta e il centro di Ferrara, con i suoi atelier e le sue botteghe, può rispondere a questa richiesta”.
“Entrare nei luoghi privati della creazione artistica e artigianale è stata per noi una grande emozione – ha detto Caterina Pocaterra, coordinatrice dell’equipe di professionisti che ha costruito il festival - L’obiettivo di Cardini è condividere questa emozione con i ferraresi e i turisti che vorranno partecipare. Sono stati predisposti cinque percorsi, cinque itinerari ciascuno con le proprie caratteristiche di scoperta”.
“Scoprire ma non curiosare, questa è lo spirito di Cardini – ha spiegato Ilaria Baloti, che insieme a Caterina e agli altri giovani professionisti ha curato la realizzazione del festival – Per questo ogni itinerario, della durata di circa 2 ore e mezza, parte dalla sede del Liceo Artistico Dosso Dossi; e saranno proprio gli studenti del Liceo Artistico cittadino a fare da guide a ferraresi e turisti”.
Roberto Serra, assessore al commercio del Comune di Ferrara, concludendo gli interventi ha ringraziato CNA per la “sapiente regia dell’iniziativa. È un’occasione irripetibile per riscoprire antichi mestieri e laboratori di cui oggi si sente enorme bisogno per valorizzare e tutelare iu centri storici”.

Commenta (0 Commenti)

APPuntamenti digitali: come migliorare le prestazioni aziendali attraverso applicazioni e tool digitali gratuiti

Sempre più il digitale si insinua nella gestione aziendale sotto forma di obbligo (fatturazione elettronica, PEC, ecc.) e rischia di essere percepito più che altro come fastidio. Con queste giornate di divulgazione informatica - ideate ed organizzate da CNA Comunicazione - cercheremo di presentare brevemente l’altra faccia della digitalizzazione ovvero l’infinita gamma di opportunità che può rappresentare per la crescita aziendale e l’ottimizzazione delle risorse.

SCARICA QUI IL CATALOGO COMPLETO CON TUTTI GLI APPUNTAMENTI

   

4 appuntamenti mensili

10 seminari

10 esperti

tantissimi strumenti e suggestioni per far crescere la tua impresa attraverso il digitale

PROGRAMMA

28/03/19 – ORE 18   APP E STRUMENTI PER LA FIDELIZZAZIONE DEL CLIENTE E LA RICONOSCIBILITÀ DEL BRAND AZIENDALE (Pt1)

* CRM: il modo più efficace per far crescere la tua azienda

* L'email marketing per la fidelizzazione del cliente

11/04/19 – ORE 18 APP E STRUMENTI PER LA FIDELIZZAZIONE DEL CLIENTE E LA RICONOSCIBILITÀ DEL BRAND AZIENDALE (Pt2)

* Il processo di fidelizzazione del cliente

* Contenuti visuali efficaci per il social marketing

* Youtube come strumento per il marketing aziendale

16/05/19 – ORE 18  APP E STRUMENTI PER IL PROJECT MANAGEMENT E L’ORGANIZZAZIONE AZIENDALE

* Il Project Management secondo il metodo Agile Scrum

* La gestione del lavoro in team attraverso strumenti di messaggistica collaborativa

06/06/19 – ORE 18 APP E STRUMENTI PER IMPRESA 4.0

*  "A me non succederà mai": la cultura informatica fra GDPR, Bitcoin e furto d'identità nell'era dell'impresa 4.0

* L’archiviazione sicura dei dati

* Modellazione e stampa 3D: gli strumenti per realizzare un prototipo estetico rapidamente.


Tutti gli incontri si svolgeranno presso la sede di CNA Ferrara, in via Caldirolo 84.

La partecipazione è gratuita ma è necessario prenotarsi inviando una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. indicando nome, cognome, azienda di appartenenza, telefono e giornata a cui si intende partecipare.

SCARICA QUI IL CATALOGO COMPLETO CON TUTTI GLI APPUNTAMENTI

Commenta (0 Commenti)

A Copparo si discute di sicurezza, con CNA

La sicurezza è una Condizione essenziale per la vita della comunità locale e lo sviluppo delle imprese: questo l'argomento del Convegno "Tutela della sicurezza e dell'ordine  pubblico" che si svolgerà a Copparo (Sala Convegni Ristorante Da Giuseppe) il prossimo 21 marzo, a partire dalle 18.30. Al convegno parteciperà il comandante della Compagnia Carabinieri di Copparo ed è prevista la testimonianza di un imprenditore.

