Normative e Servizi

Le istruzioni INPS - esonero triennale occupazione giovani

Le istruzioni INPS - esonero triennale occupazione giovani

L’INPS con circolare n. 40 del 2 marzo 2018 ha emanato le istruzioni per il godimento dello sgravio triennale occupazione giovani.

L’istituto nella sua nota riprende le indicazioni introdotte dalla legge di stabilità, art. 1 commi da 100-108 da 113 a  114.

NOVITA’

Al fine di facilitare la verifica dei requisiti di accesso all'esonero, l'Inps comunica di aver messo a disposizione del datore di lavoro/intermediario apposito applicativo sui servizi on line del sito inps  

accessibile al percorso "Tutti i servizi - servizio di verifica esistenza rapporti a tempo indeterminato".

Il servizio consente al datore di lavoro di conoscere, digitando il codice fiscale del lavoratore, l'esistenza di pregressi rapporti di lavoro a tempo indeterminato antecedenti al 1/1/2018 o istaurati a partire da tale data, anche al fine di verificare il periodo residuo di spettanza dell'agevolazione già parzialmente fruita.

L'esito della verifica dell'Inps non ha valore certificativo, in quanto lo stesso istituto afferma di non possedere tutte le informazioni utili; pertanto, l'Inps suggerisce che i datori di lavoro continuino ad acquisire dai lavoratori le relative dichiarazioni.

Nessuna richiesta da presentare all’inps

L’inps non dà indicazioni sulle modalità di richiesta dello sgravio pertanto l'agevolazione è  fruibile senza necessità di presentare domanda, né di richiedere l'attribuzione di un codice autorizzazione.

Il beneficio contributivo è già recuperabile a conguaglio in denuncia Uniemens a partire dalla competenza di marzo 2018, compresi gli arretrati di gennaio e febbraio 2018 nelle denunce Uniemens di competenza marzo, aprile e maggio 2018.

No De MInimis

L'esonero strutturale all'occupazione giovanile stabile essendo è generalizzato e, quindi, potenzialmente rivolto a tutti i datori di lavoro privati a prescindere dall'ubicazione territoriale della sede di lavoro e dal settore economico in cui operano, è escluso dall'ambito di applicazione della normativa europea in materia di aiuti di Stato. Conseguentemente, si ritiene che l'esonero sia fruibile senza necessità di verificare il rispetto del limite "de minimis" o, in alternativa, l'incremento occupazionale netto.

Per maggiori informazioni potete contattare Sabrina Ble, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Condividi questo contenuto

Vuoi approfondire senza impegno questo argomento o semplicemente richiedere informazioni?

Contattaci compilando il modulo sottostante

Rispondiamo sempre a tutte le mail!

Bandi e Opportunità