Ecco il programma:

Relazione:
Paolo Mazzini - Presidente CNA Copparo

Interventi:
Magg. Giorgio Feola - Comandante Compagnia Carabinieri Copparo
Michele Govoni - Testimonianza di un imprenditore
Domande dal pubblico

Conclusioni:
Davide Bellotti Presidente CNA Ferrara
Modera: Francesco Robboni Resp. CNA Copparo

Commenta (0 Commenti)

Vaccarino: “Occorrono misure per la crescita e per ridare fiducia alle piccole imprese”

Il Presidente di CNA Nazionale fa pressione sul governo: è necessario che prenda forma il disegno di legge sviluppo per le piccole e medie imprese

Daniele Vaccarinoprimo piano“CNA ha sollecitato il governo a definire i contenuti dell’annunciato disegno di legge rivolto alle piccole imprese per facilitare la crescita, tutelare il Made in Italy, favorire l’internazionalizzazione e i nuovi strumenti di finanza. Va rapidamente contrastata la tendenza negativa dell’economia e recuperata la fiducia delle imprese. CNA ha sollecitato, inoltre, l’attenzione alla manifattura e al rilancio degli investimenti pubblici”. Lo dichiara il presidente nazionale della CNA, Daniele Vaccarino, a margine dell’incontro tenuto oggi al ministero dello Sviluppo economico tra le associazioni d’impresa e il vicepremier e ministro dello Sviluppo economico, Luigi Di Maio.

Commenta (0 Commenti)

Cna premia le imprese di valore. Silvestrini: "E' la parte d'Italia che rende grande il Paese"

Impresedivalore2019“Sono bellissime occasioni – ha detto Sergio Silvestrini, segretario generale di CNA Nazionale – in cui si tocca con mano l’entusiasmo di questi imprenditori, che rappresentano quella parte d’Italia che rende grande e importante il nostro Paese”

Silvestrini si riferiva alla premiazione delle Imprese di valore, edizione 2019 organizzata come ogni anno dalla CNA di Ferrara e da Ecipar, l’ente di formazione di CNA.

Silvestrini, presente alla cerimonia, ha messo in rilievo le esigenze e i problemi che oggi sono proprie delle piccole e medie imprese italiane: “C’è bisogno prima di tutto di un ambiente favorevole. Il gap patito dalle imprese italiane rispetto alla concorrenza europea nella infrastrutturazione, materiale e immateriale, è senz’altro una causa della perdita di terreno. In più, le nostre imprese soffrono ogni giorno che passa un fisco vorace e una burocrazia opprimente”.

La giornata – coordinata dal direttore provinciale di CNA Ferrara Diego Benatti – si è aperta con i saluti del Prefetto di Ferrara Michele Campanaro, che ha rappresentato la vicinanza e l’attenzione delle istituzioni nei confronti del mondo produttivo.

Marino Mingozzi, Presidente di Ecipar, ha spiegato il tema che quest’anno caratterizzava la premiazione: l’impresa liquida. “L’impresa è liquida se è flessibile, adattabile, capace di cambiare seguendo le esigenze del mercato. Ci sono due pilastri sui quali si basa l’impresa liquida: la tecnologia che rende il nostro lavoro più efficiente e le persone con forte attitudine ad apprendere nuove competenze”.
E proprio l’investimento su nuove competenze e sulla formazione è stato indicato da Laura Ramaciotti, docente e Direttrice del dipartimento di economia e management dell’Università di Ferrara - come l’elemento fondante di una politica a favore delle imprese.
Paolo Govoni, Presidente della Camera di Commercio di Ferrara (ma anche, come lui stesso ha ricordato, imprenditore iscritto alla CNA , ha richiamato l’importanza del legame con il territorio: “Proprio questo è il carattere principale delle aziende che oggi premiamo: fanno ricerca, innovano, sono capaci di competere sui mercati, ma sono anche profondamente legate al proprio territorio da un sistema di relazioni positive”. Il segretario generale di CNA Silvestrini e il Presidente della Camera di Commercio Paolo Govoni

Davide Bellotti, Presidente della CNA di Ferrara, ha indicato la strada per affrontare i problemi del territorio: “E’ necessario puntare sulla connessione tra i diversi sistemi. Le istituzioni, l’Università, il mondo imprenditoriale devono collaborare per accrescere il livello di competitività del territorio”.

E il territorio era rappresentato oggi in sala proprio dalle tante imprese che questa mattina si sono rinite nella sala convegni CNA: “E’ un piacere vedere tanta passione imprenditoriale” – ha detto il Responsabile della direzione di BPER Banca Antonio Rosignoli, presente alla cerimonia.

 

Commenta (0 Commenti)

Ecco le vincitrici del Concorso Fashion di CNA

La premiazione si è svolta lunedì pomeriggio all’Hotel Carlton. – La vincitrice della Categoria Under 25 parteciperà al Concorso nazionale Ricerca Moda Innovazione di Roma

FOTO DI GRUPPOSara Morselli, modenese, ha presentato un progetto ispirato alla letteratura cyberpunk e alla dipendenza dalla tecnologia. Martina Coppolella, di Parma, ha inventato una propria linea fashion capace di conciliare vintage e modernità.
Sono loro le vincitrici del Concorso “Dal Fashion Design al Fashion Manufacturing” bandito da Cna Federmoda Ferrara con il gruppo di aziende di abbigliamento EstensiOn. La premiaizone si è svolta al Carlton Hotel nel pomeriggio di lunedì 4 marzo. Sara Morselli ha vinto nella categoria Over 25, Martina Coppolella nella categoria under 25 e quindi parteciperà al XIX Concorso Nazionale Professione Moda Giovani Stilisti 2019 – RMI, premio nazionale di CNA Federmoda la cui fase finale si terrà a Roma .
La giuria del premio ha deciso di attribuire anche tre nezioni speciali: a Ewa Urbanowicz, ideatrice di bijou che possono essere “indossati” dagli abiti; Ludovica Andreoli, che presentato un progetto ispirato alle forme naturali, e Carolina Nigro, che opera al confine tra moda e design ideando, dipingendo e ricamando i propri tessuti.
La premiazione è stata condotta dalla Presidente di CNA Federmoda Ferrara Laura Vallieri e dalla Vicepresidente Katia Artioli, . Sono intervenuti Davide Bellotti, presidente di Cna Ferrara, e Diego Benatti, direttore provinciale di Cna Ferrara.
Le cinque vincitrici sono al centro nella foto: da sinistra a destra: Ludovica Andreoli, Carolina Nigro, Martina Coppolella, Sara Morselli e Ewa Urbanowicz.

Commenta (0 Commenti)

Cna Premia le imprese di valore

Alla cerimonia, in programma per sabato 9 marzo, parteciperà il segretario generale di Cna nazionale Sergio Silvestrini – Flessibilità, innovazione e capacità di adattamento al mercato: queste le qualità delle imprese premiate

cna046Imprese flessibili, innovative, competitive, capaci di adattarsi al mercato e alle sue esigenze in continuo mutamento: in una parola “imprese liquide”. Saranno loro le protagoniste della cerimonia di premiazione del concorso “Impresa di Valore” edizione 2019, in programma per sabato 9 marzo alle 10.00 presso la Sala Convegni di Cna Ferrara. Un’edizione particolarmente importante, quest’anno, perché vi parteciperà il Segretario generale di Cna nazionale Sergio Silvestrini.
Sono 32 le imprese che sabato prossimo verranno premiate: è il risultato di un processo di selezione cominciato in ottobre dell’anno scorso, che ha coinvolto oltre 150 aziende socie della Cna di Ferrara.
“Le imprese che premieremo il 9 marzo, innovative e competitive – spiega Davide Bellotti, Presidente provinciale della Cna di Ferrara – sono la dimostrazione della forte volontà del mondo produttivo di scommettere con tutte le proprie energie sullo sviluppo: uno sviluppo sostenibile, con aziende sane e bilanci in ordine.
Per poter lavorare e produrre, le imprese hanno bisogno di operare in un’ambiente competitivo, non in un contesto caratterizzato da una burocrazia asfissiante, con infrastrutture carenti, in cui il fisco sottrae quasi il 60% del ricavato aziendale.
La cerimonia di sabato – prosegue Bellotti - sarà anche l’occasione per ripercorrere questi temi: fino all’estensione dell’obbligo del collegio sindacale alle piccole Srl, che imporrà nuovi limiti alla crescita delle imprese. Se guardiamo i dati, dell’ultimo decennio, riscontriamo una diminuzione con percentuali a due cifre delle piccole e piccolissime imprese, mentre le imprese più strutturate registrano un piccolo aumento. Per questo è sbagliato imporre limiti artificiosi alla crescita e allo sviluppo delle realtà aziendali”.
Le imprese selezionate in vista della premiazione di sabato 9 marzo appartengono a tutti i settori produttivi del nostro territorio: meccanica, comunicazione, edilizia, servizi, impiantistica, trasporti, studi professionali, informatica e software, sanità, automazione e robotica tra i principali. Sono state valutate a partire da questionari volti a indagare la capacità di: innovare i processi lavorativi grazie alle nuove tecnologie; attuare cambiamenti organizzativi capaci di portare valore aggiunto; creare un sistema di risorse flessibili, in grado di coniugare vecchi e nuovi saperi.
Ecco il programma della mattinata, che verrà coordinata dal direttore di Cna Ferrara Diego Benatti. Aprirà i lavori, alle 10.00, Marino Mingozzi, Presidente di Ecipar Ferrara; seguirà un intervento del Presidente Provinciale Cna Davide Bellotti sul tema “Cna e la sfida dell’innovazione”; sul tema “Il territorio come motore dello sviluppo” interverranno Laura Ramacciotti, Direttrice del Dipartimento Economia e Management dell’Università di Ferrara e Paolo Govoni, Presidente della Camera di Commercio di Ferrara; le conclusioni, previste per le 11.00, saranno affidate a Sergio Silvestrini, Segretario Generale di Cna Nazionale. Alle 11.30 è prevista la Cerimonia di premiazione delle Imprese di Valore 2019.ImpreseValore2018Ecco l’elenco alfabetico delle imprese premiate: Autocarrozzeria Marmo snc - San Pietro in Casale; Battaglia snc – S. Biagio di Argenta; Brain Srl– Ferrara; Cpm di Castaldini Stefano srl - Portomaggiore; Destri srl - Ferrara; EnergyPie srl – Ferrara; Fe.Rie snc di Ferrari & Brina - Vigarano Mainarda; Fgz Service srl - Cento; Freestyle snc di Magri & Tonioli - Mirabello; Frog Srl Ferrara; Global Cosmesi srl Vigarano Mainarda; Gulliver di Gulinelli Massimo – Ferrara; In-Nova Srls – Ferrara; Inside Comunicazione srl - Ferrara; Logikamente srls - Ferrara; Nuova Ivi srls - Copparo; Ocma sas di Andreatti Paola e C. - Medelana; Pff srl – Ferrara; Puzzle Art srl - Ferrara; Rete Identitalia (Laboratorio Paolo Bergonzoni, Stefano Righini, Stefano Valicelli, Dentoonia sas, Riccardo Terroni) - Ferrara; Scacco Matto srl Ferrara; Tecnoservice snc di Ferrari Fabio e Micai Maurizio - Ferrara; Telloli Giuseppe & C. snc – Codigoro; Torrefazione Caffè Krifi SpA - Ferrara; Torrefazione La Brasiliana srl - Ferrara; TryeCo 2.0 srl - Ferrara; Villa Geras – Ferrara; Zenith Ingegneria Srl – Ferrara.

Commenta (0 Commenti)

Imprese di valore: premiazione il 9 marzo alla Presenza del segretario generale di CNA Silvestrini

Il Segretario Generale di CNA, Sergio Silvestrini, sarà a Ferrara il prossimo 9 marzo per partecipare alla cerimonia di premiazione delle Imprese di Valore, edizione 2019 - 150 imprese selezionate, di tutti settori economici del territorio - Obiettivo: individuare le imprese più "liquide", cioè più avanzate, flessibili e capaci di adattarsi alle esigenze del mercato globale

IMMAGINE QUESTIONARIO BASSA Si terrà a Ferrara la quinta edizione di Imprese di Valore, un premio importante che si sviluppa attraverso un percorso di analisi e selezione che ha coinvolto nel 2019 oltre 150 imprese.

Le imprese appartengono a tutti i settori di attività economica del nostro territorio: meccanica, comunicazione, edilizia, servizi, impiantistica, trasporti, studi professionali, informatica e software, sanità, automazione e robotica tra i principali.

Durante la mattinata verranno premiate le imprese fra le più capaci di adattarsi al mercato in continuo cambiamento.

L’impresa “liquida”, infatti, è capace di trovare un equilibrio tra il passato ed il futuro che le attende, investire nelle risorse umane e creare connessioni che generano nuove opportunità.

CNA ed Ecipar vogliono valorizzare questi “campioni” dell’innovazione che rappresentano l’eccellenza produttiva del nostro territorio.

Le imprese partecipanti sono state valutate sulla base di questionari volti a indagare la capacità di:

  • innovare i processi lavorativi grazie alle nuove tecnologie,
  • attuare cambiamenti organizzativi determinanti nel portare valore aggiunto
  • creare un sistema di risorse flessibili, in grado di coniugare vecchi e nuovi saperi.

A tutte le imprese selezionate sarà offerta inoltre l’opportunità di un piano di visibilità gratuito:

  • Pubblicazione sul sito di CNA e di Ecipar Ferrara in apposita sezione dedicata
  • Inserimento profilo aziendale sul Catalogo Imprese di Valore 2019
  • La cerimonia di premiazione sarà ripresa da Telestense e seguita dai quotidiani locali

I Lavori della mattinata saranno in linea di massima organizzati come segue:

Ore 10.00 Apertura dei lavori: Marino Mingozzi – Presidente Ecipar Ferrara

Ore 10.15 CNA e la sfida dell’innovazione : Davide Bellotti – Presidente CNA Ferrara

Ore 10.30 Il territorio come motore dello sviluppo:

            Laura Ramacciotti – Direttrice Dipartimento Economia e Management Università di Ferrara

            Paolo Govoni – Presidente Camera di Commercio di Ferrara

Ore 11.00 Conclusioni: Sergio Silvestrini – Segretario Generale CNA Nazionale

Ore 11.30 Cerimonia di Premiazione delle Imprese di Valore 2019

Coordina i lavori: Diego Benatti – Direttore Provinciale Cna Ferrara

Commenta (0 Commenti)

750 mila euro di contributi a fondo perduto ottenuti da imprese Cna nel 2018 pari a 2 milioni e 500 mila euro di investimenti in sviluppo e innovazione

Il presidente provinciale dell’Associazione, Davide Bellotti: un segnale importante che, dopo anni di crisi e stagnazioni, molte nostre aziende hanno investito notevoli risorse per crescere e competere sul mercato. 110 le attività interessate micro, piccole e medie imprese

Assemblea Personale 2018 29Piccole, piccolissime e medie imprese che investono rilevanti risorse, attuano progetti di sviluppo e innovazione, utilizzano contributi pubblici. Questo il quadro che emerge dai dati 2018 del servizio Cna di promozione e incentivi alle imprese, che dà conto della partecipazione di attività imprenditoriali associate di diversi settori a bandi e agevolazioni di legge, rivolti a, della Regione o dello Stato, o della Camera di Commercio, con la consulenza e il supporto di Cna. I numeri sono importanti: 750 mila euro a fondo perduto erogati a un totale di 110 tra micro, piccole e medie imprese della nostra provincia della produzione (meccanica, alimentare, cosmetica, ecc.), dei trasporti, del commercio, dell’impiantistica e dei servizi. Ma il dato più rilevante è costituito dalla mole di investimenti sviluppati dalle stesse aziende, per lo più di piccola e piccolissima dimensione, che hanno presentato progetti finanziabili: ben 2 milioni e 500 mila euro messi in campo nel 2018 per iniziative mirate all’accesso ai mercati esteri, alla innovazione dei processi di digitalizzazione e all’acquisizione di sistemi gestionali avanzati 4.0, all’acquisto di attrezzature e macchinari di ultima generazione, alla introduzione di sistemi di marketing e di vendita attraverso il web, ecc.
“Tutti progetti di investimento – testimonia Amelia Grandi, responsabile della Sezione Promozione e internazionalizzazione della Cna di Ferrara – pianificati dagli imprenditori indipendentemente dalla partecipazione ai Bandi pubblici. Gli incentivi a fondo perduto loro riconosciuti hanno contribuito a realizzarli, accrescendone l’impatto sulle aziende in termini economici e di sviluppo”.
“Questi dati - sostiene Davide Bellotti, presidente provinciale della Cna – rappresentano certo la parte di investimenti attuati dalle nostre imprese che nel 2018 hanno partecipato a bandi pubblici; tuttavia sono il segnale forte che, dopo anni di crisi e stagnazioni, tante aziende non solo investono notevoli risorse, ma sono pronte a investire ancora di più, consapevoli delle proprie necessità e delle conoscenze e strumenti indispensabili per competere. Per altro, i finanziamenti a fondo perduto ottenuti nel 2018 dimostrano che i nostri imprenditori utilizzano largamente opportunità e risorse disponibili per innovarsi, crescere, creare nuovi posti di lavoro, allargando il proprio mercato”.
“Auspichiamo – conclude Bellotti - che questa vitalità non venga mortificata dalle attuali tendenze economiche recessive e che lo sforzo delle pmi sia adeguatamente supportato da politiche più favorevoli al loro sviluppo competitivo”.
Intanto, nuove opportunità sono a portata di mano delle imprese per i prossimi mesi, dal bando sulla Internazionalizzazione UnionCamere – Regione Emilia Romagna, specificamente rivolto alle pmi, fruibile anche per investimenti limitati, (scadenza 18 marzo), a quello sul turismo (ricettività, qualificazione stabilimenti balneari e pubblici esercizi), di imminente apertura, che avrà probabilmente una importante dotazione finanziaria. Infine, è attesa la pubblicazione di un bando della Regione specificamente indirizzato all’artigianato di tradizione che interesserà più settori per progetti anche di ridotta entità. Per le attività operanti nei Comuni colpiti dal sisma nel 2012, si sta lavorando per la candidatura di progetti mirati al miglioramento sismico (entro il 29 marzo, mentre si attende a breve l’apertura di un bando per la riqualificazione dei centri storici colpiti dal terremoto.

Commenta (0 Commenti)

per-CORSI di export-AZIONE: strategie per vendere nel mondo

I mercati internazionali sono ricchi di opportunità per le imprese che hanno buoni prodotti e voglia di crescere.
Tuttavia, per avere successo bisogna partire con il piede giusto. Per questo CNA Ferrara e Hotminds hanno organizzato perCORSI di exportAZIONE

Pulsante

 

La partecipazione è gratuita, ma si richiede un'iscrizione: inviate quindi una mail con i dati dei partecipanti a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


titoloCNA Ferrara e HOTMINDS hanno dato vita a perCORSI di exportAZIONE: una serie di tre workshop con professionisti del marketing, esperti delle Associazioni di categoria e dirigenti di grandi imprese che esportano in tutto il mondo.
Per analizzare e comprendere i perCORSI di coloro che hanno vinto la sfida dell’exportAZIONE.

I Seminari si terranno il 26 febbraio, 19 marzo e 9 aprile dalle 17.30 alle 19.30 presso la sala Convegni CNA in via Caldirolo 84, 44123 Ferrara. Al termine sarà offerto un aperitivo.
Ecco il programma:

26 febbraio
CREARE E GESTIRE RETI PER LA VENDITA INTERNAZIONALE
Bandi, contributi ed incentivi per il processo di internazionalizzazione - Interviene Stefania Gamberini Responsabile Internazionalizzazione CNA Emilia Romagna

Best Practice Case Studies
Presenterà un caso reale Monica Cervellati Pharma Corporate Communication Manager I.M.A.- Industria Macchine Automatiche S.p.A. - Ozzano Emilia (Bo), Italia - www.ima.it

19 marzo
FIERE, WORKSHOP ED EVENTI INTERNAZIONALI
Opportunità internazionali: Enterprise Europe network: Simpler
Interviene Marcella Contini Responsabile Dipartimento Economico CNA Emilia Romagna

Best Practice Case Studies
Presenterà un caso reale Marcello Ferrozzi Vice President Marketing Communications SIDEL S.p.A. Parma, Italia - www.sidel.com

9 aprile
SERVIZI DI POST VENDITA INTERNAZIONALE, DA PROBLEM SOLVING AD OPPORTUNITA’
Presenterà un caso reale Paolo Colombo ICT-Digital Transformation Leader I.M.A.- Industria Macchine Automatiche S.p.A. Ozzano Emilia (Bo), Italia - www.ima.it

La partecipazione è gratuita, ma si richiede un'iscrizione: inviate quindi una mail con i dati dei partecipanti a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pulsante

Commenta (0 Commenti)

Raffaella Toselli: "Viabilità nell’Alto Ferrarese mai così difficile. Servono più manutenzione e riqualificazione della rete stradale"

La situazione delle infrastrutture denunciata da Raffaella Toselli, centese presidente CNA dell’Area. Appello a Provincia e Comuni affinché si affronti in modo continuativo e strutturale il tema dell’efficienza dei collegamenti

RaffaellaToselli1Non si tratta solo di Cispadana, strategica e indispensabile infrastruttura, che non può tuttavia considerarsi risolutrice di tutti i problemi di viabilità dell’Alto Ferrarese. C’è tutto il tema della «minuta» circolazione lungo strade comunali e provinciali sempre più disagiate e maltenute, che tocca quotidianamente la vita e il lavoro di centinaia di abitanti dei Comuni interessati, di pendolari, imprenditori e automezzi di passaggio, fornitori commerciali e corrieri. Un quadro sempre più spinoso per una delle aree economicamente più avanzate del territorio provinciale.
“Stiamo vivendo da tempo una situazione di difficoltà straordinaria davvero inaccettabile – specifica Raffaella Toselli, imprenditrice centese presidente dell’Area Cna dell’Alto Ferrarese – Ormai si fatica a spostarsi sulle arterie comunali e provinciali, se non con disagio e grande lentezza. Da Cento, per raggiungere Ferrara ci si impiega mediamente un’ora: il traffico è perfino aumentato e le strade, per lo più datate, strette e tortuose sono in condizioni sempre peggiori. Di fatto non viene più effettuata una manutenzione regolare e questo rende tutto più complicato”.
Le condizioni della rete stradale, fa osservare la presidente Cna dell’Alto Ferrarese, sono nettamente peggiorate. Il superamento della Provincia, ha comunque lasciato all’Ente la delega alla manutenzione della rete stradale. “Ma gli interventi latitano – puntualizza Raffaella Toselli – limitandosi a risolvere solo situazioni di immediato pericolo. Comprendiamo che la situazione sia determinata dalla mancanza delle risorse, tuttavia ciò non cancella le responsabilità delle Amministrazioni competenti: Provincia e Comuni alle quali ci appelliamo affinché si affronti in modo continuativo e strutturale la questione di una più efficiente viabilità nel nostro territorio. Pena la perdita di competitività delle imprese che operano nell’Alto ferrarese, il cui sforzo di ripresa e sviluppo sarebbe pesantemente ostacolato da questa inefficiente rete di collegamento”.
In realtà, a parere di Cna ci sarebbe bisogno di una verifica complessiva della situazione: dalla condizione generale della viabilità dell’area alla manutenzione nei centri urbani, dai segni di degrado di strade e marciapiedi interni agli insediamenti produttivi, specialmente per quelli meno recenti, alla carenza di piste ciclabili. Quanto alle difficoltà create da snodi cruciali, specie alla circolazione dei mezzi pesanti, va segnalato il permanere della chiusura del ponte tra S. Agostino e Buonacompra, che obbliga centinaia di veicoli a sobbarcarsi un lungo percorso secondario, la cui riapertura è prevista non a breve termine.
“Ci rendiamo conto delle difficoltà – conclude Raffaella Toselli – ma riteniamo veramente sia giunto il momento di affrontare il problema nel suo complesso, attraverso un’azione più coordinata tra le Amministrazioni locali competenti. Andando oltre la logica dell’emergenza, per introdurre scelte più strutturali in grado di affrontare realmente le priorità attraverso politiche e investimenti adeguati. La nostra Associazione, tra l’altro, ha proposto su questo tema di dare vita ad un Piano straordinario di manutenzioni delle infrastrutture della nostra provincia, magari da finanziare tramite un fondo provinciale di risorse destinate a tale scopo”.

 

Commenta (0 Commenti)

Riqualifichiamo l'Italia a convegno: due giorni per scoprire le opportunità più innovative per la riqualificazione dei condomini

14 e 15 febbraio - sede CNA Ferrara, Via Caldirolo 84

Immagine con convegno e tavola rotonda 1CNA Costruzioni, con il partner Harley&Dikkinson, ha creato Riqualifichiamo L’Italia, la rete nazionale dei Consorzi di imprese operanti nella filiera delle costruzioni.

Riqualifichiamo l’Italia è in grado di proporre ai condomini un’offerta integrata e garantita per la ristrutturazione e/o riqualificazione energetica – dal progetto alla realizzazione dell’intervento – che consente un investimento minimo utilizzando gli incentivi fiscaliconfermati fino al 2021. Per illustrare queste opportunità CNA Costruzioni e Harley&Dikkinson, in collaborazione con la CNA di Ferrara, hanno organizzato due importanti appuntamenti a Ferrara.

Giovedì 14 febbraio, presso la sede CNA di via Caldirolo 84, dalle 15.00 si terrà un convegno per presentare Riqualifichiamo l’Italia ai cittadini, alle imprese ferraresi e a tutti gli operatori del settore.

Qui trovate il programma del convegno

Venerdì 15 febbraio, a partire dalle 9.30, sempre presso la sede CNA di via Caldirolo, si terrà una Tavola Rotonda di approfondimento rivolta agli operatori economici in cui verranno presi in esame casi specifici e approfonditi aspetti tecnici dell’offerta messa a punto da CNA Costruzioni e Harley&Dikkinson.

Qui trovate il programma della Tavola Rotonda

Per confermare la partecipazione - che è comunque libera e gratuita - vi preghiamo di scrivere alla mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pagina loghi0

Commenta (0 Commenti)

Pulizia degli arenili, riqualificazione dei Lidi e sicurezza. Le proposte della CNA al Comune di Copmacchio

Incontro alla presenza del sindaco Marco Fabbri. Ghedini (Cna Balneatori): “Vogliamo collaborare per migliorare la situazione”. Dalle aiuole e tenuta del verde, alla necessità di migliorare gli interventi dopo le mareggiate. Si propone anche di istituire un servizio di vigilanza notturno pubblico – privato.

Ghedini NicolaNei giorni scorsi, Cna Balneatori ha presentato all’Amministrazione comunale di Comacchio le proprie proposte per la riqualificazione e valorizzazione dei Lidi e delle attività degli stabilimenti balneari, alla presenza del sindaco Marco Fabbri e del vice – sindaco Denis Fantinuoli. All’incontro hanno preso parte, per Cna Nicola Ghedini, portavoce di Cna Balneatori, Linda Veronese, responsabile di Cna Turismo ed Enrico Zappaterra, responsabile della sede di Comacchio; per il Comune di Comacchio hanno partecipato anche Michele Saglioni, dirigente alle Concessioni demaniali e Fabiola Giorgi addetta allo Sportello Unico – Demanio.
“Si è trattato di un confronto molto produttivo – sottolinea Nicola Ghedini - improntato all’ascolto e allo spirito di collaborazione”. Diverse le proposte presentate a nome dei balneatori associati, che vanno dalla pulizia degli arenili al grosso tema della riqualificazione e rigenerazione urbana dei Lidi, dallo snellimento delle procedure burocratiche alla questione della sicurezza notturna delle spiagge.
In merito alla pulizia dell’arenile, Cna ha sostenuto la necessità di intervenire con maggiore tempestività dopo il verificarsi di importanti mareggiate (anche in autunno - inverno), per eliminare materiale ingombrante e rifiuti vari che, col passare del tempo, rischiano di essere seppelliti dalla sabbia entrando a far parte della spiaggia. Ciò provoca danni all’ambiente e problemi di sicurezza per i bagnanti o i cittadini che si trovino a passeggiare lungo l’arenile, nonchè disagi per l’installazione di attrezzature stagionali. Cna Balneatori propone di effettuare la pulizia dell’arenile esclusivamente all’occorrenza, dopo le mareggiate, in alternativa a quella ordinaria mensile tra ottobre - marzo. Su questo punto, si sono espressi, gli amministratori hanno precisato che il budget impiegato per la pulizia delle spiagge (500.000 euro all’anno) non può essere incrementato, mentre i dirigenti di Clara Ambiente, che sono stati chiamati a partecipare all’incontro su questo punto, hanno dato la disponibilità a verificare la fattibilità della proposta di Cna, pur sottolineando la limitatezza del personale dell’azienda da poter attualmente impiegare su questo versante.
Riqualificazione Lidi. Altro tema particolarmente avvertito da Cna, quello della necessità di interventi di ripristino dei marciapiedi, delle strade, numerose delle quali attualmente in condizioni di dissesto, dell’arredo pubblico, con la sostituzione, ad esempio, di piante e allestimenti poco solidi e cedevoli con altre tipologie più resistenti. “Non abbiamo avanzato solo richieste, ma offerto all’Amministrazione anche la nostra disponibilità a contribuire concretamente a migliorare la situazione attuale – precisa Ghedini – Ad esempio, esplorando la possibilità, da parte degli stessi imprenditori, di concorrere all’abbellimento e personalizzazione delle aiuole e degli spazi di arredo urbano, agevolando chi vuole investire privatamente in questo ambito. Su questo punto, abbiamo ricevuto piena disponibilità dal sindaco e ci siamo impegnati a verificare gli eventuali interessati a partecipare al progetto”.
Altri gli argomenti al centro del produttivo incontro, lo spinoso problema della sicurezza notturna delle spiagge, oggetto di atti di vandalismo, che Cna propone di affrontare creando le condizioni per la creazione di un apposito servizio di vigilanza basato sulla collaborazione tra pubblico e privato. Infine, le spiagge libere che andrebbero, a parere dell’Associazione, meglio regolamentate per garantire la sicurezza degli ospiti e un minimo di decoro (raccoglitori rifiuti, pulizia battigia, gestione animali, servizi pubblici, ecc.) e il tema della semplificazione delle procedure autorizzative riferite alle aree demaniali.

 Leggi ancheCna Balneatori chiede di velocizzare la vidimazione delle concessioni balneari prorogate dalla legge di bilancio

Commenta (0 Commenti)

Un protocollo per lo sviluppo tra Comune di Copparo e CNA

E' stato presentato lunedì mattina in conferenza stampa il protocollo d’intesa tra Comune di Copparo e CNA associazione territoriale di Copparo per la realizzazione del programma di azioni per la competitività e la crescita dell’economia locale.

«Ufficializzando il rapporto con Cna con questo Protocollo d’intesa – ha dichiarato il sindaco Nicola Rossi –, abbiamo codificato un certo numero di azioni, fondamentali per la crescita del nostro territorio. La cattiva abitudine di mettersi attorno a un tavolo solo quando i problemi si presentano, obbliga ad agire sempre in emergenza. Il pianificare mettendo in atto un “programma di azioni”, permette di prevenire i problemi, e soprattutto permette di condividere gli obiettivi primari. Il Comune di Copparo – ha concluso Rossi – può diventare un modello da proporre anche ad altri soggetti e ad altri enti. Questo ci permette di orientarci verso una modalità di relazione trasversale e condividere le politiche economiche concretamente».
«Per Cna questo protocollo è solo un punto di inizio – ha esordito Paolo Mazzini, responsabile Area Territoriale CNA Copparo-Berra – per mettere in essere una collaborazione concreta e questo per due motivi, la necessità comune di sviluppare il benessere del territorio e per trovare risposte concrete alle necessità quotidiane, date dalla burocrazia».
«Vorrei iniziare parlando di argomenti che escono da questi confini comunali – ha dichiarato Francesco Robboni, responsabile della sede di Copparo di Cna – perché quando si parla di benessere dei cittadini, si parla anche di imprese e di amministrazioni locali, cioè di benessere di un territorio. Questo per dire che se si vuole sviluppo occorre che le imprese siano avvantaggiate e non penalizzate e questo protocollo con il Comune di Copparo va in questa direzione, certo deve essere riempito di azioni concrete, ma siamo qui per questo e Cna farà la sua parte».
L’assessora alle Attività Produttive Paola Bertelli e la responsabile del Settore Giulia Minichiello, al termine dell’incontro, hanno elencato le caratteristiche del Protocollo con Cna le nuove agevolazioni del bando sui lotti produttivi di via Primicello.

Commenta (0 Commenti)

Vuoi approfondire senza impegno questo argomento o semplicemente richiedere informazioni?

Contattaci compilando il modulo sottostante

Rispondiamo sempre a tutte le mail!